Semi di lino: proprietà, benefici, quantità giornaliera e controindicazioni

I Linum usitatissimum, o meglio semi di lino, sono semini salutari per il nostro organismo. Grazie alle proprietà benefiche di cui dispongono questi semi, il loro consumo sul mercato è assai notevole. Che beneficio hanno i semi di lino? Nell’articolo di oggi vediamo quali sono le controindicazioni, le proprietà e l’utilizzo dei semi di lino, sia in cucina che per quanto riguarda nel campo della salute.

semi di lino

I semi di lino infatti, sono ricchi di benefici ma, non devono essere inseriti nel proprio regime alimentare in modo eccessivo, altrimenti potrebbero anche portare a qualche effetto collaterale. Mentre in caso contrario, ossia se assunti con moderazione, i semi di lino si riveleranno dei validi alleati del nostro corpo.

I semi di lino vengono utilizzati anche per ricavare l’olio di lino, un altro prodotto che offre tanti benefici al nostro organismo. Non è un caso che entrambi spopolano sul mercato e sono oggi al centro di numerosi studi del settore.

Come procurarsi i semi di lino

I semi di lino sono molto comuni da trovare, basterà recarsi in un qualsiasi negozio biologico, nelle erboristerie e nei supermercati più forniti. È possibile trovare i semi di lino su Amazon e altri shop online. Solitamente le confezioni più comuni di semi di lino raggiungano il peso di 250 g o 500 g.

Un consiglio durante l’acquisto di questo alimento, prediligere sempre quello che riporta la dicitura BIO (per questo vi consiglio il nostro articolo dove vi spieghiamo perché dovremo mangiare BIO). La coltivazione biologica non utilizza pesticidi e altre sostanze dannose simili.

Semi di lino conservazione

Riguardo la conservazione dei semi di lino ci sono alcune regole che dovrebbero essere seguite. Per esempio la prima regola consiste nell’evitare che questo prodotto sia esposto alla luce, altrimenti tenderà a deteriorarsi in men che non si dica. La seconda regola è rivolta all’umidità dell’ambiente in cui sono collocati i semi di lino, Il luogo deve essere molto asciutto.

Semi di lino dorati o neri, la differenza

In commercio si trovano semi di lino dorati o neri, ma la differenza di colore non corrisponde a una qualità nutrizionale differente.

La differenza sostanziale tra i semi di lino dorati o neri è nel sapore leggermene tostato: più intenso nei semi dorati e meno vivo nei semi neri.

Semi di lino: Proprietà e benefici

I semi di lino al loro interno contengono grassi buoni, cioè Omega 3 e Omega 6. Sono ricchi di vitamina B, C ed E. Proteine e sali minerali quali: fosforo, rame, sodio, magnesio, ferro, calcio, potassio, zinco e manganese. I semi di lino contengono anche 4 tipologie di acidi: linoleico, stearico, oleico e palmitico. Infine, contengono anche vari aminoacidi. Vediamo adesso quali sono le proprietà dei semi di lino:

  • Proprietà lassative: i semi di lino combattono la stitichezza e migliorano in generale le funzioni dell’intestino, portando anche a una progressiva disintossicazione causata molto spesso dal cibo spazzatura o prodotti contaminati.
  • Proprietà antitumorali: sembra che, se inseriti in un’alimentazione equilibrata, aiutano a prevenire il cancro alla mammella, il colon e la prostata.
  • Benefici per il cuore: come abbiamo visto, contiene omega 3. Prevengono quindi la formazione di placche del colesterolo in eccesso e di conseguenza le ostruzioni delle arterie. Mantiene ben funzionante la circolazione.
  • Proprietà antinfiammatorie: sono un rimedio fitoterapico eccellente per alleviare le infiammazioni dell’intestino, l’apparato urinario e della pelle. I semi di lino dovrebbero essere consumati da coloro che soffrono di dermatiti.
  • Proprietà ipotensive: sembra che porti effetti benefici in coloro che soffrono di pressione alta.
  • Proprietà anti-age: migliorano l’ossigenazione cellulare e di conseguenza porta a una tardiva comparsa di rughe e ad una perdita di capelli molto minore.
  • Migliora le funzioni gastriche: e di conseguenza porta a una digestione degli alimenti migliore.
  • Pressione alta: le proprietà ipotensive, rendono i semi di lino perfetti per chi ha problemi di ipertensione.
  • Protegge l’encefalo: è la lecitina a offrire l’effetto benefico di tutelare sistema nervoso e centrale da patologie e danni.
  • Ossa: i semi di lino prevengono i disturbi delle ossa, come l’osteoporosi.
  • Rinforzante: rinforza il sistema immunitario e tonifica i muscoli
  • Depura: aiuta a espellere dal corpo tossine e scorie
  • Contro le emorroidi: aiuta a prevenire le emorroidi
  • Benefici sul feto: se il medico consiglia durante la gravidanza il consumo di semi di lino, non solo aiuta a prevenire problemi quali le emorroidi, ma favorisce lo sviluppo della corteccia celebrale del feto.
  • Lupus: gli studi sono ancora in corso ma, sembra che aiuti i pazienti che soffrono di lupus ad avere una funzione renale migliore
  • Diabete: chi soffre di diabete potrebbe ottenere benefici dall’assunzione di questi semi, i quali sembra che riescano a contribuire all’abbassamento del livello glicemico nel sangue
  • Menopausa: allevia le vampate di calore
  • Peso forma – In pochi sanno che è possibile usare i semi di lino per dimagrire in quanto gli acidi Omega 3 inducono sazietà. Come perdere peso con i semi di lino? Basta inserirli nei menu di tutti i giorni.

Semi di lino: Controindicazioni

Abbiamo appena avuto modo di appurare che i semi di lino hanno tanti benefici. Tuttavia non mancano le controindicazioni. Ad esempio, possono essere consumati in gravidanza, ma solo dopo aver chiesto il parere del medico.

Consumare dosi eccessive provoca ostruzione intestinale, nausea, flatulenza, dissenteria, gonfiore e crampi allo stomaco. A tal proposito è meglio consumare semi di lino nella quantità giornaliera consigliata di 3 cucchiaini.

Inoltre, non è consigliata a chi soffre di color irritabile e potrebbe interferire con alcuni farmaci anti-diabetici e anticoagulanti.

È  vero che i semi di lino macinati sono tossici? I glicosidi cianogenici contenuti potrebbero produrre acido cianidrico dall’azione tossica. Per questo, una volta macinati, dovrebbero essere consumati il più velocemente possibile senza sottoporli all’aria o il calore di un’eventuale cottura.

semi di lino

Semi di lino: Come si usano

Come si usano i semi di lino? I semi di lino sono ottimi ingredienti da inserire nel menu quotidiano, ma possono essere usati in modi differenti. Scopriamo come

Semi di lino in cucina

Un consiglio generalmente valido sui semi di lino e come usarli è quello di consumare un massimo di tre cucchiaini di semi crudi e tritati, sempre accompagnati da liquidi come acqua, tisana, succhi o centrifughe. Possono essere versati direttamente all’interno del liquido. I semi di lino possono essere abbinati alle minestre, le insalate, il pane e lo yogurt. Inoltre, si rivelano ottimi per la realizzazione di una tisana contro la stitichezza. Basta mettere a bollire un cucchiaino di semi di lino schiacciati per alcuni minuti, dopo filtrare e bere.

Semi di lino in cosmetica

I semi di lino si utilizzano in cucina, così come nel campo della bellezza. Si rivelano utili ad esempio nel trattamento dell’acne, per nutrire pelle e capelli. Vediamo come si prepara una maschera purificante per il viso, ideale per la pelle matura e quella secca. Procuratevi due cucchiai di semi di lino, un cucchiaio di miele e quattro di acqua calda. Tritate con un robot da cucina i semi di lino, mescolateli con gli altri ingredienti. Applicate sul viso e lasciate in posa per quindici minuti circa. Dopo rimuovete con acqua tiepida.

Semi di lino per i capelli

Questo impacco è ottimo per i capelli, grazie all’effetto lisciante e districante. Avete bisogno di un cucchiaino di semi di lino e dell’acqua distillata. Mettete i semi in un pentolino e copriteli con l’acqua. Portate a ebollizione e lasciate bollire per circa quindici minuti. Togliete dal fuoco e lasciate riposare per 12 ore. Filtrate il gel di semi di lino con un colino. Applicatelo sui capelli come una maschera. Lasciate in posa per venti minuti e dopo lavate i capelli usando lo shampoo.

Semi di lino: 4 ricette sfiziose

Le 4 ricette a base di semi di lino possono aiutare a fare a integrare questi semini nell’alimentazione in modo intelligente e inedito.

semi di lino

Insalata di quinoa e zucchine con i semi di lino

Ingredienti

  • Quinoa, 2 tazze
  • Scalogni, 2
  • Aglio, basta uno spicchio
  • Acqua, 3 tazze
  • Zenzero e mentuccia, qb (freschi)
  • Semi di sesamo, 1 cucchiaio grande
  • Semi di lino, 1 cucchiaio grande
  • Olio d’oliva, qb

Procedimento

  1. Prendere la quinoa e sciacquarla con cura usando acqua corrente. Subito dopo cuocere in un pentolino con acqua e sale, aspettare un’quarto d’ora. Scolare in seguito.
  1. Adesso prendere le zucchine e tagliarle in molti cubetti, lo stesso vale per lo zenzero (il quale è da sbucciare in precedenza). Tagliare lo scalogno finemente e schiacciare l’aglio (questo ingrediente deve insaporire e non cuocere tutto il tempo assieme agli altri). Saltare il tutto per cinque minuti con l’aggiunta dell’olio d’oliva.
  2. Adesso aggiungere i semi di lino e quelli di sesamo, saltare il tutto ancora pochi secondi e in seguito spegnere il fuoco. Per concludere aggiungere la quinoa e le foglie di menta a pezzetti.

Zuppa di carote e zucca ai semi di lino

Ingredienti (4 porzioni)

  • Carote grandi, 3
  • Rosmarino, 1 rametto
  • Dado vegetale, qb
  • Patata, 1
  • Semi di lino, 1 cucchiaio grande
  • Pane (quello casereccio), qb
  • Olio extravergine d’oliva, qb
  • Zucca di chioggia, 1 fetta

Procedimento

  1. Il primo passaggio sarà quello di lavare le carote. Fatto questo devono essere pulite con cura. Ripetere il procedimento con le patate e la zucca. Adesso travasare il tutto all’interno di una pentola grande. Servirà dell’acqua e andrà portata ad ebollizione. Tutto va eseguito con estrema calma.
  2. Adesso frullare il tutto usando un mixer, in seguito incorporare il rosmarino, i semi di lino e il dado vegetale. Cuocere e aspettare cinque minuti circa. È arrivato il momento di spegnere il fuoco e servire la ricetta, abbinare il pane casereccio e olio.

Crema di budwig

Ingredienti

  • Cereali crudi, 1 cucchiaio grande
  • Yogurt di soia (oppure magro), 120 grammi
  • Frutto di stagione, 100 grammi
  • Semi di lino, poco più di un cucchiaio grande
  • Banane, metà
  • Semi oleosi, 2 cucchiai grandi

Procedimento

  1. Con l’aiuto di un frullatore tritare i semi oleosi, i cereali e i semi di lino. Deve venir fuori farina con questi ingredienti. Fatto questo frullare la frutta e introdurla in una ciotola. Aggiungere del limone per insaporire.
  2. Adesso aggiungere lo yogurt sulla frutta, anche la farina creata in precedenza. Mescolare il tutto con estrema cura, ecco fatto niente di più facile. Buona colazione!

Biscotti alla farina di semi di lino

Ingredienti (20 biscotti)

  • Uovo, 1
  • Farina “00”, 30 grammi
  • Zucchero, 50 grammi
  • Burro, 60 grammi
  • Farina di semi di lino, 170 grammi
  • Mirtilli rossi essiccati, 100 grammi

Procedimento

  1. Prendere il burro e la farina e impastarli assieme. Quando il composto risulterà sabbioso, unire lo zucchero e anche il tuorlo dell’uovo. Mescolare con cura e attendere circa 30 minuti (l’impasto deve essere una palla solida).
  2. Passato il tempo necessario, prendere nuovamente l’impasto e introdurre un po’ per volta i mirtilli. Adesso dovranno passare altri 30 minuti.
  3. Adesso stendere la frolla, deve avere 1 centimetro d’altezza, usando un coppapasta (o in alternativa un bicchiere) e cominciare a ritagliare dei cerchi. Cuocere per 15/20 minuti in forno, la temperatura dovrà essere di 180 gradi.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 3]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL