Home Salute Sacroileite: cause, sintomi e trattamenti

Sacroileite: cause, sintomi e trattamenti

Il mal di schiena localizzato nella parte inferiore della schiena potrebbe essere provocato dalla sacroileite. Cosa è? Scopriamolo insieme!

Sacroileite bilaterale- foto kadinvekadin.net

Si tratta di un’infiammazione delle articolazioni sacro iliache ossia i due elementi articolari che congiungono l’osso sacro all’ileo osso (destro e sinistro).

La funzione principale dell’articolazione sacro iliaca è quella di trasmettere il peso della colonna vertebrale verso la pelvi e gli arti inferiori.

Va da sé che il meccanismo di ammortizzazione avviene anche in senso opposto, vale a dire dal basso con gli arti inferiori verso l’alto.

Sacroileite: Cause

Cause infiammazione dell’articolazione sacroiliaca- foto sciencedaily.com

La sacroileite è un’infiammazione dell’articolazione sacroiliaca che tende a bloccare i legamenti e a rendere poco fluidi i movimenti lombari degli arti inferiori.

Il compito dell’articolazione sacroiliaca può essere messa a dura prova da una serie di cause:

  • Infortuni unilaterali e ripetitivi (cadute accidentali o incidenti)
  • Artrite (infiammazione di una o più articolazioni)
  • Gestazione (bacino tende ad allargarsi per ospitare il feto in grembo)
  • Malattia infiammatoria dell’intestino (Morbo di Crohn o colite ulcerosa)
  • Infezioni (ossa, tratto urinario e interno del cuore causano la sacroileite infettiva).
  • Tumori (esiste una correlazione tra sacroileite e tumori, visto che le forme tumorali possono presentarsi con un dolore localizzato a livello di schiena e zona sacrale).

La rigidità dei legamenti della zona (legamenti sacroiliaci, l’ileolombare, l’interosso, il sacrotuberoso e sacrospinoso) genera un’infiammazione che può colpire solamente un lato della colonna (sacroileite monolaterale) allo scopo di lasciare l’altro lato a “tamponare” tutte le tensioni.

Sacroileite: Sintomi

Sacroileite: Sintomi- foto trovami.com

Il sintomo caratteristico con cui si manifesta la sacroileite è il dolore a carico di glutei e parte più bassa della schiena.

Un tratto tipico della sacroileite è la rigidità dei movimenti dell’area lombare e della colonna vertebrale: movimenti di flessione in avanti, movimenti in estensione e così via.

È possibile che a dolore e rigidità si associ anche una sensazione di calore, segno dell’infiammazione in atto nella zona sacroiliaca.

Cosa aggrava il dolore

Fare le scale- foto guidagenitori.it

Va detto che con la sacroelite è meglio evitare la bicicletta e una serie di gesti e comportamenti che potrebbero aggravare l’infiammazione dell’articolazione sacro-iliaca :

  • Stare in piedi ore e ore
  • Andare in bici
  • Fare le scale
  • Correre e saltare
  • Assumere posizioni scorrette
  • Camminare a lunghi passi
  • Rotolarsi nel letto
  • Stare seduti a lungo

Sacroileite: Diagnosi

Anamnesi- foto news18.com

La sacroileite può essere diagnosticata solo rivolgendosi prima al medico di base e poi a uno specialista in modo da chiarire la situazione attraverso una serie di procedure e analisi:

  • Esame obiettivo e anamnesi – Si verifica la presenza o l’assenza di una condizione anomala e vengono raccolti i sintomi per capire cosa possa aver generato il processo infiammatorio dell’articolazione sacro iliaca.
  • Radiografia e risonanza magnetica – I raggi e la risonanza magnetica della colonna vertebrale consegna immagini chiare delle possibili zone danneggiate o infiammate.

Sacroileite: Cura e Trattamenti

Sacroileite cura- foto clinicaonline.it

La sacroileite può essere molto difficile da diagnosticare a causa di una sintomatologia troppo simile ad altre condizioni, come la sciatalgia per esempio.

Tra l’altro la sacroileite mantiene una invalidità molto modesta se è localizzata solo al sacro-iliaco e per questo potrebbe essere sottovalutata.

Soltanto con il tempo e l’assenza di un trattamento adeguato e tempestivo può diventare una condizione cronica che compromette lo stile di vita e porta chi ne soffre sulla soglia della depressione e dell’insonnia.

Il trattamento dipende dall’intensità dei sintomi e dai fattori scatenanti che hanno provocato l’infiammazione dell’articolazione sacro iliaca.

I medici preferiscono trattare la sacroileite con una terapia di tipo conservativo, ricorrendo alla chirurgia soltanto quanto tutti gli altri rimedi hanno fallito.

Terapia conservativa

Sacroileite terapia- foto noene-italia.com

La terapia di tipo conservativo per la cura della sacroileite e del dolore può comprendere diversi approcci:

  • Riposo – Tenere a riposo la parte interessata può ridurre lo stato infiammatorio.
  • Impacchi di ghiaccio – L’applicazione di ghiaccio sulla schiena dolente per una durata di 15 minuti per 4-5 volte al giorno può lenire il dolore.
  • Posizione durante il sonno – È importante assumere una posizione che fornisce sollievo per il dolore alla parte della schiena.
  • Farmaci – La terapia farmacologica può essere a base di farmaci antinfiammatori non steroidei, farmaci miorilassanti o farmaci inibitori del TFN alfa.
  • Fisioterapia – La sacroileite richiede esercizi di rinforzo dei muscoli della schiena ed esercizi di allungamento dell’articolazione sacroiliaca.

Terapia chirurgia

Trattamento chirurgico per la sacroileite – foto wiadomosci.onet.pl

Il trattamento chirurgico è un intervento di artrodesi, una fusione degli elementi ossei che punta a ridurre il dolore articolare.

Va ricordato che la fusione dell’osso sacro a una o a entrambe le ossa iliache (osso ileo destro o sinistro) è molto invasiva e rischiosa.

Altri trattamenti

La soluzione dell’intervento chirurgico viene tralasciata in favore di altri trattamenti invasivi, sempre e comunque dopo il fallimento della terapia conservativa:

  • Denervazione tramite radiofrequenza – L’energia della radiofrequenza distrugge il tessuto nervoso che circonda l’articolazione sacro iliaca responsabile del dolore.
  • Infiltrazioni – Il trattamento della sacroelite con infiltrazioni prevede l’inserimento di un ago nello spazio articolare per rilasciare una miscela di farmaci base di cortisone e/o acido ialuronico.
  • Stimolazione elettrica – La terapia prevede l’installazione di uno stimolatore elettrico in prossimità dell’osso sacro capace di alleviare la sensazione dolorosa.

Sacroelite: quanto dura e prognosi

La prognosi in caso di sacroileite dipende dai fattori scatenanti: più una causa è clinicamente rilevante e maggiori sono le difficoltà nel curare l’infiammazione delle articolazioni sacro iliache.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4.3]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui