Sai come evitare errori nel nuoto e negli altri sport acquatici?

Gli sport acquatici e in particolare il nuoto sfruttano l’acqua per opporre allenare il corpo con una maggiore resistenza e allo stesso tempo non stancare e inficiare sulle articolazioni. Ma come evitare errori nel nuoto?

Come evitare errori nel nuoto- foto blog.unisalute.it

Rispettare le regole ed evitare errori nel nuoto anche grossolani consente di godersi appieno l’attività e beneficiare di un allenamento completo dei gruppi muscolari e allontanare i pensieri e lo stress.

Come evitare errori nel nuoto?

Per praticare sport acquatici come il nuoto è fondamentale ricordare di evitare gli errori nel nuoto e in acqua più frequenti, non iniziare con un programma troppo ambizioso e rispettare poche e semplici regole. Non resta che scoprire come evitare gli errori nel nuoto e negli altri sport acquatici:

  • Niente tuffi dopo i pasti – Il corpo non può essere impegnato sia sul fronte della digestione che su quello fisico. Il tempo d’attesa dipende dal tipo di menu consumato, ma generalmente è preferibile aspettare almeno 1 ora.
  • Riscaldamento – Prima di praticare qualsiasi sport è fondamentale praticare una mini sessione di riscaldamento per mettere in moto il sistema cardiovascolare. Come? Camminare in acqua, fare una camminata con saltelli e così via.
  • Migliorare la tecnica – La cattiva coordinazione di gambe e braccia, la respirazione sbagliata e i movimenti troppo bruschi rischiano di compromettere l’esercizio e rovinare la nuotata agli altri.
  • Costanza – Iniziare in modo progressivo e stilare un programma di allenamento migliora la tecnica, aumenta i benefici e non disturba i “colleghi” di nuotata.
  • Respiro – La corretta respirazione consiste nel trovare il ritmo giusto. Un esempio? Dopo due movimenti di braccia è possibile alzare la testa per prendere aria, senza dimenticare di inspirare nel momento in cui il braccio è in alto fuori dall’acqua. La nuova immersione della testa dentro l’acqua consente l’espulsione dell’aria con la bocca per prepararsi all’inspirazione successiva.
  • Crampi – I dolori ai polpacci e alle mani sono molto frequenti nel nuoto e quando si manifestano è fondamentale stare calmi, fare il morto a galla e respirare profondamente finché il dolore non passa.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato