Stregonia Siciliana: proprietà, impieghi, prezzo e controindicazioni

Esistono delle piante benefiche poco note come la Stregonia Siciliana che nascondo proprietà benefiche davvero inaspettate. Scopriamo meglio questa piata mediterranea!

La Stregonia Siciliana o Sideritis Syriaca è una pianta perenne appartenente alle Lamiaceae (a cui fa riferimento la menta piperita) che cresce nei Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo Orientale.

Il suo nome botanico deriva dalla parola greca “sideros” che vuol dire “ferro”, un modo per ricordare il suo ruolo essenziale nella cura delle ferite e dei traumi inferti ai soldati dalle spade in tempi antichi.

Nel tempo il potere rinforzante e rigenerante della pianta mediterranea è stato declinato ai disturbi lievi all’apparato respiratorio e all’apparato digerente.

Le sue proprietà terapeutiche hanno spinto gli abitanti di Creta a soprannominare la pianta Malotira, vale a dire un rimedio in grado di “tirare fuori” il disturbo.

Stregonia Siciliana: Proprietà e benefici

La Stregonia Siciliana, grazie al mix di terpenoidi, flavonoidi, iridoidi e caravacrolo, vanta proprietà straordinarie, da quelle antiossidanti a quelle antibatteriche fino ad arrivare a quelle ansiolitiche.

  • Antinfiammatoria – La pianta sviluppa un’azione antibatterica in grado di contrastare il raffreddore, il mal di gola e qualsiasi infezione dell’apparato respiratorio.
  • Lenitiva – Il potere lenitivo e calmante caratteristico della pianta permette di agire efficacemente per calmare i sintomi di gastrite, cattiva digestione e gastroenterite.
  • Antiossidante – La presenza di flavonoidi assicura un’azione antiossidante potente contro l’attività dei radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cellulare di tessuti e organi.
  • Ansiolitica – Secondo alcune ricerche la pianta sarebbe capace di comportarsi come un ansiolitico naturale che calma l’ansia e il nervosismo e migliora l’umore.

Stregonia Siciliana: Impieghi tradizionali e moderni

È possibile trovare la Stregonia Siciliana pianta è in vendita sotto forma di preparati erboristici utili per preparare il tè o di miele. Ovviamente a ogni prodotto a base di Stregonia corrisponde un prezzo diverso.

Da un lato i preparati venduti sotto il nome di tè del pastore, tè di montagna, tè greco o tè albanese possono essere usati per preparare una bevanda utile contro le malattie da raffreddamento, i problemi gastrointestinali e gli attacchi d’ansia.

Dall’altro lato, invece, la Stregonia miele si rivela un dolcificante pregiato e prezioso per ottenere il meglio della pianta.

Per quanto riguarda il tè del pastore preparato con i preparati di Stregonia venduti in erboristeria è bene specificare che si tratta di una bevanda priva di teina che può essere assunta anche dai bambini.

In ultimo, grazie all’azione antibatterica e al potere rigenerante, l’infuso di fiori e foglie della pianta può essere usato per fare degli impacchi su escoriazioni della pelle e ferite poco profonde.

Come coltivare la Stregonia

La Stregonia Siciliana può essere coltivata tenendo presente che la pianta preferisce terreni calcareo-sabbiosi drenati, necessita di una temperatura di germinazione di 20° C, richiede un tempo di germinazione di 7-14 giorni e deve essere raccolta tra maggio e luglio.

Infine, dopo aver raccolto la pianta, è necessario legarla in fasci e farla essiccare al sole per almeno 20 giorni prima di consumarla.

Controindicazioni

L’assunzione di preparati a base di Stregonia Siciliana  non comporta particolari effetti collaterali e controindicazioni. Può essere assunta anche più volte al giorno.

Il linea di massima, come consigliato per gli altri rimedi naturali, sarebbe meglio chiedere il parere medico in caso di gravidanza e allattamento.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 3.4]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato