Home Bellezza Pietra pomice: proprietà e benefici della pietra che galleggia

Pietra pomice: proprietà e benefici della pietra che galleggia

La pietra pomice è una roccia vulcanica porosa sfruttata dalle attività industriali come elemento fondamentale per la cura e il benessere del corpo. Ma cos’è esattamente?

Pomice per calli e duroni- foto donnaclick.it

Si tratta di una pietra composta da una struttura di rocce eruttive effusive altamente porose e leggere che galleggiano.

L’esplosione proveniente dalle profondità del sottosuolo di un vulcano restituisce miscele di acqua e rocce fuse. L’acqua, intrappolata nelle rocce viscose dalle temperature elevatissime, si libera sotto forma di vapore facendo esplodere il magma in una pietra leggera che raffreddandosi si solidifica come schiuma di vetro vulcanico dura e friabile dalla struttura calcinata.

Tipi di pietra pomice

Esistono diverse varianti di pomici, ciascuna con una composizione e grana differenti. I composti presenti le conferiscono non sono tonalità cromatiche differenti, ma anche proprietà più o meno marcate.

La pomice bianca è la pietra più diffusa perché presenta una prevalenza di silice e una struttura molto più leggera a grana grossa.

La presenza di ossidi metallici sviluppa colori più scuri, fino ad arrivare alla “pomice nera della Canarie” ovvero il tipo più ricco di ferro, pesante e ruvido.

Composizione

Quali sono i valori medi dei componenti? La composizione di 100 g di pietra pomice grezza si mostra come segue:

  • 74% in g di biossido di silicio
  • 12,6% in g di ossido di alluminio
  • 1,2% in g di ossido ferrico
  • 0,7% n g di ossido ferroso
  • 2,1 in g di sodio
  • 33 % in g di potassio
  • 0,7% in g di calcio
  • 0,1 in g di biossido di titanio
  • 0,3% in g di ossido di magnesio
  • 3,4 % in g di acqua

Come si può notare, la sua composizione le conferisce un effetto lievemente abrasivo, molto spesso sfruttato sotto forma di polvere per la pulitura di marmi, metalli e stoviglie e per la costruzione di strutture edilizie leggere e resistenti.

Lo stesso effetto leggermente abrasivo permette l’uso della pietra che galleggia nella cura del corpo, tutte quelle situazioni che richiedono una delicata esfoliazione delle pelle. E così se una pietra economica e dura può essere utilizzata per il trattamento delle zone callose, una pietra vulcanica più morbida trova spazio nel trattamento di zone più delicate.

Pietra pomice: Come si usa

Scrub – foto bellezza.robadadonne.it

Ma come usare la pietra pomice? Come sfruttare le sue proprietà? La sua composizione diventa il principio di molti utilizzi:

  • Pietra pomice e piedi – Si tratta di un metodo naturale per il trattamento dei piedi. Nel caso particolare la pietra pomice tratta calli e duroni grazie alla sua azione abrasiva che leviga la pelle ruvida e secca e rimuove le cellule morte. In questo caso, dopo il pediluvio, i calli possono essere trattati con la pietra in modo delicato e graduale per evitare ferite, abrasioni e ulcerazioni.
  • Cura delle mani – Le mani possono essere ammorbidite con un lungo bagno e poi esfoliate eseguendo movimenti larghi, circolari e delicati con la pietra. Una volta finito, le zone vanno però tamponate con un panno e idratate con creme oppure oli.
  • Scrub – L’azione abrasiva della pietra pomice elimina i peli incarniti e creare un effetto peeling sulle cellule morte.
  • Depilazione – È possibile usare la pietra pomice per la depilazione naturale delle braccia (idratando per bene la pelle e sfregando delicatamente una buona pomice sulle braccia eseguendo movimenti circolari).
  • Unghie e cuticole – La durezza della pietra vulcanica può trasformarsi in una ottima lima per unghie e per tirare indietro le cuticole.
  • Denti – In commercio esistono diversi dentifrici sbiancanti che utilizzano l’azione abrasiva di piccoli granelli di pomice.

Pietra pomice: Come si usa

Uso pomice- foto hairbodystore.com

Ogni varietà di pietra pomice vanta prezzo e forme differenti, ciascuna legata a un impiego differente:

  • Ciabattine esfolianti con plantare in pietra vulcanica
  • Creme corpo esfolianti
  • Detergenti
  • Detergenti ecologici per disincrostare
  • Edilizia (potere isolante e carica inerte per le resine)
  • Lime
  • Pietre con impugnature ergonomiche
  • Pietre legate a cordini
  • Restauro (finitura mobili lucidatura dei marmi, levigatura metalli e vetri)
  • Polvere di pomice
  • Spazzole
  • Vernici

La pietra pomice dove si compra? Può essere acquistata online, in farmacia, al supermercato o in erboristeria: pietra pomice Tigotà, Sholl e così via.

In ogni caso possiamo dire che si tratta di un prodotto a basso costo, soprattutto se pensiamo che 100 g può essere venduta a circa 5 euro.

Ogni roccia che galleggia può essere sfruttata al massimo dopo qualsiasi trattamento, soprattutto se si strofina e fa asciugare completamente la pietra pomice dopo l’uso per evitare che la pelle morta accumulata nei pori e i batteri proliferati in un ambiente umido possano inficiare il trattamento successivo.

Curiosità

La caratteristica leggerezza e porosità della pietra pomice vera venne utilizzata sia romani per produrre calcestruzzo resistente e durevole. Oggi viene ancora utilizzata per le sue qualità come additivo del calcestruzzo per migliorarne le prestazioni.

L’estrazione della pietra pomice nell’isola di Lipari iniziò nel V millennio a.C. e diede vita a un fenomeno che dava luogo ai primi timidi esempi di globalizzazione dei commerci in tutto il Mediterraneo. Oggi la pietra vulcanica da il nome di uno dei suggestivi luoghi di soggiorno a Lipari: “Pietra Pomice Hotel”.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 3.4]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui