Home Salute Trigliceridi bassi, conosciamo i sintomi

Trigliceridi bassi, conosciamo i sintomi

Trigliceridi bassi

Come per i livelli di trigliceridi elevati, i trigliceridi bassi, in sé e per sé non causano sintomi specifici. Non si può dedurre che i valori dei trigliceridi sono più alti o più bassi del dovuto solo basandosi sul modo in cui ci si ente. Occorre effettuare un esame del sangue a digiuno da almeno  12 ore per identificare un’anomalia .

Malnutrizione

Alcune condizioni che riducono le riserve di grasso, come la malnutrizione, possono causare livelli di trigliceridi inferiori rispetto alla norma. I sintomi della malnutrizione potrebbero includere lo stato di torpore, la sensazione di freddo, la magrezza, la pelle anelastica, capelli e unghie fragili, radi, capelli senza vita, atrofia muscolare, diarrea e perdita di peso. Una persona malnutrita può anche sviluppare infezioni frequenti dato che il sistema immunitario non funziona abbastanza bene per respingerle.

Ipertiroidismo

L’ipertiroidismo può accelerare il metabolismo, con conseguente perdita di peso e possibilmente, causare anche trigliceridi bassi. I sintomi dell’ipertiroidismo comprendono la tachicardia, la perdita di peso, l’ansia, la sudorazione, l’aumento dell’appetito, la stanchezza, i tremori, l’irritabilità e disturbi del sonno. Gli anziani possono non sviluppare tutti i sintomi dell’ipertiroidismo, specialmente se assumono farmaci beta-bloccanti, che possono mascherarli.

Cattivo assorbimento dei nutrienti

Un certo numero di malattie possono causare un cattivo assorbimento dei nutrienti, l’incapacità del corpo di assorbire sostanze nutritive attraverso l’intestino potrebbe portare a valori alterati dei trigliceridi. Le malattie come la fibrosi cistica, la celiachia, alcuni tipi del cancro, la perdita di peso, un intervento di bypass e malattie come l’ipobetalipoproteinemia possono portare a tali conseguenze. I sintomi variano a seconda della patologia, ma generalmente comprendono la sindrome da deficit di crescita nei bambini (scarsa crescita), perdita di peso e atrofia muscolare. Le manifestazioni gastrointestinali includono gonfiore, gas, diarrea, e crampi addominali.

Trigliceridi

I medici consigliano di mantenere i livelli di trigliceridi sotto i 150 mg / dl – milligrammi per decilitro di sangue. Tuttavia, molti ricercatori hanno dimostrato che è opportuno tenerli a valori ancora più bassi – 100 mg / dl o meno.

Ma, nel caso di trigliceridi eccessivamente bassi, quindi  troppo al di sotto dei 100 mg / dl – 25 mg / dl, è opportuno scoprire la causa di tale valore, in genere si tratta di un sintomo di una condizione medica di base.

Fonti di trigliceridi

Il corpo ottiene i trigliceridi dagli alimenti che ognuno di noi mangia. Alcuni alimenti, come la carne, il latte intero e i prodotti lattiero-casearii, contengono naturalmente trigliceridi. Il corpo converte anche alcune sostanze, come lo zucchero e l’alcool in trigliceridi. Quando si segue una alimentazione a contenuto molto basso di grassi e a basso contenuto di zucchero, il corpo dispone di una quantità limitata di trigliceridi.

Per aumentare la quantità di trigliceridi, basta aggiungere alcuni grassi sani e dei carboidrati alla dieta. Ad esempio, l’olio d’oliva, il pesce e le noci contengono molti  grassi sani. Invece, buone fonti di carboidrati sono i cereali integrali, i legumi e la frutta.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 22 Media: 2.5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui