Tutti i metodi per smettere di russare

1552832-russare

 

A chi non è mai capitato di rimanere svegli tutta la notte a causa di qualcuno, accanto a noi nel letto, che non fa altro che russare. In realtà, anche se ci lamentiamo di questa cosa, è fondamentale sapere che russare è una vera e propria patologia e non è molto facile smettere di russare, anche se si vuole, sia a bocca aperta che a bocca chiusa. Prima di ricorrere a soluzioni drastiche è utile sapere che non esistono farmaci o rimedi naturali per combattere la tendenza a russare, ma esistono dei rimedi ottimi e alcuni trucchi per poter eliminare questo brutto vizio. Per dormire tranquillamente e vivere con serenità la notte, dormendo bene, prevenendo numerose malattie e dormendo meglio anche con gli altri.

 

Combattere la tendenza a russare: il rimedi naturali
Esistono ottime soluzioni naturali che possono aiutare a combattere la tendenza a russare come la fitoterapia che utilizza in particolare la perilla o il basilico della Cina. Contro il russare si può utilizzare pure l’olio estratto dai semi di lino, che sono ricchi di flavonoidi e di acidi grassi omega 3 e omega 6 che hanno effetti calmanti, antiallergici e antinfiammatori. La causa del russarepuò essere collegata anche al sovrappeso, in questo caso si possono utilizzare delle erbe dimagranti, come il fucus, la Gymnema, la Garcinia e il tarassaco. Queste piante aiutano a disintossicare l’organismo, permettono di perdere peso e favoriscono il sonno.

Si consiglia anche di preparare un cucchiaio di sale sciolto in un bicchiere d’acqua, con questa soluzione potrete inumidire le mucose nasali più volte al giorno e in particolare la sera, prima di andare a dormire per evitare di russare grazie all’azione disinfettante e decongestionante del sale.

Per non russare esistono anche tantissimi trucchi che potete porre in atto. Potete provare ad esempio a dormire su un fianco, in questo modo la pancia in su aiuterà i tessuti del palato molle russarea non rilassarsi impedendo che inizino a vibrare. La posizione in cui si dorme conta molto sul risultato finale del russare o meno, in tal caso troviamo tantissimi piccoli strumenti come ad esempio il bracciale che dà lievi scosse o i cuscini antirussamento, che impedisce di dormire supini per via del rialzo che possiedono in corrispondenza della colonna cervicale.

Per evitare di respirare male e non ostruire la trachea potete inoltre dormire con la testa un po’ più sollevata con diversi cuscini, magari uno sopra l’altro. Ottimi anche i bite, si tratta di apparecchi in plastica usati dai pugili, questi atleti tengono i bite fra i denti, impedendo alla lingua di ostruire la trachea. Prima di dormire è fondamentale anche umidificare l’ambiente, poichè se l’aria è troppo secca irrita le narici, costringendo la persona a respirare con la bocca e aumentando al massimo il problema del russare durante la notte.

Per non russare la notte conta anche l’alimentazione, per esempio prima di andare a dormire la sera a cena si devono evitare le fritture, i condimenti, i latticini e l’alcool. Evitate poi di mettervi a letto subito dopo aver mangiato perchè questo eviterebbe di attivare il processo di digestione. Si consiglia invece prima di dormire di fare una doccia calda per liberare le fosse nasali intasate e facilitare il passaggio dell’aria.

 

 

I pericoli a cui si va incontro se si russa

Combattere la tendenza a russare è anche una questione di salute poichè secondo alcuni studi scientifici il continuo russare potrebbe provocare problemi di natura cardiovascolare. Secondo l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri il russare sarebbe un sintomo di un serio problema cardiovascolare poichè il russare sarebbe la conseguenza di qualche cosa che nell’organismo non è apposto.

Inoltre l’apnea ostruttiva alla lunga può danneggiare il cuore. Secondo gli scienziati nel momento in cui l’individuo non respira a causa di queste apnee, aumenta al massimo il rischio di ictus di almeno quattro volte. Aumenta invece di due volte il rischio di andare incontro ad ipertensione arteriosa, lo stesso discorso vale anche per le malattie metaboliche come, ad esempio, il diabete. Alcuni studi hanno poi dimostrato il collegamento fra le apnee ostruttive notturne e l’obesità. I pazienti che soffrono della tendenza a russare possono infatti spesso sviluppare ipertensione, diabete, deficit neurocognitivi e possono soffrire di complicanze cardiovascolari come angina, infarti e ictus.

Infine diversi anni fa una ricerca sul New England Journal of Medicine ha dimostrato che la fibrillazione atriale parossistica notturna, è una delle maggiori cause della formazione di emboli ed è correlata alle apnee. Ovviamente queste considerazioni valgono tenendo conto che chi soffre del russare solitamente è una persona sovrappeso o obesa, ed in tali casi  l’ eccessivo aumento ponderale di per sé può causare molti problemi al cuore e al cervello. La correlazione fra il russare e i problemi all’apparato cardiovascolare potrebbe trovare nell’obesità il suo completamento.

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]