Collegati con noi

Tricodinia: cause, sintomi e trattamenti

Tricodinia: cause, sintomi e trattamenti

La sensazione di dolore al cuoio capelluto, bruciore alla testa e prurito ai capelli è nota come un disturbo chiamato tricodinia, un fenomeno che può colpire uomini e donne in un rapporto 1 a 2.

Prurito al cuoio capelluto e bruciore alla testa- foto hypehair.com

Il “burning scap syndrome” o “sindrome dello scalpo che brucia” può essere considerato un fenomeno che compare in determinati periodi e intensità diverse in assenza di stimoli scatenanti oppure può essere persistente.

La tricodinia può essere considerata una delle cosiddette allodinie ovvero neuropatie cutaneo mucose caratterizzate da dolori o fastidi a livello della superficie senza nessuna causa patologica o traumatica.

Tricodinia: Cause

Fase telogen del capello- foto beautyhealthtips.in

Purtroppo non si conosce ancora il profilo delle cause reali che possono provocare il fenomeno di tricodinia.

A oggi si è fatta strada l’idea che questo disturbo che provoca dolore al cuoio capelluto e bruciore alla testa può essere innescato dalla correlazione di una serie di condizioni:

  • Fase telogen – La tricodinia può manifestarsi in concomitanza con la fase del capello che corrisponde alla caduta.
  • Stato infiammatorio – L’infiammazione del follicolo pilifero causata da infezione (Tinea capitis), altre patologie (alopecia) o dermatiti (seborroica, da contatto o psoriasi) può causare prurito e bruciore alla testa.
  • Prodotti aggressivi – Shampoo e balsami troppo aggressivi o tinture possono traumatizzare i capelli e determinare gravi conseguenze.
  • Sbalzi ormonali – La menopausa, il periodo post-parto o la pillola anticoncezionale possono alterare le normali condizioni ormonali.
  • Stress – Fasi acute di stress o ansia possono determinare un abbassamento della soglia di attivazione dei recettori del dolore.
  • Problemi vari – Un cattivo funzionamento della tiroide, un principio di artrosi e il fenomeno del bruxismo notturno possono determinare problemi al cuoio capelluto.

Ovviamente si tratta di semplici ipotesi che purtroppo non possono essere ricondotte a correlazioni specifiche rispetto all’insorgenza della tricodinia.

Tricodinia: Sintomi

Mal di testa- foto dermotricologia.it

La sintomatologia della tricodinia risulta estremamente variabile da soggetto a soggetto, ma è comunque ravvisabile una base comune dei sintomi:

  • Dolore al cuoio capelluto – Il dolore si manifesta a livello dell’attaccatura dei capelli e può insorgere in modo spontaneo oppure provocato dal contatto di spazzole o mani.
  • Bruciore – Il cuoio capelluto viene interessato da bruciore e una sensazione di “pelle che tira”.
  • Prurito – Il formicolio che si sente a livello del cuoio capelluto può essere più o meno intenso.
  • Diradamento – Se la tricodinia si associa alla fase telogen del capello è molto probabile che si sviluppi un diradamento dei capelli.
  • Mal di testa – Il prurito e il continuo stimolo a grattarsi può provocare emicrania.
  • Formicolio – Il prurito si accompagna spesso alla sensazione di formicolio.

Diagnosi

Come diagnosticare la tricodinia- foto tuame.it

Il processo di diagnosi di tricodinia non è affatto scontato, specialmente perché si tratta di un disturbo aspecifico.

È fondamentale rivolgersi a un dermatologo e sottoporsi a un esame specifico per definire in maniera approfondita il quadro clinico e approntare un rimedio o una cura per la risoluzione del problema.

Tricodinia: Cure naturali

Bacche di goji- foto cleverblog.ru

Non esistono dei rimedi naturali specifici per trattare la tricodinia con successo. È possibile tentare di alleviare il dolore ricorrendo ai rimedi naturali più utilizzati per gestire i problemi legati a capelli e cuoio capelluto.

  • Omeopatia – I rimedi omeopatici possono comprendere sulfur ( dermatite con forfora), Natrum muriaticum (cuoio capelluto grasso e acne localizzata all’attaccatura dei capelli) e Phosphorus (alopecia e perdita di capelli).
  • Rimedi naturali – Si tratta di “dritte alimentari” che vedono nel germe di grano (rigenera e combatte l’azione dei radicali liberi), nelle bacche di goji (mix di vitamina C e sali minerali) e nei semi oleosi (ricchi di acidi grassi essenziali) la strada per gestire tale disturbo.
  • Fitoterapia – La natura si avvale di estratti e componenti naturali per curare la tricodinia. Un esempio? Il gel di Aloe Vera.

Trattamenti farmacologici

Curare il dolore al cuoio capelluto- foto prontocapelli.it

Non esistono dei trattamenti farmacologici specifici per curare la tricodinia. Il medico può decidere di prescrivere una terapia che varia in virtù della causa che ha scatenato il disturbo.

Quali sono i farmaci più usati in caso di tricodinia?

  • Minoxidil (contrasta l’alopecia e prolunga la fase di crescita del capello)
  • Modulatori della cascata biochimica (trattamento dolore neuropatico)
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 4 Media: 2,3]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • cuoio capelluto bruciore
  • tricodinia post shatush

Non perderti questi consigli