Home Fitness Sci di fondo: benefici e consigli per iniziare

Sci di fondo: benefici e consigli per iniziare

Cresce la voglia di praticare lo sci di fondo non solo per godersi la tranquillità della montagna ma anche per allenarsi intensamente sia in inverno che durante le stagioni più calde. Ma quali sono i motivi per praticare lo sci di fondo?

Sci di fondo: benefici e consigli per iniziare- foto sportoutdoor24.it

Questo sport appare agli occhi inesperti come la sintesi perfetta di forma fisica e coordinazione, qualcosa di impossibile da conquistare. Eppure lo sci di fondo è uno sport facile da imparare: bastano 5-6 lezioni per prendere confidenza con la tecnica classica e iniziare a scivolare con gli sci in due binari e i bastoncini!

Sci di fondo: benefici e vantaggi

La semplicità dei gesti lascia spazio a un sistema di coordinazione ed equilibrio che richiede impegno e buona volontà:

  • Articolazioni e muscoli – Lo sci di fondo parte da una tecnica base fatta di frenata, passo alternato o scivolata spinta utile per ridurre il rischio di cadute, mantenere l’equilibrio e allenare tutti i muscoli coinvolti nel respiro (diaframma) e pettorali, dorsali e traverso dell’addome.
  • Capacità vitale – Questo sport aumenta la massima quantità di aria mobilizzata in un atto respiratorio e ottimizza la resistenza alla fatica.
  • Elasticità muscolare – Gli ampi movimenti di spinta alle braccia conferiscono elasticità a collo, scapole e dorso.
  • Perdita peso – Bastano 50 minuti in pista per mantenere la frequenza cardiaca tra il 60 e il 70% e snellire la silhouette, evitando traumi da impatto a ginocchia, caviglie e anche di chi è in sovrappeso.
  • Postura – Spingersi sui bastoncini impone una postura perfetta (spalle basse, muscoli addominali contratti, petto aperto e schiena allungata).
  • Antistress – Il contatto diretto con la natura diventa un antistress naturale che libera dalle tensioni e riallinea mente e corpo.

Come approcciarsi allo sci di fondo

Per prima cosa bisogna munirsi di abbigliamento da sci di fondo (t-shirt tecnica in micropile da montagna o giacchina poco imbottita e pantaloni leggeri in softshell aderenti traspiranti se il clima è umido) e acquistare o prendere in affitto tutto quello che occorre per praticare lo sci di fondo (attrezzatura).

In secondo luogo è necessario scegliere l’anello giusto ovvero il livello di difficoltà del tracciato segnalato dagli indicatori colorati:

  • Azzurro – Facile
  • Rossi – Media difficoltà
  • Neri – Lunghezza e dislivello impegnativi

Chi inizia da poco deve “accontentarsi” di scendere le piste azzurre perché più facili e gestibili. Come iniziare?

  • Riscaldamento – Una corsa leggera per 2 minuti e una sessione di mobilizzazioni (imitare con le braccia la nuotata a dorso, fare lente flessioni del busto in avanti e laterali, sollevare il ginocchio e creare movimenti circolari sia a destra sia a sinistra) potrebbero bastare per preparare il corpo allo sci di fondo.
  • Piano di training – È possibile allenare cuore e polmoni e generare un effetto stimolante sul metabolismo basale semplicemente pianificando il training (40 minuti di allenamento, 5 minuti di riscaldamento e 5 minuti di defaticamento).
  • Stretching – I muscoli devono mantenersi elastici e per questo è fondamentale allungare i quadricipiti portando il tallone al gluteo, alzando lateralmente il braccio al livello della spalla e piegando il gomito mantenendolo con la mano opposta, facendo un passo ampio e flettendo il ginocchio anteriore.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 3 Media: 3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui