Reejam: musica hip hop anni ’90 e didattica fitness moderna

La contaminazione delle discipline è alla base di ogni novità fitness, una commistione decisamente rimarcata nel Reejam ovvero un programma di allenamento che miscela ritmi hip hop e movimenti brucia grassi.

Reejam: musica hip hop anni ’90 e didattica fitness moderna- foto fitness33.it

Perché Reejam?  Il termine nasce dall’unione di “Ri”, inteso nell’accezione di riproporre e riportare alla luce, ma soprattutto reinventare un must del fitness degli anni 90′ ossia il Cityjam.

Il programma di allenamento Reejam è stato presentato ufficialmente da Laura Cristina e Ivan Robustelli a Rimini Wellness 2017 e promette di diventare una delle novità proposta nelle palestre italiane dalla prossima stagione.

Sostanzialmente il programma fitness è un ponte tra due mondi differenti, un mix tra l’hip hop degli anni ’90 e le metodologie e la didattica del fitness moderni. Non bisogna far altro che lasciarsi andare e farsi trascinare dalla musica, divertirsi e allenarsi con semplicità: “Feel the Groove and Smile”.

Il Reejam presenta una serie di passi semplici da eseguire a suon di musica anni ’90 e non richiede una preparazione fisica particolare: la lezione dura un’ora, i partecipanti eseguono una specie di coreografia e i passi stimolano diversi distretti del corpo.

Il risultato è un allenamento efficace e divertente che non offre la possibilità di sentirsi inadeguati durante la combinazione di più di una ventina di passi-base di danza eseguiti a ritmo di hip hop.

La musica retrò dà vita a una danza ritmata dietro cui si cela un importante lavoro aerobico, un workout dal basso impatto che richiede un alto coinvolgimento di tipo cardiovascolare studiato per tutti gli amanti del ballo.

Reejam al Rimini Wellness 2017

Una speciale Master Class di Reejam alla fiera di settore ha permesso ad appassionati e futuri insegnanti di affinare la forma definitiva della novità fitness direttamente dai suoi ideatori: Laura Cristina (presenter Reebok e formatrice di migliaia di istruttori) e Ivan Robustelli (presenter internazionale Reebok).

Il nuovo tipo di allenamento è stato presentato in maniera capillare nei mesi precedenti alla manifestazione per mettere appunto la didattica in maniera impeccabile: braccia e gambe che lavorano all’unisono, lavoro in continuità, nessun stress articolare e dispendio calorico da 200 a 500 calorie a lezione.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato