Home Rumors Rimedi cervicali con il freddo

Rimedi cervicali con il freddo

Con il termine ‘cervicali‘ si intende spesso la cervicalgia, ovvero il dolore che si concentra nella zona della rachide cervicale e che interessa il collo, i muscoli, i nervi e anche le vertebre della colonna cervicale. Si tratta di un problema che interessa molte persone e che a livelli intensi può davvero compromettere la salute e anche il benessere di ogni giorno.

cervicale-sintomi-e-rimedi-per-curare-l-infiammazione-948137_w650h437

Con il freddo le cervicali aumentano solitamente di dolore e di intensità. Questo stato può essere legato a vari fattori, come ad esempio la rigidità muscolare che si manifesta alle basse temperature, i continui sbalzi dal fuori a dentro quindi il passaggio da temperature molto elevate a molto fredde nelle stagioni invernali e anche la possibilità di essere colpiti da spifferi che aggravano il dolore muscolare che interessa l’area cervicale.

Quali sono i rimedi cervicali con il freddo? Si tratta di trattamenti un po’ più mirati, che possono essere di diversa natura, ma che possono in ogni caso essere messi in pratica in ogni stagione. Il periodo freddo chiede in ogni caso idi impiegare delle terapie basate sul caldo alternate all’effetto anestetizzante del freddo, quindi scopriamo quali sono le più efficaci e quelle naturali, che possono aiutare a sollevare le persone che soffrono di dolore alle cervicali e ristabilire il benessere muscolare.

Rimedi cervicali con il freddo: cosa fare?

Molti sono i rimedi consigliati per ridurre il dolore alle cervicali e, a conti fatti, ogni paziente può provare delle soluzioni diverse e quindi comprendere quali son quelle più adatte alla sua conformazione fisica, al suo grado di dolore e anche alle sue abitudini di vita. Un consulto medico, se il problema è molto grave è d’obbligo, perché il dolore cervicale acuto può davvero compromettere il benessere e la vita di ogni giorno.

I rimedi cervicale con il freddo possono iniziare con il consiglio di indossare dei collari per cervicali morbidi, delle strutture ortopediche che tutelano l’area del rachide cervicale. Questo supporto viene consigliato quando le cervicali sono la conseguenza diretta di traumi quali il tamponamento, di gesti improvvisi che hanno indotto il colpo di frusta e di strappi muscolari che possono avere avuto luogo a seguito di movimenti repentini e incontrollati, resi più dolorosi dallo sbalzo di temperatura e dal passaggio dal caldo al freddo.

Nelle stagioni fredde l’attenzione al riposo deve essere molta, quindi è ideale preparare la camera da letto al meglio, al fine di regolare la giusta temperatura e di preparare le condizioni ottimali per il riposo. Il dolore alle cervicali induce chi lo soffre a non dormire bene e costringe molto spesso a frequenti risvegli. È quindi ideale dotarsi di cuscini ortopedici specifici per il dolore cervicale, dei supporti che aiutano a sollevare la muscolatura e alleviano il dolore. La camera deve essere caratterizzata dalla corretta temperatura, mai fredda e la biancheria deve essere adeguata alla stagione in corso. È buona norma spruzzare nel cuscino delle essenze riposanti come quelle di lavanda o balsamiche come il pino, la menta e l’eucalipto, per creare una condizione favorevole al riposo.

collare-cervicale

Il dolore alle cervicali può essere trattato in diversi modi, ma gli esperti sono concordi nell’affermare che gli impacchi freddi sono positivi nel caso di traumi. L’azione del freddo viene infatti sfruttata per la sua azione anestetizzante. Se nelle stagioni calde gli impacchi freddi possono essere semplici da attuare, essi non si inseriscono felicemente fra i rimedi cervicali con il freddo. Come ci si può comportare in questo caso? Bisogna innanzitutto chiedere consiglio al medico curante e quindi impiegare li impacchi freddi in una stanza molto calda, al fine di non attuare degli sbalzi di temperatura dannosi per la salute muscolare. La muscolatura potrebbe infatti irrigidirsi e quindi le cervicali diventare ancor più dolorose. Alla crioterapia gli esperti associano però degli impacchi e delle docce di acqua calda da applicare nella zona da trattare. È quindi ideale effettuare prima degli impacchi fredde e quindi le docce calde in un ambiente molto riscaldato, che può essere il bagno di casa portato alla giusta temperatura di minimo 25°.

Rimedi cervicali con il freddo: cosa non bisogna fare

Esistono delle regole che chiedono di essere seguite per migliorare le cervicali, ma anche per prevenirle e non peggiorare la situazione in corso. Si tratta di suggerimenti che interessano la postura e anche le abitudini di vita. Tutto può iniziare dall’analisi del proprio lavoro o delle attività che vengono svolte quotidianamente. Chi lavora molto al teleschermo deve cercare di non mantenere la stessa posizione per ore e di fare delle pause frequenti, anche di pochi minuti, che aiutano a sciogliere i muscoli e anche a migliorare la salute delle articolazioni.

Nelle ore notturne non bisogna dormire in posizione prona con la testa piegata da un lato, che sebbene si proponga comoda, può originare e anche accentuare il dolore cervicale. È ideale variare la posizione durante il riposo e impiegare sempre i consigliati cuscini ortopedici.

Nella fase del trattamento delle cervicali con il freddo, il ghiaccio non deve mai essere posizionato direttamente sulla pelle, ma sempre appoggiato su un supporto di tessuto, al fine di non ustionare la pelle. Dopo avere attuato gli impacchi freddi, i getti d’acqua calda non devono mai essere bollenti per non irritare la pelle, ma abbastanza caldi per agire in modo efficace all’interno della muscolatura.

Fra i comportanti errati da mantenere quando si soffre di cervicale si incontra anche la pratica di sollevare carichi pesanti, almeno per i primi periodi in seguito all’insorgenza del problema o all’avvenuto trauma e anche il riposo eccessivo. Le persone colpite da cervicali devono sicuramente riposare, ma non troppo, perché altrimenti può verificarsi una rigidità delle articolazioni che ne può compromettere il funzionamento e anche aumentare la sensazione di dolore. È buona norma assumere una posizione riposante per 30 minuti e quindi dedicarsi alle attività normali, soprattutto durante il giorno per permettere che il riposo notturno sia benefico e continuativo.

Rimedi cervicali con il freddo: i trattamenti naturali

Con il freddo le cervicali possono davvero risultare dolorose, quindi l’inverno è la stagione ideale per consumare tante buone tisane di erbe che possono aiutare a sedare il dolore e anche a migliorare lo stato dell’umore. È infatti noto che il dolore acuto alle cervicali può indurre nervosismo, stress e irascibilità. Le erbe migliori da assumere possono in questo caso essere ricercate nella melissa e nella valeriana, che vantano proprietà rasserenanti, anti convulsive e sedative, ma anche nella escolzia, un’erba dalle proprietà analgesiche e rilassanti.

Un altro rimedio naturale da assumere come integratore può essere ricercato nello zinco. Questo minerale svolge una funzione importante contro lo stress e può essere assunto sia integrando l’alimentazione con cibi che lo contengono, che optando per prodotti integranti disponibili in capsule o polvere.

Ai rimedi per le cervicali da assumere ‘dall’interno’ possono essere associati dei trattamenti topici, che sfruttano l’azione rubefacente di alcuni vegetali e minerali. In particolare, fra i rimedi cervicali con il freddo spiccano i massaggi effettuati con la canfora e l’arnica, prodotti che contengono principi attivi antinfiammatori, sedativi e in grado di anestetizzare il dolore in modo naturale. Molto consigliato è l’artiglio del diavolo, un portentoso vegetale naturale che può essere assunto sia per via interna che topica, visti i tanti preparati che sono disponibili in commercio.

Fra i rimedi naturali più interessanti contro le cervicali si inseriscono anche gli impacchi di argilla, che possono essere preparati con acqua fredda e quindi fatti seguire da una doccia calda. È importante notare che se la pelle della zona interessata si arrossa è un buon segno, perché significa che la circolazione si sta risvegliando e che l’area è sottoposta a stimoli interni. L’argilla svolge una funzione assorbente e, grazie al rilascio di preziosi sali minerali, è in grado di sfiammare il dolore in modo continuo.

Anche i cuscini di noccioli si propongono come un rimedio molto utile durante le stagioni fredde. Si tratta di cuscini realizzati in tessuto naturale, soprattutto cotone, che al loro interno annoverano dei noccioli di frutta secca o delle composizioni di legni particolari, in grado di assorbire il dolore e di donare immediato sollievo all’area interessata. In inverno questi cuscini possono essere impiegati alla sera per rilassarsi e in associazione all’uso di prodotti topici dall’azione sedativa e anestetizzante, dando origine ad un trattamento piacevole e confortante.

Gli impacchi di fieno sono considerati infine un rimedio cervicali con il freddo molto interessante, che nella stagione invernale possono essere effettuati con piacere vista l’azione fortemente riscaldante di questo vegetale. Si tratta di una terapia naturale che lavora per riscaldare le aree interessate e che permette di sciogliere le tensioni. Gli impacchi di fieno svolgono un’azione miorilassante e possono essere preferiti anche da chi soffre di cervicali continue e di dolori e tensioni muscolari, perché lavorano in modo continuativo, prevenendo le contrazioni e le rigidità tipiche di questa area del corpo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui