Home Integratori Alimentari & Cosmetici Scutellaria integratore: cos’è e a cosa serve

Scutellaria integratore: cos’è e a cosa serve

I principi attivi delle piante aiutano nei problemi lievi, soprattutto quando vengono racchiusi in un integratore. Scopriamo lo Scutellaria integratore.

Baicalensis- foto flickr.com

La Scutellaria è una pianta della famiglia delle Labiatae con altezza di 20-40 cm, foglie opposte appuntite con ghiandole secretrici nella parte inferiore e fiori blu-violetto.

In Natura esistono diverse varietà, tra le quali spiccano la Scutellaria galericulata tipica del territorio americano e la Scutellaria baicalensis nativa del continente asiatico.

Anche se non ci sono grandi differenze, la medicina popolare utilizza da sempre la Scutellaria baicalensis per curare le infiammazioni al sistema gastrointestinale e all’apparato respiratorio ed episodi diarroici.

Non ci è voluto poi molto a trasferire le applicazioni della medicina popolare agli integratori alimentari a base di Scutellaria per pressione alta, ansia e molto altro.

Scutellaria: Proprietà

Depressione- foto pixabay.com

Da sempre la Scutellaria pianta viene apprezzata per i suoi principi attivi dall’azione antinfiammatoria, sedativa e antiallergica contenuti nelle radici.

Gli integratori a base di Scutellaria baicalensis racchiudono la giusta percentuale di tali principi attivi: flavonoidi, iridoidi e fitosteroli.

  • Infiammazioni gastrointestinali – Le sostanze antiossidanti sviluppano un’azione antistaminica leggera che lenisce i disturbi infiammatori scaturiti da un’intolleranza alimentare.
  • Dolori articolari – Il mix di flavonoidi, minerali e vitamina E svolge un’attività antinfiammatoria che riduce i dolori articolari e favorisce il recupero della funzionalità dell’apparato scheletrico.
  • Allergia – Alcune ricerche hanno sottolineato la capacità dei flavonoidi di intervenire con esiti positivi in caso di problemi allergici: allergie primaverili, eczema o asma.
  • Memoria – La pianta vanta proprietà neuro protettive grazie al flavonoide baicalina e promette di migliorare la memoria e l’apprendimento.
  • Ansia – I componenti sviluppano un’azione sedativa e rilassante che rendono perfetta la Scutellaria in caso di ansia, insonnia e stress.
  • Pressione – La pianta lavora sulla relazione che esiste tra attacchi di panico e pressione alta. In pratica agisce sui fattori di agitazione per tenere sotto controllo la pressione negli ipertesi.
  • Circolazione – I flavonoidi agiscono su circolazione e microcircolo, apportando un miglioramento sensibile per la funzionalità dei vasi sanguigni.

Scutellaria: integratore e rimedi naturali

Integratore- foto pixabay.com

È possibile sfruttare la Scutellaria e i suoi benefici acquistando un preparato per tisana, una tintura madre o un integratore in erboristeria, in farmacia oppure online da realtà affidabili e consolidate.

Nel primo caso non bisogna fare altro che versare un cucchiaio di preparato in una tazza di acqua calda, lasciare in infusione per 10 minuti, filtrare e bere la tisana fino a tre volte al giorno.

Si può optare anche per la tintura madre di Scutellaria ricavata dalla macerazione della pianta in una miscela di alcol e acqua. In questo caso si consiglia di assumere 2-4 ml di tintura per 3 volte al giorno.

Nel secondo caso, invece, si tratta di scegliere tra una vasta gamma di integratori a base di Scutellaria, ognuno pronto a sfruttare il potenziale della pianta in modo diverso.

Ci sono formule che agiscono sulla sfera emotiva riducendo gli stati d’ansia, soluzioni che supportano la risposta corporea a problemi allergici oppure integratori che leniscono i dolori articolari.

Questo tipo di integratori si trovano in commercio in compresse o in capsule da assumere durante i pasti secondo le istruzioni riportate dal produttore.

Scutellaria: Effetti collaterali e controindicazioni

Gravidanza- foto pixabay.com

L’assunzione di un integratore a base di Scutellaria, seppur ricco di principi attivi naturali, richiede sempre e comunque il parere medico.

I principi attivi della pianta potrebbero interagire con alcuni medicinali e potrebbe essere pericoloso in caso in gravidanza e allattamento o assunzione di farmaci sedativi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui