Voglia di mare: Ecco come comportarsi in spiaggia

L’estate è ufficialmente iniziata. Ci attendono quindi giornate al mare, piene di divertimento e relax. Molti infatti sono i turisti che scelgono come meta estiva,il tanto amato mare, ma non tutti certo hanno la possibilità di raggiungere la spiaggia, o perché troppo lontana o ancora perché non propriamente liberi da impegni lavorativi.Eppure concedersi qualche ora di mare è proprio quello che ci vuole per vivere un momento di relax e svago estivo.

In spiaggia però non ci si può comportarsi come si vuole;Esistono delle norme comportamentali, atte proprio ad indicare quelli che si può e quello che invece è proibito fare in spiaggia. In proposito il Codacons ha dettato un vero e proprio “Decalogo di comportamento” che indicano quello che si può e quello che invece non è concesso o comunque è meglio evitare di fare, per senso di educazione.

“Il Bon Ton da spiaggia” indica che:

  • Il telefonino è il nemico numero uno dei bagnanti, o per meglio dire, da veramente fastidio sia la suoneria ad altro volume o peggio ancora le chiamate che si sentono lungo tutta la spiaggia e che non interessano a nessuno. Quindi per evitare spiacevoli malintesi, limitate l’uso del telefonino a chiamate brevi e con tono moderato.
  • Fate largo, arrivo io: Quante volte vi siete ritrovati ad essere invasi dall’ultimo arrivato di turno?Beh non è proprio corretto invadere la privacy altrui, sopratutto in spiaggia dove lo spazio è davvero limitato.Rispettate gli spazi altrui, per mantenere buoni rapporti di vicinato.
  • Rispettare l’ambiente. Altro punto dolente è il poco rispetto che si ha del mare e della spiaggia in generale. Molti anzi troppi, buttano sia in acqua che sulla spiaggia, qualsiasi cosa, da carte a bicchieri, o ancora cicche di sigaretta.E’ bene ricordare che per le sigarette esistono posaceneri da spiaggia,nonché vari cesti per la spazzatura.
  • Evitare di urlare contro i nostri figli. E’ sicuramente una delle cose più comuni che capitano in spiaggia, ma non vi è  nulla di più fastidioso che assistere a scene di urla e grida contro figli e bimbi in generale, che vengono ripetutamente richiamati da genitori. Per rimediare e non dare fastidio al nostro vicino, basta alzarsi e andare a rimproverare di persona nostro figlio, lasciando in  pace chi invece vuole riposare.
  • Doccia. La doccia è di tutti. Evitate quindi di starci per lungo tempo, formando file chilometriche.E soprattutto non usate saponi e shampoo che inquinano solo il mare.
  • Ambulanti. Altro punto dolente sono le litigate con gli ambulanti. E’ risaputo che hanno solo merce contraffatta e di scarsa qualità, quindi evitate di litigare per il prezzo e cose varie, limitatevi a dire no grazie, o se interessati, ad acquistare senza discutere.
  • Cani. I nostri amati cani non possono accedere in tutte le spiagge. Vi sono alcune località che prevedono spiagge apposite;Laddove però è consentito, ricordatevi di tenerli a guinzaglio, evitando di farli avvicinare, a disturbare chi magari ha paura dei cani, oppure non vuole essere disturbato..

 

Insomma non è poi cosi difficile mantenere una buona educazione anche in spiaggia.L’importante è sempre rispettare lo spazio altrui, rispettare l’ambiente ed evitare scenate inutili. Tutto il resto è divertimento.

 

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]