Home Alimentazione Test per determinare le intolleranze alimentari

Test per determinare le intolleranze alimentari

Test per le intolleranze alimentari

I sintomi di una allergia alimentare possono manifestarsi su diverse zone del corpo. Alcuni di essi includono:

  1. una sensazione di prurito all’interno della bocca, gola o nelle orecchie
  2. rash cutaneo pruriginoso o orticaria
  3. gonfiore del viso, del contorno degli occhi, delle labbra, della lingua e della parte superiore della bocca (angioedema).

Nei casi più gravi, una persona può avere una reazione allergica grave (anafilassi), che può essere pericolosa e condurre alla morte. Le allergie alimentari sono causate da una reazione esagerata del sistema immunitario che considera erroneamente le proteine, ​​che si trovano in alcuni alimenti, come una minaccia per l’organismo. In questo caso vengono rilasciate un certo numero di sostanze chimiche le quali causano i sintomi di una reazione allergica.

Qualsiasi cibo può causare una reazione allergica, ma ci sono alcuni alimenti che sono responsabili della maggior parte delle allergie alimentari. Nei bambini, i cibi che più comunemente causano una reazione allergica sono:

  1. latte
  2. uova
  3. arachidi
  4. pesci
  5. molluschi
  6. alcuni tipi di frutta come mele, pere, kiwi e pesche
  7. alcuni tipi di verdura come patate, carote, sedano
  8. la frutta secca, come le noci, le mandorle e i pistacchi

Le reazioni allergiche sono causate da immunoglobuline E (IgE) che tendono a innescare dei sintomi che persistono per ore o anche giorni. Non esiste un trattamento per curare una allergia alimentare. Il modo migliore per prevenire una reazione allergica è quello di identificare il tipo di alimento che causa l’allergia e quindi evitarlo in futuro.

Molte persone, quando avvertono dei malori come quelli esposti sopra, effettuano un test per scoprire la presenza di una eventuale intolleranza alimentare.

In commercio esistono dei test da fare a casa, ma il loro uso non è raccomandato.

Molti test per l’intolleranza alimentare, sono basati su principi scientifici non solidi, e anche se sono affidabili, è meglio lasciare che i risultati vengano interpretati da un professionista sanitario.

Quindi sarà meglio rivolgersi ad una struttura sanitaria o ospedaliera presso la quale verrà effettuato in via ambulatoriale il test per determinare le eventuali intolleranze alimentari.

Esistono diversi tipi di test da poter effettuare, in base alla sintomatologia, lo specialista sceglierà quello più adatto al caso. Il test per le intolleranze alimentari più usato è il prick test: veloce, indolore, sicuro e in grado di dare i risultati in circa 20 minuti. In questo caso si punge la pelle con una piccola quantità di allergene sospetto per vedere se c’è una reazione. Se c’è, la pelle intorno alla puntura diventerà rossa molto rapidamente e si avvertirà del prurito.

Oppure, si potrà eseguire un esame del sangue per verificare la presenza o meno di allergeni: si tratta del IgE test (formalmente noto come RAST test). E’ usato per misurare il numero di anticorpi IgE nel sangue che sono stati prodotti dal sistema immunitario in risposta ad un allergene sospetto.

Un altro test per le intolleranze alimentari è il patch test, che viene utilizzato per vedere se si innesca una reazione cutanea, ad esempio eczema, in seguito al contatto con una specifica sostanza chimica. Una piccola quantità di sostanza chimica viene aggiunta a dei dischi metallici speciali, che vengono tenuti sulla pelle per 48 ore per vedere se si innesca una reazione.

Per diagnosticare una intolleranza alimentare, il modo più accurato per appurare la presenza della stessa è quella di ingerire il cibo sospetto. Durante il test, verrà dato al soggetto il cibo a cui egli pensa di essere allergico in quantità che aumentano gradualmente e poi si va a vedere come reagisce. In genere ogni seduta richiede la verifica di uno specifico alimento. Eseguire il test per le intolleranze alimentari è importante e può essere l’unico modo per evitare dei problemi più seri alla salute.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui