Home Salute Quali sono i sintomi del nodulo tiroideo

Quali sono i sintomi del nodulo tiroideo

Oggi desideriamo approfondire i dettagli relativi al nodulo tiroideo. Si tratta di una delle affezioni più comuni della tiroide, ghiandola endocrina a forma idi farfalla situata nella nostra gola, che attraverso due ormoni (Tiroxina e Triodotironina) regola moltissime funzioni fisiologhe come il metabolismo, problemi alla tiroide e altre.

Queste problematiche, sono piuttosto popolari nella popolazione femminile e soprattutto nelle zone povere di iodio. Per questo motivo i medici consigliano fin da piccoli, di effettuare viaggi o vacanza al mare, dove lo iodio è presente in grandissime quantità.

Dagli esperti del settore il nodulo tiroideo è definito anche gozzo nodulare, questa affezione può colpire anche i bambini e i giovani, ma colpisce soprattutto tutte le donne tra i 50 e i 60 anni. Nel dettaglio possiamo dire che il nodulo tiroideo è una tumefazione rotondeggiante che può essere singola o multipla, queste neoformazioni possono anche essere solide, cisti o miste.

Solitamente le dimensioni sono piccole, tanto che in molti casi un nodulo alla tiroide è del tutto asintomatico e si scopre per puro caso. Nella maggior parte dei casi il nodulo tiroide è benigno, solo nel 5% dei casi può invece avere una natura tumorale, associata a un rigonfiamento dei linfonodi.

• Quali sono i sintomi principali? Gonfiori e tumefazioni nella regione del collo
• Aumento del volume dei linfonodi laterocervicali
• Disturbi da compressione, difficoltà nella deglutizione
• Raucedine

I piccolo noduli invece non danno alcun sintomo e molto difficilmente si associa a infezioni. Esistono degli esami specifici per stabilire la presenza di un nodulo tiroideo:

• Dosaggio del TSH e degli ormoni tiroidei (necessari per indagare la funzionalità tiroidea)
• Dosaggio della Calcitonina (per valutare se vi sia un carcinoma midollare, un raro tumore della tiroide)
• Dosaggio degli anticorpi antitireoglobulina (TgAb) e antitireoperossidasi (per escludere la Tiroidite di Haschimoto).
Può essere necessaria anche un’ecografia, una tac e l’ago aspirato, ovvero l’esame che permette di prelevare, tramite siringa con go molto sottile, piccole gocce di liquido che verranno analizzate.
Le cure di questa affezioni si basano su una terapia a base di levo-tiroxina, se il nodulo è maligno ovviamente la situazione è più seria e si dovrà intervenire con un intervento chirurgico.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui