Home Salute Prurito ai piedi: cause, sintomi e rimedi

Prurito ai piedi: cause, sintomi e rimedi

Il prurito ai piedi è uno di quei disturbi che spesso viene sottovalutato, ma che può nascondere anche situazioni patologiche.

Piedi- foto salute.pourfemme.it

Non si tratta di una vera e propria patologia, ma di un sintomo legato a una determinata condizione che può manifestarsi in qualsiasi momento e che interessa bambini, adulti e anziani.

Cause del prurito

Cause prurito- foto donna.nanopress.it

Le cause del prurito ai piedi possono essere di natura patologica (infezioni, disfunzioni o malattie) e non patologica (condizioni fisiologiche o ambientali).

Cause patologiche

Sostanzialmente si tratta di una serie di disturbi e malattie della pelle, patologie sistemiche o problemi dei piedi:

  • Problemi alla pelle – Le patologie dermatologiche quali psoriasi, dermatite atopica e seborroica ed eczema si rivelano con manifestazioni cutanee e prurito anche ai piedi.
  • Disidrosi – Il disturbo dermatologico colpisce mani e piedi con vescicole pruriginose e comporta prurito a piedi e mani (pianta dei piedi e palmo delle mani).
  • Malattie esantematiche – Il prurito ai piedi con puntini rossi è legato all’esplosione di varicella, rosolia e morbillo (vescicole ed eruzioni cutanee pruriginose su tutto il corpo).
  • Allergie – Un’allergia da contatto provocata da sostanze contenute da calzature o calze può causare il prurito a livello dei piedi.
  • Problemi epatici – La causa del prurito ai piedi è il fegato quando aumenta la bilirubina e quindi vi è un accumulo dei sali biliari.
  • Diabete – L’eccesso di zucchero nel sangue altera la funzionalità di circolo e microcircolo nelle zone periferiche, generando il cosiddetto prurito ai piedi da circolazione.
  • Micosi – Il prurito può preludere a un’infezione micotica da Tinea Pedis, uno dei funghi ai piedi responsabile del piede d’atleta.
  • Parassitosi – Le patologie infettive causate da parassiti come il Tunga Penetrans provoca un gran senso di prurito.
  • Verruche plantari – L’infezione virale da Papilloma virus (HPV) provoca piccole escrescenze pruriginose a livello della pianta del piede.

Cause non patologiche

Spesso si tratta per lo più dell’esposizione a determinati ambienti, temperature o condizioni fisiologiche:

  • Freddo – L’eccessiva esposizione alle basse temperature provoca i cosiddetti geloni ovvero macchie che causano arrossamento e prurito sulle dita di piedi e mani.
  • Piscina – Il cloro dell’acqua della piscina può causare disidratazione e quindi un prurito ai piedi senza segni a livello cutaneo.
  • Mare – L’acqua salata e il sole possono dare vita a eritemi transitori molto pruriginosi come manifestazione della pelle irritata.
  • Gravidanza – È frequente avere il prurito ai piedi in gravidanza a causa dell’aumento di peso e della ritenzione idrica o di un fenomeno transitorio (secondo e terzo trimestre) noto come colestasi gravidica (aumento sali biliari a livello epatico).
  • Variazioni ormonali – Le variazioni ormonali come quelle del ciclo mestruale o della menopausa possono causare un fastidioso prurito.
  • Post-pasto – Se si ingeriscono cibi ricchi di sostanze allergeniche allora si corre il rischio di vedere comparire eruzioni cutanee e prurito.
  • Post-doccia – Il bagnoschiuma o il sapone detergente possono provocare una reazione allergica o irritare la pelle a tal punto da suscitare prurito.
  • Pelle secca – La cute secca tende a desquamarsi e spaccarsi, provocando prurito intenso e fastidio.
  • Stress – Lo stress può essere causa di un prurito intenso in tutto il corpo, piedi compresi.

Sintomi

Gonfiore- foto pixabay.com

Il problema si manifesta con un prurito sotto i piedi, su tutti i piedi oppure in altre zone specifiche (es. prurito fra le dita dei piedi o sul dorso).

Molto spesso, però, il sintomo principale si associa ad altri sintomi legati a una particolare condizione:

  • Eruzioni cutanee, i punti rossi o le macchie rosse tipiche di malattie dermatologiche.
  • Vesciche e vescicole, le bolle tipiche di malattie esantematiche e infezioni virali o parassitarie.
  • Bolle e bollicine, l’eruzione cutanea legata ad allergie, eczemi o dermatite da contatto con bolle sotto i piedi.
  • Chiazze rosse e desquamate, i tipici sintomi di patologie come la psoriasi.
  • Gonfiore, un sentore spesso legato a variazioni ormonali.
  • Prurito ai piedi di notte, una situazione che disturba il sonno.

Prurito ai piedi: rimedi

Pediluvio- foto glamour.it

È possibile combattere il prurito ai piedi con i rimedi della nonna fai da te? Sì, ma è meglio rivolgersi al dermatologo per capire le ragioni del bruciore ai piedi. In fondo tra le possibili cause del prurito ai piedi ci sono diabete, problemi epatici e altre patologie.

Questo non significa che la terapia non possa essere supportata da alcuni rimedi rimedi naturali e farmacologici destinati a lenire il bruciore e prurito ai piedi.

Fitoterapia

I rimedi fitoterapici per il prurito ai piedi, per lo più sotto forma di pediluvi, sfruttano i principi attivi di piante ed erbe officinali:

  • Calendula – Il mix di mucillagini, olio essenziale, acido salicilico e glicosidi triterpenici sviluppa un’azione antinfiammatoria, lenitiva ed emolliente. È l’ideale per un pediluvio, una pomata o una crema.
  • Ortica – La quercitina contenuta nella pianta sviluppa proprietà antistaminiche naturali.
  • Camomilla – L’azulene, le mucillagini e il bisabololo agiscono come lenitivi e calmanti naturali.
  • Lavanda – L’olio essenziale ricco di alfa terpinolo, cineolo, limonene, canfora e linalolo aiuta a lenire il prurito.
  • Mente piperita – Il mentolo preserva proprietà antisettiche, antinfiammatorie e rinfrescanti.
  • Aloe vera – Il gel di Aloe Vera si rivela emolliente, rinfrescante, antinfiammatorio ed antisettico.

Omeopatia

I granuli omeopatici sono la base dei rimedi omeopatici pensati per il prurito ai piedi:

  • Alumina (concentrazione 5CH in caso di prurito legato a pelle secca, desquamata e disidratata)
  • Rhus toxicodendron (5 o 9 CH in caso di prurito persistente e che peggiora)
  • Arsenicum album (5 CH in caso di prurito associato a bruciore)
  • Apis (7 o 9 CH in caso di prurito associato a dermatosi, dermatite ed eczema)
  • Sifur iodatum (9 o 15 CH in caso di prurito non associato a eczema o eruzioni cutanee)
  • Sulfur (9 o 30 CH in caso di prurito che si associa ad arrossamento e bruciore)
  • Mezereum (5 CH in caso di prurito che peggiora con il calore)
  • Hydrocolite asiatica (3 o 6 DH in caso di prurito associato a psoriasi)
  • Kreosotum (5 o 7 CH in caso di prurito legato a sudorazione e irritazione)

Farmaci

Esistono del farmaci studiati per eliminare l’origine patologica del prurito (somministrati per via topica):

  • Antistaminici (inibiscono il rilascio di istamina, la molecola coinvolta nella genesi del prurito)
  • Corticosteroidi (agiscono come antinfiammatori contro le infiammazioni della pelle)
  • Antiparassitari (inibiscono la proliferazione ed eliminano il parassita responsabile dell’infezione)
  • Antimicotici (impediscono la replicazione fungina responsabile della micosi)
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 236 Media: 2.9]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui