Home Chirurgia Estetica Rinoplastica: opinioni, esperienze e prezzi

Rinoplastica: opinioni, esperienze e prezzi

Il naso definisce le proporzioni del viso, ma non sempre regala un bel profilo. Tutto può cambiare con un intervento di rinoplastica.

Naso con gobba- foto it.wikipedia.org

Piccolo, dritto e proporzionato. Le donne e gli uomini del nuovo millennio si rifiutano di sottostare a un naso che non rende giustizia alle proporzioni del viso ricorrendo alla rinoplastica.

La rinoplastica promette di correggere eventuali difetti funzionali del naso e migliorare l’aspetto estetico di una delle parti più esposte del volto.

Di fatto l’intervento al naso crea nuove proporzioni delle componenti ossee e cartilaginee in relazione ai diversi piani del volto.

Che cos’è la rinoplastica?

Proporzioni del naso- foto pixabay.com

La rinoplastica o chirurgia estetica di rimodellamento del naso è un intervento molto richiesto per via dei risolti psicologici che porta con sé.

Le persone con un naso importante e/o poco armonico vivono costantemente con un disagio che provoca loro timidezza e insicurezza.

L’intervento promette di modificare l’assetto del naso in armonia con il resto del volto, dalla forma (gibbo o incavato) alle dimensioni (grande, piccolo o largo) fino all’estremità (largo, stretta o lunga) e all’ampiezza delle narici.

Quanti tipi di rinoplastica esistono?

Operazione al naso- foto it.m.wikipedia.org

Non tutti gli interventi di chirurgia plastica al naso sono uguali e lo specialista può decidere di intervenire in modi diversi dopo aver valutato le strutture del naso (cartilagini, setto e urbinati) e la respirazione.

Rinoplastica primaria e secondaria

L’intervento indicato come rinoplastica primaria viene eseguito per la prima volta sul paziente per agire sugli inestetismi e rimodellare il naso.

La rinoplastica secondaria subentra a seguito del primo intervento per migliorare i difetti che non sono stati eliminati la prima volta o sono sopraggiunti successivamente all’operazione.

Rinoplastica aperta e chiusa

La rinoplastica aperta viene scelta per intervenire su difetti importanti, labiopalatoschisi o problematiche insorte durante un primo intervento di rimodellamento del naso.

In questo caso il chirurgo incide le strutture interne ed esterne del naso (compresa la base della piramide nasale chiamata columella), lasciando una cicatrice esterna visibile, ma nascosta alla vista.

Nei casi meno importanti, invece, viene preferita la chirurgia estetica al naso chiusa e lo specialista lavora attraverso le narici. L’intervento non lascia cicatrici, ma richiede grande esperienza da parte del chirurgo.

Preparazione alla rinoplastica

Intervento- foto pixabay.com

La rinoplastica per uomo e/o donna è un intervento che deve essere preparato in maniera personalizzata e per questo richiede una visita pre-operatoria approfondita.

Il chirurgo osserva la forma e le dimensioni del naso, accerta la presenza di eventuali problemi funzionali ed espone le possibili soluzioni di rinoplastica per naso a patata, a gobba, arcato, asimmetrico o deforme anche in base anche alle aspettative del paziente.

Dal canto suo, invece, il candidato deve sottoporsi a una serie di analisi cliniche dirette a verificare lo stato di salute prima dell’intervento.

Le linee guida di comportamento consigliate prima dell’intervento comprendono l’esclusione di alcol, fumo e farmaci specifici per qualche settimana e il digiuno di almeno 18 ore.

Il paziente viene sottoposto ad anestesia locale o generale a seconda dei casi e l’intervento si esaurisce nel giro di 20-60 minuti.

Rinoplastica: dolore e post-operatorio

Convalescenza – foto pixabay.com

Dopo l’intervento di rimodellamento, lo specialista inserisce due tamponi nelle narici per assicurare la respirazione e un tutore per favorire il riassestamento di tessuti e cartilagini in modo corretto.

Il giorno dopo vengono tolti i tamponi dalle narici e viene consigliato di applicare impacchi freddi per ridurre gli ematomi e il gonfiore, prendere gli antibiotici per i 5 giorni successivi e dormire con due cuscini.

Solitamente la rinoplastica non comporta dolore durante e/o dopo l’intervento, ma non si esclude un po’ di fastidio a causa dei tamponi e della respirazione limitata. In tal caso di possono assumere analgesici.

Inoltre l’intervento di rinoplastica non richiede una convalescenza lunga. Nel giro di un paio di settimane il naso perde il gonfiore e le ecchimosi si riassorbono, anche se i tessuti interni non sono ancora guariti.

Rinoplastica: Costi

Costi intervento- foto pixabay.com

L’intervento di rinoplastica presenta prezzi diversi in relazione alle caratteristiche individuali e alla complessità dell’operazione.

Solitamente la rinoplastica ha un costo medio che si aggira intorno ai 4.500 euro, valore che sale se viene associata anche un’operazione di settoplastica (rinosettoplastica prezzo dai 6.500 euro).

Va sottolineato che spesso si sente parlare di rinoplastica gratis, vale a dire un intervento finanziato dal Sistema Sanitario Nazionale.

A essere finanziato con il pagamento del ticket non è il costo della rinoplastica, ma l’intervento di settoplastica a patto che la correzione di ossa e cartilagine del setto nasale deviato sia necessaria per evitare conseguenze di salute gravi.

Rinoplastica: Opinioni

Dalla maggior parte delle opinioni che si trovano in rete e dalle foto dei risultati della rinoplastica (prima e dopo) è possibile osservare una grande soddisfazione a fronte di un intervento veloce e non rischioso.

Gli unici commenti negativi di chi ha deciso di operarsi al naso e i problemi conseguenti alla rinoplastica, invece, sembrano legati a chirurghi poco esperti o a grandi stravolgimenti della fisionomia del viso.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui