Home Al Femminile Respirazione corretta, primi passi meditazione

Respirazione corretta, primi passi meditazione

respirazione_optSe vuoi iniziare a meditare, dovrai prima di tutto imparare a effettuare una respirazione corretta. Devi capire come puoi trasformare un atto meramente meccanico e involontario in una fonte inesauribile di consapevolezza ed energia. Prendi consapevolezza nel tuo respiro, inizia a respirare come se fosse la prima volta e ritrova il tuo benessere!

Respirazione corretta per meditare

Per iniziare  a respirare correttamente, almeno per il primo periodo, dovrai trovare un luogo tranquillo e indisturbato. Siediti con la schiena dritta (almeno non rischi di addormentarti) e chiudi gli occhi.

  • Appoggia una mano sulla pancia. Ti servirà per capire se stai respirando correttamente. Dovrai infatti coinvolgere nell’atto dell’inspirazione la zona diaframmatica invece che quella toracica. Purtroppo, la maggior parte di noi utilizza involontariamente la seconda tecnica, cioè quella sbagliata. Non è grave, ma è bene tornare sulla “retta via” per godere di svariati benefici, e non solo da un punto di vista meditativo.
  • Per effettuare una buona respirazione diaframmatica inspira profondamente dalle narici e senti che la mano poggiata sulla pancia, si alza.
  • Riempi bene i polmoni e quando senti di essere sazio d’aria, buttala fuori attraverso la bocca. Per agevolarti puoi decidere di respirare contando. Inspira e allo stesso tempo conta fino a quattro. Fai lo stesso durante la fase dell’espirazione.
  • Non sforzarti. Non cercare di superare i tuoi limiti. Non devi rendere conto proprio a nessuno! Quando senti che la respirazione consapevole di procura fatica, interrompila e distrai la tua attenzione con qualche faccenda quotidiana. Presto smetterai di concentrarti sul respiro e tutto tornerà alla normalità.

Benefici della respirazione corretta

Respirare correttamente porta molti benefici. Le prime volte però può stancare. Si tratta infatti di abituare il corpo ad una pratica semi-sconosciuta. Anche se la respirazione diaframmatica è naturale e migliore di quella toracica, il nostro organismo non può riconoscerla come tale se ha perso ormai l’abitudine a effettuarla. Dobbiamo quindi rieducarlo come si educa un bambino piccolo a mangiare da solo.

Ricordati: 

  • Non sforzarti. Quando senti che respirare con il diaframma ti stanca, interrompi e torna alle tue faccende. Ritornerai a provare il giorno dopo, e quello dopo ancora.
  • I primi tempi non fare la respirazione diaframmatica consapevole mentre svolgi i tuoi compiti giornalieri. Trova piuttosto un ritaglio di tempo, anche nel gabinetto del tuo ufficio, ma non lasciare che niente turbi quell’attimo.
  • Quando avrai imparato a padroneggiare la respirazione corretta, ti accorgerai che la tua attenzione si rivolgerà al respiro quando sei consapevole di dover affrontare una situazione stressante, quando hai bisogno di ritrovare l’equilibrio e quando provi dolore. In poche parole, diventerà parte integrante di te. Perché?

Qui entrano in ballo i benefici della respirazione corretta.

  • La respirazione corretta aiuta nella pratica meditativa. Induce il tuo corpo a rilassarsi ed entrare in una sorta di pace interiore.
  • Respirando correttamente smetti di focalizzarti sull’esterno e inizi a guardare dentro di te. è molto utile soprattutto davanti ad una situazione stressante o difficile da superare. Placherai i pensieri in modo da riprendere il controllo di te stesso e agire con maggiore consapevolezza, soppesando i pro ed i contro di ogni parola o gesto.
  • Concentrarsi sul respiro aiuta a distogliere l’attenzione dal dolore fisico. Il dolore altro non è che uno stimolo inviato dalla mente, la quale reagisce a determinate situazioni attivando uno speciale “allarme”. Quando abbiamo mal di denti ci sembra di impazzire. Il corpo prova dolore per avvertirci ” è ora che tu vada dal dentista! Anche se ti imbottisci di medicinali, prima o poi tornerò a ricordartelo“. La respirazione corretta non è la cura e, prima o poi, dal dentista dovremo andarci lo stesso, ma ci aiuta ad alleviare i fastidi.
    Nota bene: Tutto dipende da quanto siamo capaci di isolarci realmente dai segnali del corpo. Sarebbe illusorio farti credere che la semplice tecnica della respirazione corretta ti farà evitare di prendere qualsiasi futuro medicinale. Per questo torneremo di nuovo (prossimamente) sull’argomento.
  • La respirazione corretta ti fa acquisire una maggiore consapevolezza delle tue capacità. Rieduchi il corpo e allo stesso tempo la mente. Gestisci le emozioni ed i pensieri e impari a dirigerli nella direzione più appropriata.

Fonte immagine: Flickr

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 2.7]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui