Home Alimentazione Proprietà delle prugne

Proprietà delle prugne

Le prugne sono un alimento molto nutritivo e saziante allo stesso tempo. Questo tipo di frutta possiede dei sali minerali molto importanti per l’organismo. Più avanti verrà approfondito questo discorso. Per il momento verranno descritti altri aspetti inerenti alle prugne, conosciute anche come susine nere.

prugne

Le prugne non si limitano solo ad essere ricche di sostanze benefiche, ma donano anche dei veri effetti positivi all’organismo, ad esempio agisce come rimedio naturale contro la stipsi.

Sono presenti molti tipi di prugne (o susine) in natura. È presente un mercato basato proprio su questo tipo di frutto che coinvolge gran parte del mondo. La loro commercializzazione è veramente vasta. Tanto per rendere l’idea gli Stati uniti, l’Europa e la Cina sono i 3 maggiori produttori a livello mondiale di susine.

Il consumo di questo frutto è molto elevato, sicuramente gran parte del merito è da attribuire al sapore delle prugne, mentre il resto alle loro proprietà benefiche. Le prugne vengono consumate sia secche che fresche, ideali per svariati utilizzi.

Ovviamente eccedere con il consumo di questo alimento non è l’ideale. Dato che come tutti i cibi anche le susine possono danneggiare la salute se assimilate in maniera sconsiderata.

Proprietà delle prugne

Le prugne sono in grado di donare all’organismo molte sostanze importanti per migliorare le sue funzioni. Tra i principali minerali è possibile trovare: potassio, zinco, sodio, selenio, fosforo, magnesio, calcio, ferro, rame e manganese. Anche le vitamine A, C, E, K sono assimilabili grazie a questo frutto.

Praticamente le prugne sono un frutto estivo abbastanza completo che permettono di assimilare sostanze che aiutano il corpo e la mente a stare meglio.

Le susine sono anche considerate un alimento molto buono per combattere i radicali liberi, in quanto possiedano degli ottimi antiossidanti.

Benefici delle prugne

Oltre alle fibre che aiutano l’intestino a lavorare al meglio delle sue capacità, le prugne sono valide alleate anche per altri aspetti molto importanti. Vediamo quali sono i principali benefici delle prugne:

  • Combattono l’osteoporosi. Assimilare prugne nelle giuste quantità, sia nella versione fresca che secca, aiuta a contrastare i problemi dell’osteoporosi. I minerali presenti nella susina fanno si che le ossa diventino più forti, in particolar modo per l’azione di potassio  e calcio.
  • Le prugne da sempre sono impiegate a scopo lassativo. La stitichezza oltre ad essere fastidiosa, può anche essere causa di molti problemi a livello di salute. Per questo motivo deve essere curata, prima grazie ai rimedi naturali e dopo, qualora la cosa peggiorasse o nel caso di problemi cronici, il medico potrebbe consigliare l’uso di farmaci mirati.  Le feci, essendo materiale di scarto, devono essere evacuate subito o almeno il prima possibile, più rimangano all’interno del corpo è maggiori potranno essere gli effetti negativi.
  • Contrastano l’invecchiamento. Le prugne sono considerate 1 dei 10 frutti maggiormente ricchi di antiossidanti. Perfette quindi per contrastare i radicali liberi e prevenire molte malattie degenerative.
  • Svolgono un’azione protettiva nei confronti del cuore. Il potassio presente nelle prugne regola il pompaggio del sangue.
  • Questo frutto è ottimo per i diabetici perché regola la quantità di zucchero nel sangue.
  • Si inseriscono bene in una dieta ipocalorica. Chi vuole perdere peso quindi, dovrebbe consumare succo di prugne o prugne fresche.

prugne 3

Controindicazioni delle prugne

Un eccessivo consumo di prugne può rivelarsi deleterio per la salute. Complicazioni e effetti collaterali sono all’ordine del giorno quando si abusa di una qualsiasi sostanza. Ma quali sono le controindicazioni delle prugne susine?

1. Le prugne non dovrebbero essere consumate durante la fase di allattamento. Quando la mamma mangia le prugne, il bambino potrebbe subire effetti collaterali. Le susine contengono il sorbitolo, sostanza responsabile di diarrea nei neonati.

2. Le prugne secche potrebbero fomentare o favorire la comparsa di gastrite. Chi soffre di gastrite dovrebbe quindi evitare questo specifico frutto. Gli zuccheri presenti al suo interno potrebbero infatti aggravare la situazione.

3. Le prugne possono accentuare problemi legati alla ritenzione idrica. E’ molto importante quindi, in presenza di gonfiori dovuti da un eccesso di liquidi, evitarle.

 Benefici delle prugne nel campo estetico

Le prugne non smettano mai di stupire grazie ai loro molteplici effetti positivi. Anche nel campo dell’estetica è possibile vedere dei risultati grazie all’utilizzo delle susine nere. Mangiare susine aiuta ad esempio a rafforzare i capelli, prevenirne la caduta e la formazione di doppie punte.

Un consumo regolare poi, dona lucidità e elasticità alla pelle, la quale ne risentirà positivamente. Considerate infatti che anche nei centri estetici vengono impiegate per la creazione di maschere per il viso da utilizzare nei trattamenti idratanti e quelli anti-age.

Maschera viso purificante alle prugne

Occorrono:

  • 3 prugne
  • Olio di mandorle dolci
  • Acqua

Come procedere:

Prendere le prugne e tagliarle a metà, togliere la buccia e recuperare tutta la polpa. Metterle dentro un pentolino pieno d’acqua e lasciarle bollire per circa 10 minuti.

Quando sono belle morbide, schiacciatele fino a ottenere una purea molto cremosa. Versate il composto in una ciotola nuova e aggiungete sei gocce di olio di mandorle dolci. Amalgamate bene il tutto.

Spalmate la cremina ottenuta su tutto il viso, il decoltè e il collo. Lasciate il preparato ad agire per 20 minuti. Dopo risciacquate con acqua tiepida in abbondanza.

Prugne proprietà

Curiosità sulle prugne

L’albero delle susine una pianta molto forte che resiste anche alle temperature più fredde. Si adatta anche su terreni diversi, che siano argillosi oppure calcarei è indifferente. Grazie alla sua resistenza e le sue capacità ottime di adattamento viene coltivato con molta semplicità. Non è delicato come altri suoi simili e per tanto non richiede una grande e costante attenzione.  Ricordatevi che il frutto matura solo quando attaccato all’albero, quindi non staccatele ancora acerbe.

Le foglie della pianta sono verdi scure e solitamente l’albero non cresce più di 3 metri di altezza. I fiori dal colore bianco è possibile scorgerli in primavera, dato che è il periodo della loro fioritura. Mentre i frutti presentano colori diversi sia per causa dello stato di maturazione che per il per il tipo di susina.

Il nome della susina deriva molto probabilmente da Susa, città della Persia dove si crede che venivano coltivate. Questo buonissimo frutto dalla forte azione antiossidante è stato introdotto in Wuropa intorno al 1.200 d.C grazie ai cavalieri della prima crociata.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 4.5]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui