Home Fitness Traumi muscolari: differenze tra contrattura, stiramento, strappo e crampo muscolare

Traumi muscolari: differenze tra contrattura, stiramento, strappo e crampo muscolare

Chi pratica sport a livello amatoriale o agonistico può incappare in traumi muscolari più o meno gravi che provocano dolore localizzato e gonfiore e rendono impossibile tornare subito a praticare l’attività fisica. Ma sappiamo davvero quali sono le differenze tra contrattura, stiramento, strappo e crampo muscolare?

Traumi muscolari- foto farmaciabianco.it

Il principale vantaggio di saper riconoscere i principali traumi muscolari in base ai sintomi è quello di approntare il rimedio adeguato tempestivamente senza conseguenze gravi.

Contrattura muscolare

Le contratture sono delle contrazioni involontarie di uno o più muscoli accompagnati da rigidità e dolore che aumenta durante l’attività fisica.

Questi disordini muscolari funzionali sono dovute da uno stato di affaticamento del muscolo e possono essere provocati da una insufficiente preparazione fisica, una mancanza di riscaldamento, una sollecitazione eccessiva oppure uno squilibrio posturale.

Di fatto le contratture muscolari non sono delle vere e proprie lesioni muscolari ma piuttosto alterazioni diffuse del tono muscolare che non determinano lesioni anatomiche evidenziabili con esami clinici o microscopico ottico.

Il problema è che una contrattura muscolare può peggiorare velocemente e cronicizzarsi fino a dare vita a fenomeni infiammatori.

Il dolore e il gonfiore a livello del muscolo contratto possono essere gestiti generalmente con riposo, massaggi ed esercizi specifici di stretching.

È possibile che il trattamento della contrattura muscolare richieda una terapia farmacologica e non farmacologica con farmaci miorilassanti.

Stiramento muscolare

Lo stiramento o elongazione muscolare è una lesione muscolare di media entità che altera il tono muscolare e provoca dolore localizzato e gonfiore.

Questo tipo di lesione può essere provocata da un allenamento non conforme alla preparazione fisica, un inadeguato riscaldamento pre-allenamento, un problema posturale oppure un recupero atletico non adeguato.

Lo stiramento muscolare può essere trattato con impacchi di ghiaccio (leniscono il dolore e riducono il gonfiore), riposo assoluto (impedisce di sovraccaricare la zona) e terapia riabilitativa (favorisce il recupero).

Strappo muscolare

Lo strappo muscolare è una lesione di tipo strutturale caratterizzata dalla rottura di molte fibre muscolari e da dolore acuto e trafittivo.

Si parla di “strappo” generalmente quando si compie una contrazione troppo rapida a seguito di una fase di completo rilasciamento, un allungamento eccessivo del muscolo o un sovraccarico di lavoro.

Bisogna pensare allo strappo muscolare come al danno progressivo di una corda in tensione sotto l’effetto di due tiranti.

Come curare lo strappo muscolare? La lesione delle fibre muscolare può richiedere l’applicazione di crioterapie, tecniche di compressione del muscolo, riposo assoluto con immobilizzazione della zona e un breve ciclo di antinfiammatori non steroidei.

Crampo muscolare

La morsa dolorosa, improvvisa e violenta che coinvolge i muscoli anche a riposo non è altro che una contrattura transitoria caratterizzata da un indurimento muscolare visibile e palpabile.

In caso di crampo muscolare è sufficiente stirare la zona o massaggiarla delicatamente per indurre sollievo immediato.

Il crampo muscolare è una contrazione che può coinvolgere tanto gli sportivi quanto le persone che non praticano sport, specialmente in fase adolescenziale, in età avanzata e durante il terzo mese di gravidanza.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui