Home Alimentazione Smoothie: tutto quello che c’è da sapere sul frullato di frutta e...

Smoothie: tutto quello che c’è da sapere sul frullato di frutta e verdura

Golosi, vellutati e colorati. Gli smoothies stanno conquistando le papille gustative di chi ama stare in forma anche a tavola. Ma cosa è esattamente uno smoothie e a cosa serve?

Ricette smoothies- foto ciaofood.it

Il termine “smoothie” nasce negli anni ’60 per indicare una bevanda morbida, cremosa e vellutata da bere appena preparata per evitare il processo di ossidazione della frutta e la dispersione dell’incredibile mix di proprietà.

Lo smoothie è una bevanda genuina a base di frutta e verdura fresche che vengono frullate con ghiaccio, yogurt e molto più raramente con gelato.

Il successo di queste bevande green può essere misurato dalla nascita d’oltreoceano di veri e propri smoothies maker bar che vendono le bevande detox in comode bottiglie d’asporto, un’abitudine che sta conquistando davvero tutti.

In realtà gli smoothies hanno creato un bel po’ di confusione nel mondo delle bevande green:

  • Frullato – Si tratta di un mix di frutta e/o verdura reso liquido con l’ausilio di acqua o succhi di frutta.
  • Smoothie – La miscela di frutta e/o verdura si arricchisce di latte o yogurt e acquista un maggiore apporto calorico.
  • Frappè – Il mix di frutta e/o verdura contiene latte e ghiaccio.
  • Centrifugato – La bevanda contiene succo estratto da frutta e/o verdura con una concentrazione maggiore di vitamine e sali minerali.

Tipi di smooties

Smoothie banana- foto marthastewart.com

Sostanzialmente per realizzare uno smoothie è sufficiente prendere frutta e/o verdura rigorosamente ipocalorica e miscelare con latte vegetale e yogurt magro, senza dimenticare di aggiungere spezie, frutta secca o ghiaccio.

Lo smoothie diventa così una bevanda vitaminica dalla consistenza più spessa di un frullato, più liquida di una purea, meno fresca rispetto a un sorbetto.

Il fiore all’occhiello delle diete detox nasconde però una carica zuccherina naturale che non deve essere caricata da zuccheri aggiunti.

Non c’è una tecnica precisa per preparare uno smoothie o ricette perfette dal momento che basta scegliere gli ingredienti, metterli in un frullatore per smoothie e mixare tutto fino a ottenere una texture piuttosto densa, liscia e piacevole.

Le alternative per preparare lo smoothie sono numerose e più o meno dietetiche:

  • Frutta e verdura – Può essere a base di pomodori, carote, cetrioli, insalate oppure con miscugli di frutta e verdura come arancia e carota o agrumi e spinaci.
  • Latte – La base liquida degli smoothies può essere latte di mucca, latte vegetale o lo yogurt.
  • Ghiaccio – È possibile aggiungere qualche cubetto di ghiaccio tritato per rendere la bevanda ancora più rinfrescante.
  • Zucchero – Generalmente è preferibile non aggiungere altro zucchero alla carica zuccherina naturale, anche se è possibile addolcire il tutto con un po’ di miele o sciroppo d’acero ma in modalità 1 cucchiaio per 2 bicchieri.
  • Spezie – Il gusto dei frullati dimagranti può essere esaltato da spezie come cannella, citronella e zenzero, ma senza esagerare.
  • Integratori – I frullati dietetici possono essere arricchiti con aggiunte di integratori naturali (alghe, ginseng, sali minerali, polline e altro).

Smoothies: benefici

Benefici smoothies- foto kitchentreaty.com

Basta guardarli per percepire la cremosità e la vivacità di uno smoothie. Ma perché bisognerebbe includere questi frullati detox nella dieta alimentare?

  • Sapore – Le bevande a base di frutta, verdura, frutta secca o cereali sono davvero buonissimi da gustare.
  • Idratazione – La ricchezza di elementi nutritivi e sali minerali nutre il corpo e riduce la comparsa di disidratazione (fatica, mal di testa, mancanza di concentrazione e altro ancora).
  • Frutta e verdura – Le classiche 5 porzioni di frutta e verdura giornaliere sono un must per una dieta equilibrata e gli smoothies permettono di assumerne una quantità maggiore per conferire energia, supportare il sistema immunitario e regalare un benessere generale.
  • Fitochimici – Le bevande a base di ingrediente vegetali sono ricche di fitochimici, composti bioattivi contenuti nei vegetali che aiutano l’organismo a combattere l’azione dei radicali liberi e l’insorgenza di molte patologie.
  • Fibre – Un green smoothie può essere un ottimo modo per cercare di conquistare la dose giornaliera di fibre raccomandata (25-30 g).

Consigli utili

Green smoothie- foto leitv.it

Il fatto che gli smoothies siano concentrati di vitamine, minerali ed energia non deve far pensare di poterne consumare a volontà.

In realtà un bicchiere di smoothie corrisponde a una delle 5 porzioni giornaliere di frutta e verdura consigliate dai medici nutrizionisti.

Un solo bicchiere di smoothie, a seconda degli ingredienti usati, può contenere da 150 a 350 calorie e per questo non può essere consumato in qualsiasi momento della giornata o senza criterio.

Questo però non deve far dimenticare che dal punto di vista dietetico gli smoothies sono meno calorici di un sorbetto o un milkshake!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui