Home Salute Toxoplasmosi in gravidanza: Sintomi e cure

Toxoplasmosi in gravidanza: Sintomi e cure

Toxoplasmosi, sintomi e cure in gravidanza

Molte persone hanno o hanno avuto la toxoplasmosi, senza neppure accorgersene. Si tratta di una malattia quasi asintomatica, che dipende dal parassita del protozoo Toxoplasma gondii. Questo parassita può vivere sia tra gli uomini che tra gli animali, in particolare cani e gatti. Lo stesso parassita che è completamente innocuo per una persona senza particolari problemi, può essere decisamente dannoso per le donne in stato di gravidanza. In particolare per lo sviluppo dl feto che può subire gravissime conseguenze e anomalie.

Toxoplasmosi: come si contrae

La toxoplasmosi si può contrarre venendo a contatto con le feci degli animali, in particolare con quelle del gatto, mangiando carne cruda oppure frutta e verdura non lavata bene. Quindi, una volta accertata la gravidanza, fate gli analisi di rito per capire se l’avete contratta o meno. Se non  la  avete avuta, allora evitate di toccare gli animali, soprattutto i gatti. Non mangiate carne cruda e lavate sempre molto bene con un disinfettante la frutta e la verdura prima di consumarla.

I parassiti all’interno del corpo umano, possono moltiplicarsi esponenzialmente nel giro di poche settimane. ma una volta che hanno attaccato, rimangono inattivi e non si scatena più la malattia. Attenzione però. I soggetti immunodepressi (come i malati di AIDS) potrebbero veder di nuovo all’attacco il parassita, che approfitta della debolezza del suo ospite.

Toxoplasmosi: sintomi e diagnosi

La toxoplasmosi è una malattia quasi completamente asintomatica, sia nelle persone che negli animali. Per sapere e conoscere la presenza di questa malattia, è indispensabile un esame di laboratorio. Un semplice esame del sangue fa in modo che si conoscano subito i livelli di infezione dal parassita. Sono possibili anche altri esami clinici, ma solitamente il solo esame del sangue è sufficiente per capire la presenza o meno della malattia.

I bambini nati da madri affette da toxoplasmosi, o meglio, che la hanno contratto in gravidanza, possono avere dei sintomi importanti pe manifestare la malattie. Prima di tutto possono nascere prematuri, oppure con un sottopeso forte. I sintomi si possono manifestare subito al momento della nascita, come nei casi sopra citati, oppure in un secondo momento. Tra i sintomi più gravi ci sono certamente:

  • ittero,
  • crisi epilettiche
  • ritardi mentali
  • ghiandole ingrossate
  • febbre
  • anemia
  • fegato e bilirubina alterati
  • lividi ed emorragie.

Questi sintomi possono non comparire se la persona che li contrae è sana ed in età adulta. Sono invece molto frequenti tra i bambini che hanno contratto il parassita in pancia della mamma.

Toxoplasmosi: cura e prevenzione

Come abbiamo detto, a parte la gravidanza o le malattie immunodepressive, non importa curare la toxoplasmosi. Solitamente si manifesta un piccolo ingrossamento delle ghiandole che non da preoccupazioni. Le preoccupazioni si devono avere invece per i bambini che hanno contratto il parassita dalla pancia della mamma. Questi devono essere curati per tutto il primo anno di vita, indipendentemente dalla presenza o meno dei sintomi. Sono però i bambini con sistema immunitario debole, ma anche egli adulti, che devono essere curati accuratamente dalla toxoplasmosi, perché rischiano di arrivare alla morte.

Ma cosa dobbiamo fare per essere certi di non contrarre la toxoplasmosi? Ecco alcune regole base:

  • cuocere la carne
  • lavare bene frutta e verdura con un disinfettante
  • prima di cuocere la carne congelala, cos’ l’eventuale parassita morirà
  • non toccare la lettiera del gatto, tanto meno le feci

Sono solo piccole indicazioni, ma che veramente possono aiutarvi a stare meglio ed evitare di contrarre la malattia. Che, come abbiamo visto, può essere decisamente pericolosa.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui