Collegati con noi

Come organizzarsi per correre in pausa pranzo

Come organizzarsi per correre in pausa pranzo

Portare a lavoro scarpe da running, pantaloni e t-shirt può aiutare a trascorrere la pausa pranzo lontano dall’ufficio, godere di un’atmosfera diversa e mantenersi in forma. Tutto quello che occorre per correre in pausa pranzo è un piano di allenamento organizzato ed efficace!

Come organizzarsi per correre in pausa pranzo- foto unitedrunners.eu

Scegliere di correre in pausa pranzo significa organizzare i minuti del break in modo da costruire un allenamento efficace, fare una doccia, mangiare qualcosa e tornare a lavoro.

Come riuscire a correre in pausa pranzo

Quando non si ha molto tempo da dedicare all’attività fisica è necessario mostrare una certa abilità nell’organizzare la giornata e nel ritagliare momenti da dedicare all’esercizio fisico.

La pausa pranzo può rivelarsi una occasione imperdibile per mantenersi in forma e tornare a lavoro con una mente sgombra da tensioni e preoccupazioni.

Per riuscire a correre in pausa pranzo è necessario stilare un programma di allenamento settimanale in grado di restituire effetti benefici sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale. Come?

  • Riscaldamento – Basta sollevare e abbassare i talloni quando si è ancora seduti alla scrivania, compiere delle rotazioni di braccia e testa per sollecitare collo e spalle e usare le scale al posto dell’ascensore per preparare il corpo alla sessione di allenamento outdoor.
  • Programma settimanale – Occorre programmare 3-5 sessioni a giorni alterni per ottenere risultati apprezzabili.
  • Durata sessione – Ogni sessione deve essere leggermente diversa dalla precedente e deve portar via dai 45 ai 50 minuti (riscaldamento incluso).
  • Tipo di allenamento – È fondamentale declinare alcuni giorni di allenamento a una corsa blanda o una camminata a passo svelto.

Allenamenti

È possibile studiare diverse forme di allenamento per raggiungere risultati differenti, magari costruendo una routine capace di alternarli all’interno della settimana:

  • Corsa a intervalli – I 45 minuti di allenamento vengono suddivisi in 10 minuti di jogging leggero, 5 minuti di corsa con ritmo aumentato e 3 minuti di corsa blanda, uno schema che va ripetuto 3 volte per aumentare la capacità aerobica e il dispendio calorico.
  • Corsa veloce – L’allenamento punta a migliorare la velocità con 35 minuti distribuiti in 10 minuti di corsa lenta, 20 minuti di corsa sostenuta e 5 minuti di defaticamento a ritmo blando.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti questi consigli