Collegati con noi

Swimrun, lo sport che che unisce la corsa all’aperto e il nuoto in acque libere

Swimrun, lo sport che che unisce la corsa all’aperto e il nuoto in acque libere

Lo swimrun è uno sport che unisce due discipline amatissime e i loro benefici: corsa all’aperto e nuoto in acque libere. Ma quanto ne sappiamo di questa disciplina nata in Svezia per via di una scommessa?

Gara swimrun- foto otilloswimrun.com

Ebbene si, lo swimrun nasce in Svezia a seguito di una sfida tra amici dopo una bevuta, ma in pochi anni ha saputo appassionare e coinvolgere gli sportivi di tutto il mondo.

In Italia, però, è ancora poco noto, anche se recentemente sono stati organizzati dei test in prossimità di alcuni laghi piemontesi e lombardi per far conoscere lo swimrun.

Caratteristiche dello swimrun

Lo swimrun, essendo uno sport ibrido, riserva un’alternanza di fasi in acqua e fasi di corsa su terreno misto, il tutto senza una zona di cambio abbigliamento.

Sostanzialmente la sua particolarità risiede nel fatto che si corre con la muta e si nuota con le scarpe. Chiaramente si tratta di scarpe specifiche appositamente studiate per assicurare la tenuta al suolo mentre si corre e per assorbire meno acqua possibile mentre si nuota con le scarpe.

Lo swimrun richiede una muta speciale a gamba e manica corta, una cuffia, un paio di occhialini da nuoto,  un pullboy (boa a forma di otto che blocca le gambe per concentrare le forze sulla parte alta del corpo) e un paio di palette per mani (attrezzi che aumentano la spinta e la velocità in acqua).

Distanze

Le distanze nello swimrun non sono predeterminate: varia la lunghezza delle frazioni, il numero di frazioni e il totale delle prove da affrontare.

In linea generale, però, lo swimrun cerca di mantenere un rapporto del 15 % tra nuoto e corsa per le lunghe distanze.

La distanza di gara di un evento si esprime nella forma xk/yk/z, laddove “x” è il numero di chilometri da percorrere nuotando, “y” è il numero di chilometri da percorrere correndo e “z” è il numero delle frazioni di gara complessivo.

Smiwrun: vantaggi e benefici

Lo swimrun unisce e accresce l’efficacia di due sport benefici quali il nuoto e la corsa: il lavoro cardio e la sollecitazione muscolare coinvolge gambe, glutei, schiena, spalle e braccia a tal punto da definirli e tonificarli.

Lo sport ibrido spinge i partecipanti a mettersi alla prova e ad affrontare difficoltà impreviste (correnti in acqua, dislivelli sul terreno, ostacoli nei tratti a secco e così via), sviluppando così una certa consapevolezza delle proprie capacità fisiche e psichiche e aumentando l’autostima.

Chi può praticarlo?

Lo swimrun è uno sport che si può praticare anche in forma amatoriale e su tracciati accessibili a tutti, a patto che ci sia sempre qualcuno esperto.

Chi lo ha già praticato assicura che il contatto con la natura incontaminata e l’attività tra acqua e sentieri restituisce un senso di libertà inestimabile.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti questi consigli