Pressoterapia controindicazioni

Pressoterapia controindicazioni

Un sistema computerizzato di compressione viene utilizzato per gonfiare un manicotto applicato ad un arto e un gradiente di pressione automatico modulare fornisce un drenaggio linfatico delicato ma efficace. Il sistema di duplicati di compressione e decompressione simula l’azione di un massaggio, migliora la tonicità della pelle e contrasta la cellulite. Ma attenzione, la pressoterapia ha delle controindicazioni.

Il sistema linfatico gioca un ruolo cruciale nel mantenimento di un sano equilibrio del fluido che scorre nel corpo. Un flusso continuo di linfa promuove la buona salute, ma quando una persona trascura i principi fondamentali di uno stile di vita corretto, esercizio fisico, riposo e dieta appropriata, il corpo diventa stressato e il sistema linfatico viene sovraccaricato.

Ciò fa sì che le tossine si accumulino nel plasma, interferendo con il nutrimento delle cellule. Il sistema immunitario diventa depresso e la vulnerabilità del corpo alla malattia aumenta. Ecco, allora, che interviene la pressoterapia (che può avere controindicazioni). La pressoterapia si basa sul principio del drenaggio linfatico e può essere fatta in modo manuale attraverso un massaggio che dura circa un’ora. Tuttavia, esistono anche dei dispositivi che riproducono il lavoro delle mani, di cui un esempio è la pressoterapia.

La pressoterapia viene effettuata attraverso l’uso di stivali speciali o polsini di pressione che vanno dal bacino alle caviglie e che esercitano una pressione crescente e decrescente nel corso del trattamento sugli arti. Esiste un altro aggancio per la zona addominale. Con una superficie liscia di pompaggio, la pressoterapia aumenta il flusso linfatico fino a 3 volte, favorendo lo smaltimento delle tossine e migliorando anche la circolazione del sangue.

Un ottimo sistema per ripulire l’organismo, ma da attenzionare, in quanto la pressoterapia ha controindicazioni di cui bisogna tener conto.

controindicazioni della Pressoterapia

Perché ho bisogno di pressoterapia?

  • Per migliorare problemi di circolazione venosa e (es. varici)
  • Utilizzato per stati infiammatori non-infetti (ad esempio, distorsioni e stiramenti)
  • Per ridurre il gonfiore
  • Per migliorare l’ossigenazione della pelle
  • Per migliorare il tono della pelle e la fermezza
  • Per modellare le gambe e ridurre la cellulite
  • Come trattamento dopo un intervento
  • Per le lesioni sportive
  • Per una riabilitazione post-traumatica da edema delle estremità.
  • Per l’eliminazione delle tossine e dei rifiuti
  • Per contribuire ad aumentare l’immunità
  • Per aiutare a ridurre lo stress e aumentare la capacità del corpo di rilassarsi.

Pressoterapia, quali controindicazioni?

I pazienti con le seguenti condizioni non possono essere sottoposti a pressoterapia:

  • Infiammazione
  • Tubercolosi
  • Cancro
  • Insufficienza renale
  • Insufficienza cardiaca
  • Trombosi venosa profonda (TVP)
  • Infezione acuta dell’arto interessato
  • Qualsiasi condizione in cui un aumento di ritorno venoso linfatico è sconsigliabile
  • Presenza di dolore o intorpidimento

Quante sedute sono necessarie?

  • A seconda di cosa viene trattato e di quale sia la condizione generale del corpo, le sessioni possono variare da 30 a 50 minuti. Sarà necessario fare una media di 2 -3 sedute a settimana per 1 – 2 mesi. La pressoterapia è molto rilassante e favorisce il rilassamento, ma non occorre mai perdere di vista la controindicazione alla pressoterapia.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 79 Media: 2.2]