Home Benessere Olio essenziale di origano: proprietà, benefici e usi

Olio essenziale di origano: proprietà, benefici e usi

L’origano è una pianta aromatica dalle proprietà curative e terapeutiche che ha conquistato la cucina italiana. Il suo potere benefico viene concentrato in un olio essenziale di origano che conserva capacità antinfiammatorie, antivirali e antisettiche della spezia stessa.

Olio essenziale di origano, le proprietà- foto abcallenamento.it

Questo olio essenziale viene realizzato tramite la distillazione in corrente di vapore oppure la preparazione made home che prevede l’unione di parti fiorite della pianta selvatica e olio di mandorle dolci o in altro tipo di olio base.

Il risultato è un olio essenziale di origano con tonalità ambrata, odore pungente e potenzialità antinfiammatorie e antisettiche, perfetto per massaggi, suffumigi curativi, infuso di origano o terapie topiche a livello locale.

Composizione

L’olio essenziale di origano possiede tutto il complesso chimico e nutritivo delle foglie di Origanum vulgare e in particolare:

  • sali minerali (calcio, magnesio, potassio, ferro, manganese e selenio)
  • vitamine (vitamina K, vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B)
  • fenoli
  • terpeni
  • terpenoidi

Olio essenziale di origano: proprietà

Benefici estratto di origano- foto giardinaggio.org

L’olio essenziale di origano possiede proprietà antinfiammatorie, antivirali e antisettiche, qualità che lo rendono un potente antibiotico naturale ad ampio spettro.

Antibiotico naturale

Il fenolo più abbondante nell’olio di origano (carvacrolo) riuscirebbe a fermare la crescita di diversi tipi di batteri, la causa più comune di infezioni a vie respiratorie e complesso urinario o resistenza agli antibiotici (Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa ed Escherichia coli).

Ridurre il colesterolo

Recenti studi hanno sottoposto 48 soggetti con colesterolo lievemente alto a una dieta alimentare e uno stile di vita sano, obbligando solo 36 partecipanti a utilizzare 25 ml di olio di origano dopo ogni pasto. Il risultato della ricerca ha dimostrato come i fenoli timolo e carvacrolo contenuti favoriscono la riduzione del colesterolo “cattivo” o LDL e migliorano i livelli di colesterolo “buono” HDL.

Potere antiossidante

Gli antiossidanti presenti nell’olio essenziale di origano (zeaxantina, criptoxantina, luteina, vitamina A e vitamina C) abbiano il potere di combattere l’azione dannosa dei radicali liberi ( invecchiamento cellulare, cancro e malattie cardiache).

I radicali liberi sono un prodotto naturale del metabolismo che possono svilupparsi in larga misura a causa di diversi fattori ambientali predisponenti quali fumo di sigaretta o agenti inquinanti.

Secondo un recente studio, l’origano e il suo olio essenziale conserverebbero un valore di antiossidanti maggiore rispetto ad altre erbe benefiche analizzate (timo, maggiorana ed erba di San Giovanni) o alla frutta (mele e mirtilli).

Infezioni da lievito

L’organismo può essere attaccato da un lievito ovvero un fungo che può causare problemi a livello intestinale e diverse infezioni.

Ebbene, l’olio essenziale di origano potrebbe essere efficace contro cinque diversi tipi di Candida, la causa più comune delle infezioni da lieviti di bocca e vagina.

Migliora la salute dello stomaco

L’estratto di origano può vantare notevoli benefici a carico dello stomaco, soprattutto in caso di diarrea, dolore e gonfiori legati alla presenza di parassiti dell’intestino.

Proprietà antinfiammatorie

L’infiammazione sviluppa una serie di effetti negativi per la salute del corpo. Alcune ricerche hanno sottolineato che l’estratto di origano può inibire la risposta infiammatoria mediante l’inibizione di alcune cellule appartenenti a una classe di linfociti (T helper) responsabili di gastrite e infiammazioni della mucosa che riveste la parete interna dello stomaco.

Allevia il dolore

Come già accennato, l’estratto di origano conserverebbe proprietà antidolorifiche con effetti simili ai fenoprofene e alla morfina. Qualche goccia di olio essenziale potrebbe bastare per favorire il rilassamento e il defaticamento, alleviando il dolore muscolare o le manifestazioni dell’artrite.

Perdita di peso

I massaggi a base di olio essenziale di origano potrebbe sviluppare un’azione anti-cellulite, un potere imputabile al carvacrolo.

Questo particolare fenolo sarebbe capace di invertire la catena di eventi che possono portare alla formazione di cellule adipose.

Olio essenziale di origano: dove trovarlo e come usarlo

Come si usa l’estratto di origano?- foto viverepiusani.it

L’estratto di origano è disponibile come olio essenziale liquido in bottiglia o in forma di capsula e può essere acquistato nella maggior parte dei market forniti, nelle erboristerie oppure online.

Ovviamente l’olio e le capsule variano l’efficace potere dell’estratto di origano e per questo risulta importante gestire al meglio la condizione con le istruzioni presente sulla confezione dei prodotti.

Non esiste una dose standard efficace documentata di olio di origano, ma in linea generale è possibile attenersi alle seguenti consigli:

  • Sulla pelle – Diluire una concentrazione di 1 cucchiaino di olio di oliva per ogni goccia di olio di origano e applicarla sulle parti interessate potrebbe aiutare a gestire le condizioni cutanee o le infezioni.
  • Sotto la lingua – È importante diluire l’olio essenziale con dell’olio d’oliva in un rapporto di una goccia di estratto di origano a una goccia di olio d’oliva, mettere 1-3 gocce di questa diluizione sotto la lingua, trattenerlo per qualche minuto e sciacquare con acqua.
  • Ingerito – L’uso orale di questo olio essenziale impone di mettere qualche goccia in una tazza di acqua (237 ml), fare un gargarismo e poi inghiottirlo.

Olio essenziale di origano: controindicazioni

La ricca lista di benefici non deve mai far sottovalutare i possibili effetti collaterali o controindicazioni di qualsiasi erba curativa o prodotto salutare.

Per prima cosa è importante sottolineare come l’olio essenziale di origano non dovrebbe essere usato puro sulla pelle ma diluito con altri oli vegetali per evitare irritazioni.

L’olio essenziale di origano è controindicato in alcuni casi:

  • reflusso gastro-esofageo (gli aromi dell’origano tendono a rimanere a lungo nel tratto gastrointestinale favorendo il reflusso verso l’esofago)
  • origano in gravidanza e allattamento (i fenoli possono causare reazioni cutanee al bambino)
  • bambini
  • soggetti allergici (verso alcune famiglie di piante come timo, menta, salvia e basilico)
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 2.2]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui