Home Rumors Snorkeling: divertimento, protezione e rispetto per l’ambiente

Snorkeling: divertimento, protezione e rispetto per l’ambiente

Lo snorkeling è un modo divertente per scoprire il fascino del mondo sottomarino che si nasconde sotto la coltre d’acqua. Ma sappiamo davvero come fare snorkeling?

Fare snorkeling- foto divebarbadosblue.com

L’attività di esplorazione dei colori, dei suoni e delle meraviglie sottomarine non riserva particolari limitazioni di età o preparazione fisica.

Questo non significa che basta infilare due pinne e una maschera per snorkeling per divertirsi e osservare i misteri sottomarini in sicurezza.

Come fare snorkeling

Lo snorkeling permette di vivere un’esperienza entusiasmante tra i misteri della vita sottomarina e promette di far bruciare 350-400 calorie in una sola ora e allenare le cosce e i glutei mediante i continui movimenti di spinta.

Nuotare per curiosare tra le forme di vita che si nascondono sotto il livello dell’acqua si trasforma così in un’attività fisica divertente e allenante.

Molto spesso, però,  il carattere divertente e la natura semplicistica dello snorkeling abbassano la soglia d’attenzione di chi si dedica all’attività marina.

Non resta che scoprire come fare snorkeling e fare proprie le regole base per scoprire la bellezza del mondo sommerso!

  • Maschera – La maschera deve essere adatta alla forma del viso e per questo deve essere scelta semplicemente appoggiandola senza la cinghia di bloccaggio e inspirando per constatare il grado di aderenza.
  • Tubo – Il tubo di areazione deve riuscire ad alloggiarsi bene in bocca e non deve far entrare l’acqua.
  • Pinne – Le pinne con scarpetta e pala non troppo rigida sono perfette per iniziare a scoprire il mondo sottomarino.
  • Scottature – La schiena, restando esposta ai raggi solari per tutto il tempo dello snorkeling, deve essere protetta con una crema dal fattore protettivo alto.

Protezione e rispetto per l’ambiente

Lo snorkeling è un viaggio alla scoperta del mondo sottomarino che deve seguire regole precise di sicurezza personale e di rispetto dell’ambiente marino.

In questo senso occorre prendere confidenza con le pinne prima dell’approccio in modo da non danneggiare il fondale e non creare turbolenze che potrebbero far scappare i pesci.

L’attività di esplorazione deve essere rimandata in caso di mare mosso e in prossimità di scogliere per evitare di essere spinti contro le rocce dai flutti delle onde.

È essenziale non toccare nulla e trovare una posizione di sicurezza dai pesci e dalle forme vegetali che si intende osservare.

In ultimo, ma non per importanza, è necessario dotarsi di una boa galleggiante per identificare la posizione in caso di necessità, specialmente se non si percorrono lunghi itinerari esplorativi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui