Yoga: ecco come fare il saluto al sole

Il saluto al sole è un esercizio yoga composto di ben 12 posizioni che consentono di ritrovare l’elasticità perduta, tonificare il corpo e rilassare la mente in soli 10 minuti al giorno. Ma perché il saluto al sole fa bene?

Saluto al sole sequenza- foto lartedivivere.it

Sembra che questa sequenza di mosse yoga riesca a creare dei movimenti capaci di coinvolgere tutti i muscoli del corpo e a permettere di lasciarsi andare completamente allo scandire del proprio respiro.

Saluto al sole: Benefici

Ebbene il saluto al solesurya namaskar, proprio come qualunque altro esercizio yoga, mette in moto il 90% del sistema muscolare e per questo influisce positivamente sull’organismo:

  • Calma la mente – I movimenti fluidi del corpo e l’alta concentrazione consentono di calmare la mente e allontanare stress e preoccupazioni.
  • Aumenta la forza – Le posizioni del saluto al sole favoriscono la tonificazione dei muscoli principali.
  • Migliora la flessibilità al corpo – Ogni asana eseguito e ciascuna tecnica di respirazione migliorano l’allungamento muscolare e la capacità di flessibilità del corpo.
  • Dice addio ai problemi alla schiena – Le continue flessioni in avanti, in indietro e laterali rafforzano e allungano i muscoli della schiena e conferiscono sollievo.
  • Attiva la circolazione sanguigna – L’esercizio fisico migliora la circolazione del sangue in tutto il corpo.
  • Elimina lo stress – L’allineamento di corpo, mente e anima permette di sconfiggere lo stress del vivere quotidiano.
  • Migliora il sistema respiratorio – Le tecniche di respirazione dello yoga potenziano i polmoni e aumentano la loro capacità.
  • Favorisce l’equilibrio – Le posizioni del saluto al sole migliorano il portamento, la coordinazione e la resistenza.

Saluto al sole: posizioni

Non resta che scoprire come fare il saluto al sole e dar vita a una routine che non solo apporta notevoli benefici fisici ma migliora l’andamento delle giornate!

Posizione a mani giunte

Si parte dalla posizione della montagna Tadasana (piedi paralleli alla larghezza dei fianchi, rotule verso l’alto, palmi verso l’esterno, addome all’interno, petto aperto, spalle rilassate e viso, collo e gola allineati).

È necessario cercare di rilassare i muscoli, portare il peso nella linea mediana, inspirare portando le mani unite in posizione della preghiera ed espirare.

Posizione delle braccia in alto

Inspirare e distendere le braccia verso l’alto per poi piegarsi all’indietro fino a inarcare la schiena in base alle proprie possibilità.

Posizione delle mani ai piedi

Espirare e piegarsi in avanti, portando le mani ai lati dei piedi e distendendo la schiena il più possibile per assumere la posizione Uttanasana.

Posizione equestre

Inspirare mentre si porta la gamba destra indietro e si appoggia il ginocchio e il piede al suolo, entrando nella posizione equestre.

Posizione del bastone

Trattenere il respiro, portare la gamba sinistra indietro e sostenere il peso con le mani e le punte dei piedi. Il corpo e la testa devono essere posizionati in asse e lo sguardo deve essere fisso tra le mani.

Posizione del saluto con otto parti del corpo

Espirare, mantenere ginocchia, petto e fronte sul tappetino e tenere il bacino sollevato e le dita dei piedi piegate.

Cobra

Inspirare, abbassare le punte dei piedi e il bacino, allungare i piedi e inarcare la schiena indietro. È essenziale guardare verso l’alto, facendo attenzione a mantenere le spalle abbassate e le gambe unite.

Montagna

Espirare mentre si fa pressione sulle mani e si distendono le braccia. Portare il bacino in alto e distendere le gambe con piante dei piedi e talloni a terra.

Posizione equestre

Inspirare e flettere in avanti la gamba destra, portare il bacino verso il basso e successivamente espirare e flettere in avanti la gamba sinistra.

Posizione delle mani ai piedi

Distendere le gambe mentre si mantengono le mani al suolo, si distende la schiena il più possibile e si tiene il capo in basso.

Posizione delle braccia in su

Inspirare, sollevare poco a poco schiena e braccia, portare le braccia distese in avanti e dopo verso l’alto con i palmi delle mani uniti.

Posizione a mani giunte

Tornare nella prima delle posizioni yoga del saluto al sole ovvero posizione eretta con palmi delle mani uniti a mo’ di preghiera.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 1]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato