Collegati con noi

Rottura capillare dell’occhio: cause, sintomi e trattamenti

Rottura capillare dell’occhio: cause, sintomi e trattamenti

La rottura capillare dell’occhio è un evento molto comune provocato da traumi, cambiamenti ormonali o alcune patologie sistemiche che non lascia spazio a particolari preoccupazioni perché si risolve autonomamente in poco tempo.

Rottura capillare dell’occhio- foto npr.org

La emorragia sottocongiuntivale o iposfagma si presenta con una macchia di sangue nell’occhio, un fenomeno che prende vita nel momento in cui si rompe un capillare a livello della parte trasparente dell’occhio chiamata sclera.

Questo fenomeno può coinvolgere qualsiasi persona e può interessare sia l’occhio destro che l’occhio sinistro.

Nella maggior parte dei casi, la rottura capillare dell’occhio destro o sinistro è un “problema” che si risolve autonomamente nel giro di qualche giorno, eppure in alcuni casi può diventare frequente e perdurare per qualche giorno (segnale di un disturbo più grave).

Tipi di rottura capillare

Emorragia sottocongiuntivale- foto healdove.com

Anche se la forma più comune di rottura capillare dell’occhio è per l’emorragia sottocongiuntivale, esistono altri tipi di emorragie:

  • Emorragia vitreale – La rottura interessa la zona in cui si trova la struttura gelatinosa che riempie la cavità vitreale tra la parte posteriore del cristallino e la retina.
  • Emorragia retinica – Il fenomeno coinvolge la zona retinica o meglio la membrana interna dell’occhio (coni e bastoncelli).

Rottura capillare dell’occhio: Cause

Cause occhio rosso- foto uncome.it

La rottura del capillare nell’occhio è causata dalla lesione di un piccolo vaso sanguigno che, una volta rotto, riversa il sangue contenuto nella congiuntiva bulbare (occhio rosso e macchia di sangue nell’occhio).

I capillari presenti nell’epitelio risultano abbastanza fragili e le loro strutture sono visibili quando l’occhio è semplicemente infiammato e rischiano di rompersi con facilità.

Le cause della rottura capillare dell’occhio possono essere rintracciate in base alla localizzazione in cui si manifesta la rottura del capillare (sottocongiuntivale, vitreale e retinica).

Emorragia sottocongiuntivale

Uso delle lenti a contatto- foto comefare.com

  • Sforzi fisici (starnuti o colpo di tosse intensi, sollevamento carichi pesanti o vomito)
  • Cambiamenti ormonali (gravidanza)
  • Alimentazione (pepe di Cayenna o zenzero)
  • Sfregamento eccessivo dell’occhio
  • Uso di lenti a contatto
  • Farmaci anticoagulanti o antiaggreganti
  • Sbalzi di pressione intraoculare e intracranica

Emorragia vitreale o retinica

Diabete- foto emicenter.it

  • Patologie vascolari sistemiche (es. ipertensione oppure occlusione venosa)
  • Diabete e retinopatia diabetica
  • Distacco della retina
  • Degenerazione maculare (perdita funzione della macula)
  • Patologie agli occhi (es. casi gravi di infezione all’occhio, glaucoma o uveite)
  • Complicazioni post-operatorie in chirurgia refrattiva (correzione di miopia, ipermetropia e astigmatismo)
  • Traumi (contusione o frattura del cranio)

Rottura capillare dell’occhio: Sintomi

Sintomi rottura capillare nell’occhio- foto starbene.it

La diversità delle cause che provocano la rottura capillare dell’occhio traccia il profilo di un quadro sintomatologico leggermente differente per ciascun fenomeno.

  • Emorragia sottocongiuntivale – Sanguinamento e comparsa di sangue nella parte bianca dell’occhio (“sangue nell’occhio”), dolore, mal di testa e sensazione di graffiamento, ma nessun cambiamento di visione.
  • Emorragia vitreale o retinica – Miodesopsie (corpi mobili o farfalle volanti) e compromissione della vista.

Fattori di rischio

Pepe di Cayenna- foto piuvivi.com

Esistono alcuni fattori di rischio che possono aumentare le probabilità di rottura capillare dell’occhio come l’assunzione di farmaci anticoagulanti (Aspirina o Warfarin), l’uso eccessivo di alcune erbe officinali e integratori alimentari (erba di S. Giovanni, ginkgo biloba, zenzero o pepe di Cayenna)  e gli sbalzi ormonali durante la gravidanza.

Diagnosi

Visita oculistica- foto h24notizie.com

Un normale esame oculistico può essere sufficiente per diagnosticare la comune emorragia sottocongiuntivale.

Se la causa della rottura capillare dell’occhio non risulta chiara, il medico oculista può prescrivere alcuni test diagnostici per escludere patologie a carico dell’occhio.

Quando la rottura capillare a carico dell’occhio è stata provocata da un trauma risulta necessario effettuare un esame approfondito per comprendere l’entità del danno e l’eventuale coinvolgimento di altre strutture.

Rottura capillare dell’occhio: Rimedi e trattamenti

Cura rottura capillare occhio sinistro- foto oldeconomy.org

Ovviamente in caso di emorragie vitreali o retiniche è fondamentale rivolgersi all’oculista di fiducia per avere ben chiaro il piano di intervento in base al singolo caso e all’entità del problema.

Le emorragie sottocongiuntivali, invece, possono essere trattate con rimedi naturali che promettono di risolvere il problema in poco tempo.

Rimedi naturali

Camomilla- foto giardinaggio.it

I rimedi naturali per gestire la rottura capillare dell’occhio a livello sottocongiuntivale devono possedere proprietà astringenti, infiammatorie e antiemorragiche:

  • Amamelide (vaso protettiva e antinfiammatoria)
  • Camomilla (antinfiammatoria e lenitiva)
  • Mirtillo rosso (antiossidante, antinfiammatoria e vaso protettiva)
  • Vite rossa (antinfiammatoria, vaso protettiva e antiossidante)

I principi attivi di queste piante possono essere somministrati sotto forma di collirio, impacchi freddi a base di infuso o integratori alimentari.

Rimedi medici

Lacrime artificiali- foto bilicvision.it

I rimedi naturali possono non essere sufficienti per ridurre l’emorragia causata dalla rottura capillare dell’occhio e per questo è possibile ricorrere a rimedi medici per velocizzare il processo di guarigione completa.

  • Colliri specifici (es. Heparin collirio)
  • Farmaci analgesici (ridurre il dolore)
  • Lacrime artificiali (lenire il fastidio)
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Non perderti questi consigli