Home Alimentazione Semi di senape: proprietà, benefici e usi

Semi di senape: proprietà, benefici e usi

I semi di senape sono semi oleosi non eccessivamente calorici e ricchi di minerali e vitamine provenienti dalla pianta della senape chiamata Brassica Species (famiglia delle Crocifere) molto utilizzati in ambito gastronomico e non solo.

Semi di senape- foto melandrigaudenzio.com

La Brassica Species produce infiorescenze con petali aromatici e gialli destinati a vari usi e frutti oleosi con cui si produce la tanto amata salsa. È proprio il colore dei semi oleosi a differenziale le diverse varietà:

  • Sinapis Alba o senape bianca (semi di colori giallo/bianco sfruttati come conservanti alimentari)
  • Brassica Nigra o senape nera (semi molto scuri utilizzati per insaporire i piatti e conferire una nota piccante)
  • Brassica Juncea o senape bruna (semi verdi molto apprezzati in Oriente)
  • Sinapis Arvensis o senape selvatica (semi diversificati con sfumature amate e piccanti)

 Valori nutrizionali

I semi di senape si presentano come frutti oleosi non particolarmente calorico: 100 grammi di prodotto corrispondono a circa 470 Kcal.

L’assetto nutritivo rivela un ricco complesso di carboidrati, proteine, grassi e fibra alimentare ed elevate percentuali di vitamina A, vitamina C, vitamina E e sali minerali (zinco, sodio, calcio, magnesio e selenio).

Proprietà terapeutiche

Sintomi influenzali- foto it.blastingnews.com

Questi semi oleosi non sono solo ingredienti perfetti per realizzare pietanze ricche e gustose ma conservano proprietà straordinarie ascrivibili più che altro a sinapina e sinigrina, principi attivi capaci di stimolare l’irrorazione sanguigna e linfatica e produrre calore. Come?

  • Farina – I semi oleosi sotto forma di farina possono essere mescolati con acqua per gestire dolori articolari e muscolari, sintomi influenzali a livello toracico e costipazione.
  • Olio estratto dai semi – Si tratta di un olio capace di ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue, limitare il dolore causato dalle aritmie e diminuire i livelli glicemici ematici.

Benefici estetici

Capelli sani e forti- foto bigodino.it

I semi prodotti dalla pianta della famiglia delle Crocifere rappresentano una fonte di incredibili proprietà estetiche molto sfruttate per le cure di bellezza e in particolar modo nei trattamenti del cuoio capelluto.

La medicina alternativa sottolineano la capacità dei semi oleosi di svolgere diverse azioni:

  • Nutrire cuoio capelluto e capello
  • Stimolare la crescita dei capelli
  • Ritardare la comparsa dei capelli bianchi
  • Prevenire la formazione della forfora desquamante

Controindicazioni

Effetti collaterali dei semi della Brassica Species- foto negroni.com

Gli effetti benefici di questi semi oleosi dipendono dalla loro capacità di innalzare la temperatura e quindi permettere una vasodilatazione, una proprietà che riserva effetti collaterali in determinati casi:

  • Bambini – Tutte le sostanze stimolanti possono provocare irritazioni esterni e problemi vari.
  • Allergie – I soggetti predisposti possono subite reazioni allergiche cutanee e alimentari.
  • Ulcere e gastrite – Le persone affette da ulcere e gastrite dovrebbero evitare l’assunzione di sostanze stimolanti.

Semi di senape in cucina

Sedano rapa con semi oleosi della Brassica Species- chedonna.it

Le preparazioni gastronomiche a base di senape sono ricette ricche e gustose, specialmente se si considerano le salse e le creme dette anche mostarde (nate come salse a base di senape e mosto di vino).

Ovviamente l’uso dei semi oleosi in cucina dipende dal gusto e dalla combinazione che si intende ottenere. Un esempio?

  • Semi gialli e semi neri – La mescolanza tra queste due varietà crea la salsa di senape di Digione.
  • Senape in grani – I granelli di senape possono essere aggiunti interi per decorare i piatti a base di carne, formaggio, uova e insalate.

In Italia, il termine “mostarda” riporta alla mente sia il dolce tipico delle festività natalizie noto come la mostarda di Cremona che la salsa di senape dal sapore amato e piccante allo stesso tempo a base di semi di senape, aceto, sale e acqua.

In cucina vengono utilizzate anche le foglie della pianta per esempio per arricchire minestre e creme a base vegetale.

Senape: ricette

Sperimentare in cucina è qualcosa che può dar vita a nuove creazione e idee straordinarie, ma un aiuto per iniziare non può che far bene.

Condimento di Digione

Senape di Digione- foto presidentformaggi.it

Preparare la famosa senape di Digione è davvero semplice:

  • Lavare 500 g di uva nera, asciugarla, passarla con un passaverdura per ottenerne il succo e filtrarlo con un colino
  • Tagliare due mele a fettine, cuocerle con 1 bicchiere di vino rosso fino al completo assorbimento
  • Aggiungere il succo d’uva e mescolare
  • Terminare la cottura, togliere la pentola dal fuoco e aggiungere 40 g di senape bianca in polvere disciolta precedentemente in un po’ di vino rosso caldo e la scorza di 1 limone

Pollo alla senape

Filetti di pollo alla senape- foto ricette.giallozafferano.it

Come si prepara questo secondo piatto delicato e gustoso? È sufficiente avere a disposizione 600 g di petto di pollo, 20 g di farina, 2 cipollotti, 2 cucchiai di senape, 1 cucchiaino di miele di Acacia, 1 spicchio d’aglio ed erbe aromatiche, olio evo e sale quanto basta.

Ecco come procedere:

  • Chiudere la farina in un sacchetto per alimenti, inserire il pollo tagliato a pezzi regolari, chiudere il sacchetto e agitarlo per infarinare la carne perfettamente
  • Affettare i cipollotti, rosolarli insieme all’aglio in camicia con un po’ di olio in una padella antiaderente e aggiungerci il pollo e rosolare per 5 minuti su tutti i lati
  • Eliminare l’aglio, aggiungere un bicchiere di acqua calda, la senape, il miele e un pizzico di sale e cuocere per 8-10 minuti
  • Servire il pollo con una spolverata di pepe appena macinato e spezie aromatiche

Filetto di maiale alla senape

Ricetta maiale alla senape- foto agrodolce.it

Si tratta di una ricetta molto semplice da realizzare, basta avere a disposizione 800 g di filetto di maiale, 150 g di vino bianco secco, 80 g di senape, 100 g di panna fresca, 2 cucchiaini di miele di Acacia, 2 rametti di rosmarino e olio e sale quanto basta.

Come procedere?

  • Eliminare le eventuali parti di grasso dalla carne, disporre sopra un rametto di rosmarino e legarlo con un po’ di spago da cucina
  • Scaldare un po’ di olio in una padella antiaderente e rosolare il filetto a fuoco vivo su tutti i lati
  • Sfumare con il vino bianco e lasciare evaporare qualche minuto.
  • Trasferire il filetto e i succhi di cottura in una teglia e cuocere in forno a 180 °C per circa 40 minuti o finché, la temperatura interna non risulta compresa tra i 55 °C e i 65 °C
  • Togliere il filetto dal forno e lasciarlo riposare 10 minuti
  • Filtrare il fondo di cottura e versarlo in padella unendo la spezia, il miele e la panna, regolare di sale e lasciare restringere qualche minuto
  • Eliminare la legatura, tagliare la carne a fette di circa un centimetro e servire il filetto con la salsa
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui