Home Al Femminile Gravidanza Sintomi gravidanza: Come riconoscerli

Sintomi gravidanza: Come riconoscerli

sintomi della gravidanza

Comprendere i segni e i sintomi della gravidanza è importante, perché ogni sintomo può essere collegato a qualcosa di diverso in gravidanza. Talvolta, i sintomi possono presentarsi entro una settimana dal concepimento. Tuttavia, è possibile che non si riscontrino sintomi per un periodo prolungato o per qualche settimana.

I sintomi da tenere d’occhio nella fase iniziale comprendono l’assenza del ciclo mestrualemal di testatensione mammarianausea e mal di schiena basso. Quindi, se siete state sessualmente attive e si verificano uno di questi sintomi, è importante fare un test di gravidanza. Ma vediamo nel dettaglio i sintomi della gravidanza.

Spotting o sanguinamento leggero

Una leggera perdita di sangue può essere uno dei primi sintomi della gravidanza. In genere, le perdite si verificano 6-12 giorni dopo il concepimento, quando l’embrione si impianta nella parete uterina. Alcune donne sperimenteranno macchie di sangue associate a dei crampi.

Altre spiegazioni: effetti della sindrome pre-mestruale, alterazioni mestruali, alterazioni dovute alla pillola contraccettiva, infezioni o lesioni da rapporti sessuali.

Ritardo / cambiamento nelle mestruazioni

Un periodo di ritardato o mancato arrivo delle mestruazioni è il sintomo e il più comune che porta a identificare una gravidanza nella donna. Quando si rimane incinta, il ciclo dovrebbe essere assente, tuttavia, alcune  donne possono sanguinare mentre sono in gravidanza, ma di solito il sanguinamento sarà più breve o più leggero di un ciclo normale.

Altre spiegazioni: aumento eccessivo di peso / perdita, affaticamento, problemi ormonali, tensione, stress, smettere di prendere la pillola, malattie o l’allattamento.

Gonfiore / tensione al seno

Le mammelle gonfie rappresentano un altro sintomo di gravidanza che può iniziare già 1-2 settimane dopo il concepimento. Le donne possono notare cambiamenti nel loro seno, che possono apparire morbidi al tatto, dolenti o gonfi.

Altre spiegazioni: squilibri ormonali, pillola anticoncezionale, imminente ciclo mestruale (PMS), tutte condizioni che possono causare alterazioni dei seni.

Fatica / stanchezza

Sentirsi stanche o più stanche del solito, rappresenta un sintomo di gravidanza che può anche iniziare già dalla prima settimana dopo il concepimento.

Altre spiegazioni: Stress, depressione, comune raffreddore o influenza, o altre malattie possono causare affaticamento e stanchezza.

Nausea / vomito mattutino

Questo sintomo è ben noto a molto donne in gravidanza e si mostrerà spesso fra la 2° e l’8° settimana dopo il concepimento. Alcune donne, tuttavia, hanno la fortuna di non dover affrontare tutte le mattine la sensazione spiacevole di nausea accompagnata dal vomito, durante la maggior parte della loro gravidanza.

Altre spiegazioni: intossicazioni alimentari, stress, cambiamento nel metodo di contraccettiva o altri disturbi di stomaco possono anch’essi causare la nausea.

Mal di schiena

Il mal di schiena può essere un sintomo che si presenta all’inizio della gravidanza, ma può anche essere una esperienza comune durante tutta la gravidanza.

Altre spiegazioni: Imminente arrivo delle mestruazioni, stress, problemi alla schiena o agli arti, tensioni fisiche o mentali.

Mal di testa

L’aumento improvviso degli ormoni nel corpo può causare mal di testa all’inizio della gravidanza.

Altre spiegazioni: disidratazione, astinenza da caffeina, imminente arrivo del ciclo mestruale, affaticamento degli occhi o altri disturbi possono essere la fonte di frequenti mal di testa cronici.

Minzione frequente

Circa 6-8 settimane dopo il concepimento potresti notare un aumento nella frequenza della minzione, soprattutto durante la notte .

Altre spiegazioni: infezione delle vie urinarie, diabete, aumentando apporto di liquidi o l’assunzione eccessiva di diuretici.

Oscuramento delle areole

In caso di gravidanza, la pelle intorno ai capezzoli può diventare più scura.

Altre spiegazioni: squilibrio ormonale non collegato alla gravidanza o il risultato dell’effetto residuo di una precedente gravidanza.

Voglie di cibo o avversioni alimentari

Molte donne avvertono forti voglie di alcuni alimenti quando sono in gravidanza, o al contrario, possono sviluppare l’avversione a certi tipi di cibo sin dall’inizio della gravidanza. Entrambe le condizioni possono durare tutti i 9 mesi. I pensieri e le voglie in gravidanza tendono ad andare di pari passo. La sola menzione di sottaceti e/o di gelato fa venire voglia ad una donna di gustarli.

Altre spiegazioni: cattiva alimentazione, mancanza di una determinata sostanza nutritiva, stress, depressione, malattia o imminente arrivo delle mestruazioni.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 15 Media: 2,5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui