Tumore alla pelle: colpa dell’abbronzatura artificiale 

Tumore alla pelle

Tumore alla pelle: Cosa non si farebbe per vedere non perdere l’abbronzatura estiva e cosa non si farebbe ancora per avere quel bel colorito bruno anche nei mesi invernali, be’ qualunque cosa si è disposti a fare sarebbe meglio prima soppesare i rischi e i benefici dei trattamenti abbronzanti che si utilizzano, anche perché tra i rischi vi è la possibile insorgenza di tumore alla pelle.

Tumore alla pelle: Le lampade abbronzanti, abbondantemente utilizzate nei centri estetici, sono tornate sotto accusa ancora una volta, a puntare il dito contro i danni che l’abbronzatura artificiale provoca alla nostra pelle è una analisi che è stata pubblicata sul British Medical Journal, l’analisi ha confermato che vi è una stretta correlazione tra tumore alla pelle e abbronzatura artificiale. Lo studio, che è stato condotto in collaborazione con International Prevention Research Institute di Lione (Francia) e dall’Istituto Europeo di Oncologia (IEO, Milano), ha preso in considerazione ben 11.428 casi di tumore alla pelle, stabilendo una stretta correlazione tra abbronzatura artificiale e varie forme di tumori alla pelle come: melanoma, carcinoma a cellule squamose e carcinoma a cellule basali.

TUMORE ALLA PELLE: ATTENZIONE AI LETTINI ABBRONZANTI

Tumore alla pelle

Tumore alla pelle: I dati che sono venuti fuori da questa ricerca sono a dir poco preoccupanti e ci dicono molto sulle cattive abitudini pericolose di gran parte di noi. Il 5,4% dei nuovi casi di melanoma che si verificano in Europa, sono attribuibili all’utilizzo di lampade abbronzanti a ultravioletti. Inoltre chi abitualmente ricorre a lampade abbronzanti ha il 20% in più di rischio di incorrere in tumori alla pelle rispetto ad un individuo che non utilizza questo trattamento. Il rischio di melanoma può arrivare ad aumentare anche dell’ 87% se si fa uso di lampade a ultravioletti prima dei 35 anni di età, è sufficiente, pensate, una sola lampada all’anno, per aumentare il rischio dell’1,8%.

Purtroppo questo studio non è il primo che avverte riguardo ai danni che l’abbronzatura artificiale può causare, lo scorso aprile, infatti, un altro studio, condotto dalla Mayo Clinic aveva condotto a risultati analoghi, seppure non così certi, a questi dell’ultima ricerca. Si era però già trovata una stretta correlazione tra l’insorgenza di melanoma sotto i 40 anni di età e l’abbronzatura artificiale. Fortunatamente i nuovi studi non lasciano dubbi sull’effettivo danno che i raggi ultravioletti dei lettini abbronzanti hanno sul nostro organismo. A rischio maggiore vi sono le donne, che presentano un rischio, otto volte maggiore, rispetto a quello dell’uomo di contrarre un tumore alla pelle.

Il danno provocato dai lettini abbronzanti è quindi certo, purtroppo a livello legislativo ancora non si prendono seri provvedimenti e si rischia così di avere, nei prossimi anni, una incidenza di tumori alla pelle nettamente maggiore rispetto al passato.

Leggi anche:

Come prendere la tintarella in modo sicuro

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]