Prescriveva farmaci anoressizzanti per far dimagrire i pazienti: Arrestato medico di Roma

La notizia del giorno vede protagonista un medico di Roma, di cui si conosce solo l’età 50 anni con l’esattezza. Il medico in questione è professionista abbastanza conosciuto nel litorale laziale e nella provincia di Viterbo, in quanto titolare di un centro specialistico, che si occupa di cure dimagranti e perdita di peso; Ma il medico aveva un metodo tutto suo e molto pericoloso di far dimagrire i suoi pazienti, soprattutto donne, prescriveva cure dimagranti a base di fendimetrazina, conosciuta sostanza anoressizzante.

Le indagini condotte dalla procura di Civitavecchia in collaborazione con il nucleo carabinieri antisofisticazione e sanità di Roma, hanno portato il medico agli arresti, per violazione del testo unico sugli stupefacenti. Le indagini sono scattate in seguito, ad una trentina di denunce da parte di donne, ex pazienti del dottore, che in seguito alle cure dimagranti, hanno riportato gravi conseguenze e ricoveri ospedalieri.Durante le  ispezioni, al medico sono stati sequestrati anche due ambulatori odontoiatrici privi di autorizzazione.Finisce cosi  e nel peggiore dei modi, la carriera del medico di Roma, che senza scrupoli e privo di buon senso, portava le sue pazienti ad assumere farmaci anoressizzanti, come per dire, perdere peso a tutti i costi, anche a rischio della propria vita.

Fendimetrazina

Conosciamo meglio la fendimetrazina e cerchiamo di capire perché in Italia è vietata.Secondo un decreto del Ministero della Salute,dal 5 Agosto del 2011 è vietato l’uso, la fabbricazione e la vendita anche online,della fendimetrazina dell’ amfepramone,della Fentermina e del Mazindolo, inserendo quindi questi farmaci, nella tabella delle sostanze stupefacenti. La fendimetrazina nello specifico, è un farmaco ad azione anoressizzante, ovvero è in grado di far diminuire l’appetito, agendo direttamente sui centri nervosi.Riconosciuta la pericolosità del farmaco, in Italia è vietato l’uso e la vendita dello stesso, in quanto rientrante tra le sostanze stupefacenti.

Della fendimetrazina e della sua pericolosità, esperti del settore se ne occupano da tempo. Si spiega la sua azione eccitante simile alla cocaina, con improvviso aumento del ritmo cardiaco. Proprio per questo e per sospetti decessi in seguito all’uso del farmaco, la fendimetrazina è stata vietata,anche se la vendita illegale evidentemente continua, sopratutto online.Ricordiamo anche arresti di qualche tempo fa, che vedevano medici e farmacisti coinvolti in una vicenda di fabbricazione, commercio e prescrizione del farmaco anoressizzante.La fendimetrazina però è stata per lungo tempo, impiegata come cura dimagrante, anche se in limitate quantità e dopo accurate visite mediche personalizzate; Ma in seguito a misteriosi decessi di persone in cura con fendimetrazina, il Governo ha deciso di prendere provvedimenti seri e vietare il farmaco.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]