Zuu Fitness, il workout costruito con esercizi ispirati ai movimenti animaleschi

Strisciare, saltare e scalciare come serpenti, rane, coccodrilli, gorilla e orsi può costruire un allenamento che aiuta a dimagrire in modo efficace e divertente. Hai mai sentito parlare di Zuu Fitness?

Zuu Fitness-foto theurbanlist.com

Lo Zuu Fitness è una forma di allenamento breve e intenso che arriva dall’Australia pronto a rimettere in forma, snellire il corpo e tonificare i muscoli traendo ispirazione dai movimenti degli animali.

L’allenamento total body ha conquistato i workout di atleti e forze armate perché riesce a costruire un lavoro intenso che promette di consumare fino a 600 calorie in 30 minuti di allenamento.

Zuu Fitness

L’allenamento Zuu a carico naturale viene eseguito a corpo libero per mettere in piedi un lavoro completo sia sul sistema aerobico che sul sistema anaerobico.

Lo Zuu Fitness con fasi di lavoro dal ritmo veloce e fasi di recupero attivo (senza mai fermarsi)  è stato messo a punto da Nathan Helberg, un ex ginnasta australiano di 34 anni impossibilitato ad allenarsi liberamente a causa di continui problemi osteoarticolari.

Helberg pensò a esercizi fisici in grado di sviluppare forza, potenza aerobica ed elasticità senza gravare sul sistema articolare.

I movimenti primordiali di animali quali l’orso, la rana l’iguana o il gorilla sono diventati la base degli schemi di un allenamento efficace e non traumatico a livello articolare.

La ginnastica Zuu non prevede l’uso di alcun attrezzo ma punta sul peso corporeo come carico di un intenso che assicura un consumo energetico che può arrivare sino a 500 calorie in appena 30 minuti di allenamento.

Corso Zuu Fitness

L’attività di Zoo Fitness viene svolta in gruppo con base musicale ma non coreografata di 7 movimenti primari e naturali del corpo umano: spingere, piegarsi, tirare, ruotare, accovacciarsi, saltare e spostarsi.

I movimenti base possono creare combinazioni differenti da eseguire in stretta sequenza senza pause e con recuperi molto corti, tutto sfruttando le leve del corpo e la forza di gravità.

Gli esercizi dinamici lasciano spazio anche agli esercizi isometrici (posizioni che devono essere mantenute per un determinato periodo), ideali per accrescere la muscolatura del corpo senza produrre movimento.

L’unico accessorio concesso è l’ankorr, una serie di elastici che possono essere usati in vari modi per rendere il movimento libero più intenso e massimizzare gli effetti benefici di ogni singolo esercizio

Alcuni esercizi dello Zuu Fitness

Ecco qualche esercizio di Zuu Fitness per capire fino in fondo come si costruisce questo tipo di allenamento funtional!

Frog Squat

Assumere la posizione di squat con ginocchia piegate, gomiti contro la parte interna delle ginocchia e mani unite a mo’ di preghiera all’interno delle gambe, alzarsi e abbassarsi a bilancia, muovendo contemporaneamente le gambe e le braccia in maniera veloce ma controllata.

Quadrupedia

Bisogna camminare a quattro zampe partendo dalla posizione quadrupedia (mani e piedi a terra), sincronizzando il braccio destro con la gamba sinistra e viceversa e spostandosi velocemente in avanti e indietro.

Gorilla’s Walk

La camminata del gorilla prende vita da una posizione di squat con gambe più ampie delle spalle e mani poggiate a terra.

A questo punto si portano le braccia in avanti e ci si sposta con le gambe facendo un piccolo saltello con entrambi gli arti.

Iguana’s Walk

L’esercizio riproduce il modo di spostarsi degli iguana. Come? Basta partire in posizione a quattro zampe, spostare il braccio destro e la gamba opposta leggermente in avanti piegando il ginocchio, eseguire un piegamento sulle braccia e tornare con i quattro arti allineati.

Dopo non bisogna far altro che spostare il braccio sinistro e la gamba opposta proprio come fatto precedentemente.

Crocodile’s Walk

Come si imita la camminata del coccodrillo? È sufficiente partire da una posizione prona con gambe distese, mani a terra, braccia aderenti al busto e gomiti piegati, compiere spostamenti a piccoli passi in avanti muovendo il braccio sinistro e la gamba opposta e poi il braccio destro e la gamba sinistra e tornare indietro saltellando con braccia e gambe.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato