Pilates

Il pilates aiuta a far cooperare la mente e il corpo. Si tratta di una disciplina sportiva che stimola la propria consapevolezza. Ma quali sono gli esercizi del pilates? Inoltre presenta delle controindicazioni? E infine, quali sono le origini di questa disciplina sportiva? Un po’ per volta andremo a svelare tutto quello che c’è da sapere sul pilates.

pilates

Pilates: quando nasce?

Il pilates è nato nel 1920 per merito di Joseph Pilates. Inizialmente questa disciplina prendeva il nome di “contrology”, ossia disciplina del controllo cosciente del corpo e della mente. Tramite il pilates è possibile imparare ottime tecniche di respirazione e ottenere benefici su larga scala. Rilassante e terapeutico, serve anche a migliorare la forma fisica. A molti ricorda lo yoga.

Chiaramente l’equilibrio mentale e allo stesso tempo il benessere di tipo fisico, saranno possibili solamente se la preparazione sportiva è quella giusta.

Detto questo parliamo del pilates per capire meglio che tipo di disciplina sia. Si tratta in pratica di un programma utile per stimolare la flessibilità muscolare mediate esercizi mirati. Allo stesso tempo allena il corpo. Per questo viene definito un fitness che lavora su mente e corpo. Basta pensare che il pilates è utilizzato anche per la riabilitazione psicologica e ortopedica. Uno dei suoi primi utilizzi è legato alla capacità di far riottenere la forza fisica.

Il pilates è rivolto a moltissime persone, per esempio le donne in dolce attesa. Utile per combattere lo stress (quindi adatto a tutti) e per la riabilitazione in seguito a un intervento ortopedico di seria entità.

Il pilates presenta 4 livelli. Con l’avanzare del tempo e dell’esperienza si può passare a quello successivo, fino ad arrivare all’ultimo. Ecco quali sono i livelli di questa disciplina sportiva:

  1. Base
  2. Intermedio
  3. Avanzato
  4. Superavanzato

Nel pilates è possibile seguire una lezione da soli con il maestro, oppure insieme a un gruppo.

Gli esperti suggeriscono sedute di circa 1 ora, 2-3 volte alla settimana. Tutto questo per ottenere benefici in breve tempo. Se dovessimo iniziare a elencare i benefici che offre il pilates, potremmo dire che:

  • Aumenta il controllo del corpo
  • Migliora la flessibilità muscolare
  • Fortifica gli addominali
  • La colonna vertebrale sarà più resistente ed elastica
  • Benefici sulla postura

Gli esercizi di questa disciplina sono innumerevoli, per l’esatezza sono più di 500. Mediante attrezzi oppure a corpo libero si possono svolgere tutti. Le ripetizioni durante gli esercizi non sono molte. Il pilates serve per tonificare la muscolatura e allungarla allo stesso tempo.

I 6 concetti del pilates

La disciplina di cui stiamo parlando oggi è basata su 6 concetti! Questi ovviamente sono fondamentali e devono essere rispettati. Qui di seguito si potranno vedere descritti:

  1. Concentrazione. Il pilates ottimizza moltissimo la capacità di concentrazione. Stimola anche le proprie capacità riflessive. Il merito è delle discipline orientali se il pilates offre questo.
  2. Respirazione. La respirazione è estremamente importante in questa disciplina. Praticamente lo svolgimento degli esercizi sarà più fluido grazie a tale tecnica appresa.Controllo delle sensazioni e dell’equilibrio al 100% insomma.
  1. Precisione. Fondamentale per il corretto allenamento. Di questo principio è possibile farne uso sempre. Così da evitare lo spreco di energie.
  1. Fluidità. I movimenti appaiono liberi grazie al pilates. Queste disciplina infonde la massima scioltezza in pratica.
  1. Controllo. Completa armonia e quindi controllo sulle emozioni, i movimenti e le sensazioni. Tutto questo si ottiene con l’allenamento naturalmente.
  1. Baricentro. Il baricentro significa conoscere il proprio equilibrio interiore e non solo dal punto di vista fisico come in molti possono credere.

I pro e i contro

Il pilates offre benefici al sistema nervoso e funziona da antistress naturale. Sia i movimenti che il tono muscolare possono migliorare attraverso questa disciplina. Lo stesso vale per la forza fisica. A questo bisogna aggiungere che l’apparato circolatorio e quello respiratorio traggono benefici. Dato che il pilates viene considerato un’attività anaerobica, sarebbe opportuno condurre anche degli esercizi aerobici. In questo modo si potranno evitare effetti indesiderati. Un ottimo modo è quello di fare uso della cyclette oppure della semplice corsa.

Gli esperti sostengono che i benefici si ottengono nel tempo e non subito come possiamo credere. Il pilates richiede pazienza e molto impegno, questo è sempre da ricordare.

Non possiamo sostenere che vi siano controindicazioni in questa disciplina dato che vi sono esperti che seguono da vicino i praticanti. Inoltre occorre un certificato medico rilasciato dal proprio dottore, prima di poter iniziare un corso di pilates. Praticamente tutti possono fare pilates. Detto questo vogliamo ricordare che:

  • Il pilates viene utilizzato anche dalle persone anziane. Questo perché offre benefici alle ossa e all’elasticità dei movimenti da compiere
  • Utile come forma di prevenzione contro l’osteoporosi
  • Utilizzato da molte donne nel periodo della post gravidanza
  • Ottimo per il ventre piatto e per la postura
  • Da buoni risultati per avere fianchi sottili o glutei sodi
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL