Home Al Femminile Ti ama o no? Ecco come capirlo

Ti ama o no? Ecco come capirlo

a13

Mi ama o non mi ama? Quante donne ogni volta, all’inizio di una relazione, si fanno questa domanda? Il dubbio di non essere ricambiati, l’idea che l’altro cerchi solo una storia di sesso, la paura che i sentimenti non possano durare per sempre.  E’ assolutamente umano e normale puntare nella propria vita a raggiungere l’amore vero, quello duraturo, intenso e sincero. Ma proprio per questo la maggioranza delle volte l’amore rappresenta anche una grande fonte di ansia suprema e di incertezza. Ciò è legato anche al fatto che nel mondo non esistono parametri oggettivi per misurare l’amore che si prova o che qualcun altro prova nei nostri confronti. Se però vuoi davvero capire se il tuo lui o la tua lei ti ama, puoi affidarti alle scienze del comportamento e studiare i suoi gesti e i suoi comportamenti per tentare di riuscire a decifrare i sentimenti in una storia. In tal modo potrai capire se l’amore c’è ancora oppure no in ogni fase dell’amore, all’inizio di una storia, nel suo massimo, oppure alla fine della relazione.

I codici comportamentali legati all’amore sono diversi e variano molto da persona a persona, ma esistono dei segnali che si possono comunque interpretare. Ad esempio nella fase iniziale di un amore si sperimenta l’innamoramento, che può durare solo qualche giorno, una settimana, oppure un mese, in questo caso si vivono sentimenti molto forti come il senso di mancanza, il desiderio, il batticuore e le cosiddette “farfalle nello stomaco”. Molto spesso in questo periodo iniziale, soprattutto le donne, compiono l’errore più comune ossia quello di proiettare sull’altra persona i desideri e le aspettative che si hanno, finendo per amare l’altra persona non per com’è in realtà, ma per come vorremmo che fosse. Se si compie questo sbaglio appena l’innamoramento finisce si ritorna alla realtà e la persona si nota in tutti i suoi difetti.

Capire l’amore infatti è molto complicato ed è senza dubbio ancora più difficile quando si è molto giovani. La situazione poi si complica ancora di più a causa di internet, infatti oggi ci si conosce con molta più facilità attraverso i social network, tutto ciò rende ancora più complicato interpretare quali sono le reali intenzioni dell’altra persona.

Un altro problema sono gli errori che molte donne compiono nel valutare l’amore del patner, posto che non esiste un unità di misura per calcolare l’amore, bisogna innanzitutto sapere che al contrario di quanto credono in molti l’amore non si misura dalla quantità di telefonate, do dei messaggi o le frasi romantiche, nè dalle uscite che si fanno insieme e neppure, anche se sembra strano, dall’attrazione. Ciò che conta molto invece riguarda l’attenzione ai desideri dell’altro, se ti ama davvero infatti noterà quale è il tuo colore preferito, il tuo cibo, la tua serie televisiva. Un altro fattore importante è quello di cercare sempre la conciliazione, di raggiungere un compromesso ragionevole quando ci sono delle liti. Una persona innamorata inoltre ascolta il proprio partner quando ne hai bisogno e si concentra sull’altro.

Ovviamente come in tutte le cose serve il tempo giusto. Oggi infatti tendiamo a consumare tutto troppo in fretta, anche le relazioni, anche nell’amore infatti vorremmo avere subito certezze e subito le risposte le risposte che desideriamo, ma in questo caso dobbiamo imparare ad accettare l’incertezza. L’amore infatti deve essere alimentato e costruito nel tempo e con pazienza.

Quando si inizia una relazione e si è innamorati dell’altra persona ci si chiede: durerà? La prima cosa da capire è che non basta solo essere ricambiati dall’altra persona, serve che il sè che è dentro di noi accetti l’altro e la volontà di costruire una relazione. La cosa più importante dunque è comprendere meglio noi stessi e sentirsi completi come persona. Se si è raggiunta una certa maturità interiore infatti quando si conosce una persona nuova che ci piace molto non sentiremo il bisogno di sapere subito come andrà a finire. Se si guarda troppo in là infatti si rischia di attribuire valore a parametri che si sono costruiti da soli e che non hanno niente di oggettivo. Soprattutto nella fase iniziale di un amore è fondamentale parlare molto, ridere insieme, ma anche avere uno scambio reciproco di idee, condividere un’esperienza. Se l’altro risponde a questi stimoli in modo positivo vuol dire che la storia può durare.

Una delle cose più importanti da tenere sempre a mente è che in amore non esiste un copione standard. Infatti si può essere uniti in modo molto profondo, anche senza matrimonio, senza figli e senza convivenza. Alcuni amori partono lenti e diventano più forti nel tempo, altri invece iniziano subito con una grande passione e poi si spengono dopo poco tempo. L’evoluzione di un rapporto è basata su intese e progetti comuni. Per costruire un buon rapporto che duri conta la qualità del tempo che si passa insieme, la sintonia nelle scelte e la comunicazione. Inoltre deve esserci la voglia di pensarsi insieme ad esempio per un corso di lingue, un’iniziativa di volontariato e  un viaggio di studio.

Per approfondimenti

Mal d’amore ecco tutte le forme di questa malattia

I consigli per dimenticare un amore finito

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui