Speciale Ostara: l’Equinozio di Primavera

primaver_optPer i nostri antenati l’Equinozio di Primavera (indicativamente segnato per il 21 marzo) rivestiva una grande importanza. Proprio in occasione di questa speciale festività, ecco curiosità, notizie e piccoli consigli fai-da-te su Ostara, l’Equinozio di Primavera!

Aggiornamento: Oggi, 20 marzo 2014, è iniziato l’equinozio di primavera. In realtà manca ancora 1 ora e 20 minuti prima che il sole entrerà a 0º 00′ 00″ dell’Ariete. Vi auguro subito un felice inizio della primavera e che possa portarvi meravigliosi cambiamenti!


Ostara è un termine latino che rimanda a Eostre, la Dea della Primavera. Non a caso era utilizzato dai nostri antenati per indicare l’Equinozio di Primavera, il 21 marzo.

La leggenda vuole che un piccolo coniglietto preparò un cesto di uova adornate da lui e le donò alla dea Eostre per lodarla. La dea, felice di tale regalo, chiese al coniglietto di andare in giro per tutto il mondo e lasciare questi piccoli doni nei prati, così che, gli uomini trovandoli, siano felici e le donino a loro volta a chi amano!

Il cesto pieno di uova è simbolo della fecondità della Madre Terra. Vuole inoltre ricordare che la primavera è alle porte. Il giorno e la notte in questo sacro momento di passaggio hanno la stessa durata.

Il terreno diventa morbido, gli alberi germogliano e tutto prospera e cresce rigoglioso. I poteri della donna si fanno più marcati e in questa giornata ogni cosa diventa possibile.
Il collegamento tra le usanze dell’Equinozio di Primavera e quelle della pasqua sono abbastanza evidenti, così come è facile capire perché la festa della donna è stata collocata proprio a pochi giorni di distanza dall’Ostara, momento in cui, i nostri antenati, omaggiavano tutte le donne con fiori e regali.

I simboli tipici di Ostara sono l’agnello, l’uovo, le farfalle e la luna nuova. Per onorare la dea Eostre i pagani accendevano fuochi nel camino, come simbolo della vita che si rinnova. Attaccavano campanelli nelle loro case e in prossimità dei campi per proteggere il raccolto e piantavano nuovi semi.

L’Equinozio di Primavera è il momento ideale per tagliare i ponti con tutto ciò che blocca la nostra crescita personale. Dai pensieri sbagliati ai sogni che non ci stanno permettendo di progredire. Così come i legami affettivi e quelli lavorativi. Bisogna donare vigore alle nostre vite, ma per farlo dobbiamo prima potare lo stupendo albero che siamo, rimuovendo i rami marci.

È proprio durante l’Equinozio di Primavera che la bella Persefone fa ritorno dal mondo sotterraneo.Qua sotto tutti gli articoli che approfondiscono, sia a livello pratico che teorico, l’Equinozio di Primavera!

1. Cosa fare durante l’equinozio di primavera

2. Come fare le uova di cartapesta

3. La discesa di Persefone agli Inferi

4. Eostre

5. Come preparare un incenso alle erbe

6. Candele fai-da-te: la cera d’api

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL