Vacanze estive con gli animali: i consigli

L’estate è finalmente arrivata, è tempo di spiaggia, mare e vacanze. Quelli che probabilmente ne risentono di più a causa dell’afa sono proprio i nostri amici a quattro zampe. Le vacanze estive con gli animali sono molto divertenti, ma anche impegnative. Richiedono infatti da parte nostra un certo spirito di adattamento e la voglia di badare a loro proprio come se fossero dei figli!

vacanze estive con gli animai

Nell’articolo di oggi vogliamo darvi alcuni consigli, sia per proteggere gli animali dal caldo, sia per viaggiare con loro nel migliore dei modi. L’articolo è suddiviso in due parti, così da facilitare la lettura e permettere di rintracciare subito l’argomento che più interessa.

 Come proteggere gli animali dal caldo

Come abbiamo già detto, le vacanze estive con gli animali non sono proprio una passeggiata. Tuttavia con le giuste precauzioni, soprattutto per evitare il colpi di sole, le cose andranno certamente meglio. Dovete considerare il cane un eterno cucciolo che necessita di molte attenzioni. Questo perchè nonostante l’intelligenza, i nostri amici a quattro zampe non possiedano il dono della parola, inoltre anche perché si rivelano spesso dei simpatici tontoloni.

Adesso verranno elencati dei consigli molto utili per trascorrere le vacanze estive con gli animali in tutta serenità. L’ENPA (l’Ente Nazionale Protezione Animali) quest’anno propone 7 importanti consigli per aiutare cani e gatti a trascorrere l’estate nel migliore dei modi.

1. Passeggiate nelle ore di punta

Evitate le passeggiate quando il sole è molto forte. Ossia durante le ore di punta. Inoltre ricordatevi di proteggere loro le zampette, l’estate l’asfalto può raggiungere temperature davvero elevate e dato che i cani non possiedano le scarpe il risultato è facile da immaginare.

2. Acqua

Chiaramente acqua e ciotola non dovranno mai mancare nel caso di un’ uscita piuttosto lunga

3. Attenzione a non lasciarlo in macchina

Mai dimenticare un animale in macchina o lasciarcelo a lungo, soprattutto se questa è esposta al sole. Anche se sembra una cosa banale, purtroppo questi tipi di incidenti sembrano capitare spesso. Mentre qual’ora l’animale chiuso in un autoveicolo fosse quello di qualcuno, cercare di trovare il proprietario del mezzo, oppure avvertire le autorità se quest’ultimo è irreperibile e vedete che tarda ad arrivare.

Ovviamente se il cane è solo in un autoveicolo, esposto al sole e dimostra sintomi di un colpo di calore quali stanchezza e difficoltà nella respirazione, mobilitatevi subito. Se ad esempio il finestrino fosse un poco aperto, cercate di prestare subito i primi soccorsi cercando di bagnarlo con un poco d’acqua o mettere dei giornali davanti al parabrezza così da creare un po’ di ombra. Ricordatevi che anche solo 10 minuti in macchina sotto il sole possono arrecare gravi danni al cane.

4. Attenzione agli insetti

Assieme all’estate tornano anche tutti quei veramente poco simpatici insetti quali zecche, pulci e acari. Dato che sono molto fastidiose e anche pericolose in alcune circostanze, essere scrupolosi e controllare il pelo del proprio amico a quattro zampe spesso non può far certo male.

5.Il giusto anti-parassiti a portata di mano

Nella possibilità che siano presenti parassiti e zecche utilizzare tempestivamente un “antiparassitario idoneo” e comunque informare il proprio veterinario. Non fare affidamento su prodotti sconosciuti. I casi di avvelenamento sono molto frequenti. Anche in questo caso chiedere consiglio ad un veterinario e tenerlo informato se il vostro cane vive in casa con altri animali.

6.Utilizzare creme anti-scottature

Utilizzate delle creme contro le scottature solari sul vostro animale. Ovviamente dovete acquistare quelle apposta per loro. I punti più critici sono le orecchie e le punte. Consultate il vostro veterinario per farvi consigliare su quali creme anti-scottature fanno a caso vostro.

7. Ombra e acqua a disposizione

Il proprio cane, gatto e qualsiasi altro esemplare domestico, dovranno sempre avere molta acqua fresca e un posto dove poter stare all’ombra.Lasciate che faccia alcuni bagni rinfrescanti. Anche se alcuni animali detestano l’acqua, quando il clima è torrido, bagnateli utilizzando una bottiglia.

Vacanze estive con gli animali: consigli per il viaggio

cane al mare 3

La scelta ideale è che vi portiate con voi il vostro cane o gatto. Se il viaggio non lo permette, lasciatelo a qualche persona fidata o a una pensione per cani a pagamento, assicurandovi ovviamente che non venga privato di niente.
Qualora abbiate deciso di passare le vacanze estive con gli animali, vediamo quali sono i consigli da tenere ben a mente

1. Viaggiare in auto.

La legge è molto severa in questo preciso ambito. Il cane dovra essere messo dentro un trasportino durante tutte le ore nelle quali siete in movimento. Se il cane è di taglia grande, dovete modificare la macchina in modo che vi sia una solida rete divisoria che separi il guitadore dal cane. Se questo non fosse possibile, una persona deve star dietro con l’animale e tenerlo legato ad un’apposita cintura. Lo scopo ovviamente è quello di impedire al cane o gatto che sia di interferire con la guida.

2. Viaggiare in treno, aereo o nave.

I viaggi con animali sui mezzi pubblici hanno regole che tendono a cambiare in base alla compagnia alla quale vi appoggiate. Quindi è bene informarsi accuratamente prima di prenotare un viaggio in aereo, treno oppure in nave. Sempre più aziende comunque si stanno mobilitando per poter trasportare anche gli animali, secondo ovviamente rigide norme di sicurezza.

3. Viaggiare a stomaco vuoto.

Gli animali dovranno essere a digiuno prima di intraprendere un viaggio. Inoltre dovranno anche bere molta acqua fresca. Ovviamente tutto dipende dalla durata del viaggio.

4. Passaporto sanitario europeo.

vacanze estive con gli animali

Uscendo dall’Italia è d’obbligo il passaporto per l’animale ossia il Passaporto sanitario europeo. Inoltre teneue a mente che questo documento viene rilasciato trenta giorni dopo la richiesta, quindi preparatevi con un largo anticipo.

Chiaramente oltre al passaporto, dovete portare con voi anche il suo libretto veterinario, dove sono indicate tutte le ultime vaccinazioni (le quali devono essere in regola).

5. Visita dal veterinario e dopo viaggiare.

Un controllo dal proprio veterinario è la miglior cosa per essere certi che l’animale sia in salute ed in grado di sostenere un viaggio.

6. L’abitudine prima di tutto.

Cane o gatto che sia, deve essere abituato a viaggiare. La scelta migliore è quella di iniziare con piccoli viaggi in macchina.

7. Essere molto scrupolosi.

Conoscere anche la posizione di uno studio veterinario vicino al posto dove è prevista la vacanza. La prudenza non è mai troppa ed è bene che sappiate a chi rivolgervi in caso di bisogno.

8. Le pause in un viaggio in macchina.

Dato che gli animali sono molto soggetti a soffrire il mal d’auto, cercare di rendere loro il viaggio confortevole. Fermare il mezzo passate almeno le due ore circa.

9. Gatto in macchina oppure a casa?

La scelta in queste circostaze non è difficile. Il gatto se abituato già da piccolo potrà restare in casa da solo. Al patto che una persona sia disposta ad andare a rifornire l’animaletto di acqua fresca e cibo ogni giorno. Un cane invece ha bisogno della nostra continua presenza e non può essere lasciato solo in casa, per tanto, è necessario o portarselo dietro oppure, se nessun’altro può occuparsi di lui al posto nostro, pagare il pernottamento in una pensione per animali.

10. Spiagge per i cani.

Controllare le possibili spiagge per cani che possono essere presenti vicino alla metà di viaggio. Prestare anche attenzione alle ore di punta in cui il sole è molto forte, per non rischiare evitarle proprio.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL