Home Salute Osteoporosi: Cause sintomi e cura

Osteoporosi: Cause sintomi e cura

Secondo alcuni studi sembrerebbe che in America circa dieci milioni di persone siano affette dall’osteoporosi, ovvero una malattia che colpisce le ossa. Le donne solitamente sono più a rischio, ogni 10 persone che ne soffrono, 8 appartengono al sesso femminile.

osteoporosi

L’osteoporosi è abbastanza comune, ma fortunatamente può essere prevenuta, oppure curata/rallentata se fosse già presente.

L’osteoporosi è in grado di indebolire le ossa fino a renderele talmente deboli che, nei casi più gravi, anche un forte starnuto possa creare una frattura ossea. Ovviamente esistono varie entità di questa malattia e deve essere il medico a stabilire la gravità o meno della situazione.

Le zone più frequenti del corpo che solitamente sono più a rischio di fratture sono i polsi, il femore e la colonna vertebrale. Una piccola caduta è sufficiente a creare una frattura delle ossa.

Cause dell’osteoporosi

Quali siano le cause vere e proprie che danno vita all’osteoporosi non sono ancora abbastanza chiare. La medicina stà continuando a cercare e indagare sull’orgine del problema. Tuttavia, nel corso delle ricerche, sono state messe in evidenza le cause che accentuano il problema, più avanti verranno riportate in maniera più dettagliata.

Comunque è certo che l’osteoporosi influisce sulle ossa debilitando le loro normali funzioni, ossia il procedimento di rimodellamento osseo. In pratica non si rinnovano più, rimane solamente il tessuto vecchio.

Normalmente (come madre natura vuole) il tessuto osseo è in continuo cambiamento e si rinnova sempre, prendendo il posto di quello vecchio.

L’osteoporosi prevale su una persona che presenta poca massa ossea. Ma questo perché? Se le ossa non sono in grado di rinnovare più tessuto di quello che viene distrutto, ecco che la persona presenterà poca massa ossea e una predisposizione alla malattia.

Anche i minerali quali fosforo e calcio non devono mai essere presenti in percentuali troppo basse, altrimenti le ossa ne risentiranno a livello di integrità.

mal di skiena

Cause che potrebbero favorire la comparsa dell’osteoporosi

Come già accennato, la medicina non ha ancora individuato le cause vere e proprie dell’osteoporosi, tuttavia sono state messe in evidenza alcune linee che potrebbero rintracciare quali sono le persone più predisposte. Alcuni fattori sono genetici e immutabili, su altri invece è possibile lavorarci sopra.

Cause irreversibili

  • Per le persone orientali o quelle di carnagione bianca, contrarre questa malattia è molto più facile rispetto a quelle che hanno una carnagione scura.
  • Le donne sono più a rischio di fratture per colpa dell’osteoporosi rispetto all’uomo.
  • L’età è una altro fattore determinante, più passano gli anni e maggiore sarà la possibilità di contrarre l’osteoporosi.
  • Anche il fattore ereditario è da tenere in considerazione, dato che le probabilità di contrarre l’osteoporosi saranno maggiori.
  • Un altra causa che potrebbe interessare questa malattia delle ossa è relativa alla corporatura fisica. Ovvero le persone magre sono più soggette a questo tipo di malattia. Ma questo non significa che ingrassando il problema sia risolto, dato che è la massa ossea che conta e le persone magre solitamente ne possiedano poca.
  • Gli interventi chirurgici. Come per esempio la liposuzione ed operazioni allo stomaco. Il motivo è perché il calcio può non essere più assorbito regolarmente tramite l’alimentazione dal proprio organismo.
  • Vi sono anche diverse malattie che possono dare vita a l’osteoporosi, ad esempio la celiachia, il morbo di Crohn, l’iperparatiroidismo e la sindrome di Cushing.
  • Anche le persone che soffrano di ipotiroidismo e ipertiroidismo sono a rischio di osteoporosi.

Cause reversibili

  • L’attività fisica è molto importante per tutelarsi dall’osteoporosi. Anche del semplice movimento potrà rivearsi utile. Questo perché l’osteoporosi è favorita proprio dalla vita sedentaria, la quale di conseguenza deve essere evitata.
  • Il tabacco rende le ossa piu deboli, quindi fumare non è un’abitudine proprio adatta, dato che rende la persona più esposta all’osteoporosi. Per non parlare di tutte le altre conseguenze negative della sigaretta che la renderebbo comunque dannosa.
  • L’osteoporosi sarà più frequente nelle persone che presentano poco calcio all’interno delle proprie ossa. Chiaramente deve essere una cosa che dura tempo e non un problema passeggero. Come un malfunzionamento di assorbimento delle sostanze importanti quali calcio e fosforo.
  • L’alcol è un altra causa che infierisce sulla comparsa dell’osteoporosi. Quindi eccedere con questa sostanza non è consigliato.
  • Alcuni tipi di farmaci adoperati per molto tempo, potranno dare vita alla patologia in questione. Ad esempio gli anticonvulsivanti, gli antidepressivi, antiacidi, ecc.

Sintomi dell’osteoporosi

ostoporosi 2

Presto o tardi i sintomi dell’osteoporosi inizieranno a farsi sentire qualora la malattia fosse presente. Tra i sintomi più comuni troviamo:

  • Posizione ricurva,
  • dolori alla schiena,
  • altezza che diminuisce,
  • fratture alle ossa generiche tra cui: polso, vertebre e femore.

Chiamare il medico?

“Prevenire è meglio che curare” si rivela sempre un ottimo detto popolare.Facendo monitorare costantemente la propria salute dal medico, permette di conoscere in real time tutto ciò che accade e poter quindi prendere per tempo qualsiasi problema potrebbe manifestarsi.

Non dimentichiamoci infatti che la prevenzione è molto importante. Molti problemi, malattie e tipi di disturbi potranno essere prevenuti, oppure presi in tempo e guariti. Ovviamente anche per l’osteoporosi funziona al solito modo.

Il medico potrà suggerire di eseguire un esame specifico, denominato “l’esame di densitometria ossea”. Ecco le circostanze in cui il medico potrebbe richiedere questo esame anche in assenza dei sintomi tipici dell’osteoporosi.

  • Menopausa anticipata
  • Persone con vecchie fratture che ormai hanno superato i cinquant’anni
  • Le donne che superano i sessantacinque anni
  • Menopausa
  • Gli uomini sopra i settant’anni
  • L’impiego di alcuni farmaci, come gli anticonvulsivanti, il prednisone e molti altri.

Complicazioni osteoporosi

L’osteoporosi può essere causa di molti problemi, di cui gran parte pericolosi. Sono molto comuni ad esempio le fratture in persone affette da questo tipo di malattia. Chiaramente il pericolo varia in base al tipo di frattura e in quale parte del corpo ciò sia avvenuto.

Comunque in linea di massima penalizzano molto la persona, dato che le parti fratturate (femore, polsi, vertebre…) sono pur sempre importanti, sia per muoversi che per svolgere normali manzioni di tutti i giorni.

Per esempio il femore fratturato non solo potrà debilitare una persona, ma in alcun casi può essere causa di decesso. Dovuto da una qualche complicazione in sala operatoria. Solitamente riguarda di più le persone anziane, quanto è stato appena citato.

Una o più fratture della colonna vertebrale, possono verificarsi per colpa dell’osteoporosi.

Inutile dire che il dolore è molto incisivo in queste circostanze. L’aspetto molto negativo è che può capitare anche senza una caduta la frattura.

Il motivo è perché le ossa sono veramente debilitate e non possiedano più la loro normale integrità. Comunque la guarigione è molto lunga in questi casi, ma non impossibile.

L’esercizio fisico aiuta?

osteoporosi 4

Vi è una infinita differenza tra persone con stile di vita sedentario, ed altre che praticano sport, o comunque sono sempre in movimento. Le ossa saranno molto più forti e resistenti per quest’ultima categoria di persone. Qualsiasi attività fisica, migliora il proprio corpo e le ossa.

La soluzione migliore sarebbe cominciare sin da piccoli e non smettere mai. In maniera da condurre una vita sana ed una bella vecchiaia in futuro.

Anche semplicemente nuotare ed andare in bicicletta sono due tipi di attività sempre molto consigliate. Lo stesso vale per la corsa e salire le scale.

Avere più cura di se

Per cercare di essere sempre in forma e potersi tutelare dall’osteoporosi, è possibile adottare dei piccoli accorgimenti. Tanto per incominciare un regime alimentare sano, il quale comprende una buona integrazione di vitamine e sali minerali principalmente.

Anche fibre, carboidrati, grassi, ecc. Sono molto importanti comunque, anche se magari non sono direttamente correlati con l’osteoporosi. Principalmente il calcio, il fosforo e le vitamine C, D sono quello che non deve mai mancare alle ossa.

È possibile anche utilizzare degli integratori per la causa in questione, ma consultando prima il proprio medico comunque.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 1.5]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui