Home Alimentazione Semi di chia: proprietà, benefici e controindicazioni

Semi di chia: proprietà, benefici e controindicazioni

Quest’oggi vedremo cosa possono offrire i semi di chia al nostro organismo, semplicemente inserendoli nel poprio regime alimentare. Quindi scopriremo quali sono i benefici, le sostanze nutritive ed i possibili effetti indesiderati dei semi di chia.

semi di chia

I semi di chia sono ricchi di sostanze positive per l’organismo. I loro effetti benefici sono di vario tipo e proprio per questo tali semini possono essere inseriti in una delle diete più seguite e sane del mondo, ossia la nostra dieta mediterranea.

Prima di passare al capitolo inerente alla composizione chimica dei semi di chia vediamo come si presentano. I semi di chia fioriscono l’estate, sono di piccole dimensioni e non hanno un colore fisso, ovvero esistono sia marroni, neri o grigi. È presente comunque anche una specie bianca di questi semi.

Semi di chia: sostanze nutritive

I semi di chia sono un ottimo alleato del corpo, essi presentano alte concentrazioni di sali minerali, fibre e vitamine. Inoltre anche le sostanze antiossidanti non mancano di certo in questo alimento. Vediamo adesso quali sostanze sono state rinvenute all’interno di questi semi:

  • Fibre
  • Proteine
  • Grassi
  • Carboidrati
  • Sostanze antiossidanti
  • Vitamine (A e C)
  • Sali minerali (ferro, manganese, calcio, zinco, magnesio, fosforo, rame)
  • Amminoacidi

I semi di chia sono un repertorio di buone sostanze da assimilare, questa è una certezza.

Dopo quanto appena descritto è facile capire perché possono essere integrati nella dieta mediterranea. Va comunque menzionato che le calorie possono essere troppe se questo alimento viene assunto in grandi quantità. Per cui non eccedere è la prima regola da seguire.

NB. La farina di semi di chia risulta molto più digeribile, anche le proteine verranno assimilate in maniera maggiore dall’organismo.

È arrivato il momento di dedicare un momento ai benefici di semi di chia sul nostro organismo. Per cui adesso vedremo perché sono tanto consigliati questi semi. Scoprendo i benefici non ci saranno più dubbi rivolti su questi piccoli semi terapeutici. Non ci rimane che leggere il capitolo sotto descritto.

Semi di chia: 10 benefici per la salute

I semi di chia sono un’ottima scelta alimentare quando si parla di salute e benessere. Ma cosa possono offrire di tanto importante al corpo e la mente? Risponderemo con i 10 benefici dei semi di chia:

  1. Migliorano il transito intestinale. I semi di chia sono un prodotto idrofilo, cioé quando entrano in contatto con l’acqua si gonfiano. Formano come un gel all’interno dell’intestino, il quale rende le feci più morbide e voluminose. Un ottimo rimedio naturale contro emorroidi e stitichezza.
  2. Contro l’anemia. I semi di chia sono ricchi di sali minerali, tra questi vi è compreso anche il ferro. Essendo quest’ultimo presente in forti concentrazioni, i soggetti anemici possono assimilarlo per combattere le carenze di ferro.
  1. Regolano la pressione del sangue. Le sostanze presenti nei semi di chia sono utili per combattere il disturbo della pressione alta. Il merito è comunque dei sali minerali.
  2. Aumentano le difese immunitarie. Il merito in questo caso è della vitamina C. Questa sostanza spicca rispetto a molte altre. Inoltre si rivela anche un ottimo antiossidante.
  3. Ricco di antiossidanti. I semi di chia oltre a contenere la vitamina C possiedano anche Omega 3 e 6. Queste combinazioni sono molto importanti per combattere i radicali liberi. Quindi sia le rughe che l’invecchiamento cellulare potranno essere contrastate.
  4. Non contengono glutine. Per tutti coloro che sono intolleranti al glutine o presentano altri tipi di disturbi rivolti a questa sostanza, possono assumere semi di chia senza problemi. Il glutine non rientra tra i componenti di questo alimento.
  5. Denti e ossa più forti. Sono spesso i sali minerali ad offrire più benefici del solito. In questo caso le percentuali considerevoli di fosforo e calcio sono i responsabili. La salute dei denti e delle ossa sarà migliorata, lo stesso vale per l’integrità.
  6. Migliorano la salute dei muscoli. I semi di chia offrono benefici anche all’apparato muscolare. Ovvero più tonici e forti risulteranno i muscoli, il responsabile questa volta è il magnesio.
  7. Basso indice glicemico. I semi di chia possiedano basse concentrazioni di zuccheri, quindi possono essere assunti senza problemi, ovviamente il consumo deve essere modesto. Anche i diabetici possono farne uso, ma solo dopo aver consultato il proprio medico.
  8. Saziano in poco tempo. I semi di chia sono famosi anche perché saziano tempestivamente. Per cui possono essere un ottimo alleato nei soggetti che stanno seguendo una dieta per perdere peso.

Semi di chia: controindicazioni

semi di chia 2

I semi di chia anche se terapeutici possono essere causa di effetti indesiderati. Per ovviare al problema sicuramente la prima cosa da fare è non esagerare con il consumo di questi semi. Eccetto casi di allergie a questo alimento le controindicazioni non si manifesteranno se le quantità assimilate saranno controllate. Vediamo adesso gli effetti collaterali dovuti ad un abuso di questo alimento:

  • Dolori addominali e gonfiore. Un consumo eccessivo di semi di chia può dare problemi di dissenteria. Per cui i sintomi saranno gonfiore e dolore addominale.
  • Reazioni con farmaci per l’ipopressione. I semi di chia abbassano la pressione del sangue, quindi se assunti con farmaci che danno il solito effetto i problemi possono fare comparsa.
  • Possibili intolleranze alimentari. Un consumo elevato di semi di chia può essere causa di intolleranze di natura alimentare. Per cui è consigliabile non esagerare l’assunzione. Alcuni soggetti possono soffrire di intolleranze ma senza esserne a conoscenza ed eccedere con un alimento può far nascere il problema.

Semi di chia: quanti ne possono essere consumati?

I semi di chia sono molto versatili, ovvero si accostano bene sia ai salati che ai dolci. Ogni ricetta si presta bene con questo alimento. Ovviamente proprio per questo motivo non deve nascere un consumo eccessivo. È facile sbagliare e nel giro di poco essere quasi dipendenti da un alimento. I semi di chia possono essere negativi per la salute se assunti in percentuali elevate. Ma se consumati con intelligenza si riveleranno ottimi alleati per la salute.

Ecco quando si possono mangiare i semi di chia:

  • La mattina. La colazione è importante per cominciare la giornata. Un piatto ottimo per offrire al nostro organismo subito molte sostanze importanti è la colazione a base di latte, cereali (possibilmente integrali) e semi di chia.
  • Merenda. Merendine casereccie come biscotti e panini possono essere un ottima alternativa alle merende tradizionali. Basterà unire i semi di chia con la farina ed il gioco è fatto.
  • Pranzo. Le ricette dove è possibile aggiungere i semi di chia sono molte. Per cui dipenderà dal gusto personale di un individuo. Quindi torte salate, primi piatti, secondi etc.

NB. E’ possibile mangiare questo alimento durante ogni momento della giornata, l’importante è che le quantità giornaliere siano sempre le solite. Ovvero non più di 25 grammi di questi semi al giorno.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 3.3]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui