Home Chirurgia Estetica Trattamenti vene varicose: come eliminarle, intervento, tecniche e costi

Trattamenti vene varicose: come eliminarle, intervento, tecniche e costi

Le vene varicose o varici sono vene superficiali e visibili che alterano il meccanismo di trasporto del sangue e creano disagio. La soluzione arriva dai trattamenti vene varicose!

Varici- foto imclao.com

Avere le vene varicose è una patologia piuttosto comune che interessa le vene di varie parti del corpo e in particolare degli arti inferiori.

Il problema è che le pareti e le valvole venose delle vene delle gambe possono subire una battuta d’arresto in seguito alla natura del loro funzionamento (contro la forza di gravità).

Oltre a compromettere il trasporto del sangue verso i tessuti questo problema coinvolge la sfera estetica con la comparsa di vene varicose e sintomi correlati come gambe gonfie, crampi notturni e prurito.

Tutto questo finisce per avere un effetto devastante sulla vita sociale, creando imbarazzo nel mostrare le gambe in pubblico.

Certo è possibile alleviare i sintomi delle vene varicose con rimedi della nonna e rimedi naturali efficaci come gli impacchi per vene varicose o creme per vene varicose, ma non sono sistemi definitivi.

E allora come trattare le vene varicose? Come eliminarle in modo definitivo?

Il primo piano di intervento per le vene varicose è la terapia con farmaci, accompagnata da dimagrimento, attività fisica e regole di comportamento (sollevamento delle gambe di notte e uso di calze elastiche di giorno).

Quando i medicinali e lo stile di vita non sono sufficienti a migliorare il trofismo venoso allora si può ricorrere ai trattamenti chirurgici per varici più o meno invasivi che promettono di risolvere la situazione.

Trattamenti vene varicose

Varici gambe- foto cz.pinterest.com

I trattamenti medici o chirurgici per vene varicose alle gambe e altre parti del corpo rappresentano la soluzione al problema estetico e ai problemi del sistema circolatorio.

La comparsa di varici, infatti, segnala che qualcosa non va nel sistema circolatorio e che il soggetto può andare in contro a ulcere venose, flebite o insufficienza venosa cronica.

Le vene varicose cosa sono? Sono vene caratterizzate da valvole venose che non si chiudono più completamente e pareti poco flessibili.

Basta dare uno sguardo alle vene varicose nelle immagini che si trovano online per capire che si tratta di vene che si gonfiano e mostrano intrecci bluastri o violacei visibili a occhio nudo.

Il candidato ideale

Il candidato ideale al trattamento chirurgico per varici è il paziente con vene gonfie e vene superficiali dilatate ed evidenti.

Solitamente le vene varicose hanno cause di natura congenita che si manifestano in relazione a obesità, gravidanza, vita sedentaria e progredire dell’età.

Visita specialistica

La visita specialistica è il primo passo per accedere a uno dei trattamenti per varici in quanto determina la situazione iniziale e il piano di intervento personalizzato.

Lo specialista programma l’intervento in base alle caratteristiche personali, alla qualità della pelle, all’esame delle varici e alle aspettative.

Preoperatorio

Prima dell’operazione il paziente deve sottoporsi a una serie di esami clinici diretti a stabilire le condizioni di salute e la presenza di problematiche che possano ostacolare l’intervento e i risultati finali.

Lo specialista può volere un quadro più preciso della condizione di partenza attraverso l’esame echo-doppler degli arti inferiori.

Il paziente deve seguire tutte le linee guida pre-operatorie indicate dal medico circa l’uso di varie alcool, tabacco e medicinali.

Vene varicose: Operazione

Valutazione varici- foto healthnwell.com

La chirurgia subentra quando la terapia medica fallisce e si deve evitare la comparsa di complicanze più gravi. Come far sparire le vene varicose con una cura definitiva? Bisogna eliminare le varici responsabili.

L’intervento chirurgico ha una durata variabile dai 30 ai 60 minuti in anestesia generale, locale e sedazione o spinale a seconda del tipo di problematica, dell’area da trattare e dalla tecnica scelta.

Il chirurgo può decidere di intervenire attraverso due tipologie di tecniche: il trattamento vene varicose con laser o lo stripping.

  • Laser – Lo specialista inserisce uno strumento nella vena (safena solitamente) per prosciugarla e chiuderla mediante fotocoagulazione. Il rischio di questa tecnica è che la vena si riapra col tempo.
  • Stripping – Il chirurgo localizza la vena da trattare, introduce uno strumento apposito e tira fuori il vaso per eliminarla completamente.

Altri tipi di trattamenti per vene varicose

Il chirurgo può ovviare ai suddetti trattamenti chirurgici per varici di arti inferiori e altre parti scegliendo altri tipi di tecniche, spesso eseguibili in ambulatorio. Tra le procedure più utilizzate si trovano:

  • TRAP – Il TRAP (trattamento per vene varicose) richiede l’iniezione di salicilato di sodio disciolto in ringer lattato e lidocaina nelle vene interessate per ottenere un effetto restringente.
  • Scleroterapia – Il trattamento sclerosante per vene varicose prevede l’iniezione di schiuma sclerosante, glucosio o cianoacrilato ciclico per stimolare l’infiammazione delle pareti e la restrizione del vaso.
  • Microscleroterapia – L’iniezione di un sclerosante nei ragni vascolari permette di agire sui vasi venosi per chiuderli e farli riassorbire.

Post operatorio

Il post operatorio di un trattamento per vene varicose gambe e altri parti dipende dalla situazione e dal tipo di tecnica utilizzata.

Il periodo è caratterizzato da un paio di giorni di riposo e l’assunzione di farmaci per gestire il dolore, il gonfiore e il bruciore nella zona.

Lo specialista può consigliare l’uso di calze compressive nel periodo di convalescenza per stringere i vasi e favorire la guarigione.

In linea di massima la routine può essere ripresa quasi subito mentre per le attività sportive blande è meglio aspettare una settimana. È possibile allenarsi in modo più intenso dopo un paio di settimane.

Vene varicose: Rischi e complicanze

Gambe senza varici- foto meinbezirk.at

I trattamenti chirurgici per varici non riservano particolari rischi o complicanze, specialmente se vengono effettuati da mani esperte.

Tra le complicazioni più comuni spicca la nevralgia a carico dei nervi periferiche che, però, sparisce nell’arco di qualche settimana.

Intervento varici: Opinioni sul prima e dopo

Se le immagini dei trattamenti vene varicose mostrano i benefici a livello estetico, le opinioni del prima e dopo raccontano di un intervento poco invasivo che migliora la qualità di vita.

I trattamenti sono semplici e veloci, non sono dolorosi e permettono di tornare alla routine entro pochi giorni dall’intervento.

Le varici tendono a diminuire sensibilmente con un miglioramento dell’aspetto estetico ed evitano la comparsa di complicazioni anche gravi.

Il problema è che potrebbero ricomparire nella stessa zona o in altre aree del corpo e per questo è necessario gestire le vene varicose con una prevenzione fatta di stile di vita sano e controlli annuali.

Trattamenti vene varicose: Costi

I costi dei trattamenti vene varicose dipende dalla situazione di partenza e dal tipo di tecnica utilizzata dallo specialista.

In linea di massima i costi complessivi per un trattamento più o meno invasivo si aggirano intorno ai 1.300- 2.500 euro.

In ogni caso è meglio non farsi orientare solo dai costi quando si tratta di trattamenti per vene varicose e preferire centri di eccellenza.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui