Oil pulling, la pratica ayurvedica per il benessere del corpo

L’oil pulling è un antico metodo di origine ayurvedica, un rimedio naturale conveniente ed economico che aiuta a eliminare i batteri che si depositano su lingua e denti nel corso della notte e quindi a mantenere la salute della cavità orale.

Oil pulling- foto freshdesignpedia.com

È proprio durante il riposo notturno che l’organismo tenta di eliminare le sostanze di scarto del metabolismo e i batteri, respingendoli in zone esterno del corpo come la bocca per l’appunto. In questo senso è importante procedere con una pulizia approfondita della bocca ogni mattina e l’oil pulling con olio di cocco oppure olio di sesamo ovvero oli vegetali biologici che promettono di liberare denti, gengive e bocca da batteri e tossine.

Tecnica oil pulling: come funziona?

Ma come si procede? L’oil pulling  o in italiano “tirare l’olio” promette di eliminare tutte quelle sostanze di scarto metabolico dell’organismo attraverso semplici passaggi:

  • Appena svegli è necessario pulire la lingua con il nettalingua o un cucchiaio per raschiare sulla lingua delicatamente partendo dalla parte più interna e andando verso l’esterno. In questo modo si raccoglie e porta via tutto quello che vi è depositato sopra, sciacquando dopo ogni passaggio.
  • Dopo aver raschiato la lingua ed eliminato le sostanze di scarto è ora di procedere versando in bocca un cucchiaio di olio vegetale e passarlo su denti, gengive e lingua.
  • Sputare l’olio e lavare la bocca con acqua tiepida e bicarbonato per rafforzare l’effetto antibatterico usato.

Oil pulling: benefici

La pratica oil pulling raccoglie tutte le tossine e i batteri accumulati e li espelle definitivamente dal corpo, definendo in questo modo una serie di vantaggi evidenti su più fronti:

Benefici oil pulling- foto foxnews.com

 1) Previene l’alito cattivo

L’oil pulling è un rimedio per l’alito cattivo, giacché l’alitosi può essere causata sia dall’utilizzo di alcuni farmaci o a problemi digestivi che dai batteri presenti nel cavo orale. La pratica ayurvedica favorisce l’eliminazione dei batteri e si rivela efficace quanto un collutorio.

2) Elude gengiviti e carie

La tecnica ayurvedica può contribuire a prevenire le malattie della bocca e delle gengive dovute da infiammazioni da cariche batteriche come la carie e il sanguinamento delle gengive.

3) Allevia dolori alla mascella

I movimenti dell’oil pulling si presentano come utili esercizi per mantenere in allenamento i muscoli e le articolazioni e contribuire a prevenire o alleviare il dolore in questa zona del viso.

4) Sbianca i denti

Si tratta di una pratica quotidiana che contribuisce a eliminare la patina biancastra di tossine che si accumula su lingua e denti, costituendosi come uno dei rimedi naturali per avere denti più bianchi e gengive più sane.

5) Rende la pelle più bella

L’eliminazione delle tossine dall’organismo corrisponde a un notevole miglioramento della pelle, soprattutto in presenza di acne o dermatite.

6) Allevia il mal di testa

Una ritenzione di tossine o agenti irritanti del sistema nervoso  nell’organismo può causare mal di testa ed emicranie. Il contributo dell’oil pulling nell’eliminazione delle tossine può aiutare ad alleviare mal di testa ed emicrania.

7) Disintossica tutto il corpo

Questo particolare rimedio naturale disintossica di tutto il corpo, focalizzando la sua azione sulla popolazione di tossine, batteri, funghi e parassiti della bocca. Se non si eliminano è molto più facile che queste colonie batteriche si diffondano in tutto l’organismo e che insorgano infiammazioni croniche.

8) Supporta a reni e fegato

L’eliminazione delle tossine a livello del cavo orale aiuta ad alleggerire il lavoro del fegato e dei reni, che le dovranno filtrarle solo se riusciranno a raggiungerli.

9) Regola gli ormoni

Secondo la medicina ayurvedica questo rimedio naturale permette di correggere gli squilibri ormonali, regolare il ciclo mestruale e ridurre i sintomi della sindrome premestruale. L’oil pulling contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario e del sistema ormonale.

10) Allevia l’asma

La pratica di benessere quotidiano sembrerebbe capace di  alleviare i sintomi dell’asma e i disturbi respiratori (bronchite e congestione nasale). L‘oil pulling si presenta come un rimedio naturale per ridurre le risposte infiammatorie dell’organismo.

La buona riuscita della tecnica ayurvedica dipende dall’uso di oli biologici come olio di sesamo, olio di cocco o olio di girasole spremuti a freddo. È possibile considerare la possibilità di alternare le varietà di olio vegetale ogni due giorni per ottenere il maggior numero di benefici dei due oli e conservarli in frigo per mantenere meglio le loro proprietà.

Oil pulling: effetti collaterali e controindicazioni

Effetti collaterali oil pulling- foto wakeupnews.eu

L’American Dental Association ha sottolineato come l’olio possa provocare disturbi gastrointestinale come diarrea e mal di stomaco oppure la polmonite lipidica se dovesse erroneamente i polmoni.

È essenziale certificare la composizione dell’olio vegetale per oil pulling. Dove comprarlo per evitare rischi? Bisogna far riferimento all’agricoltura biologica certificata e quindi a negozi biologici o erboristerie in grado di assicurare un prodotto privo di additivi tossici e metalli pesanti (piombo, mercurio e arsenico).

Non esistono riferimenti di particolari controindicazioni da oil pulling. Bisogna prestare attenzione e chiedere il parere del medico solo in caso di speciali terapie farmacologiche importanti per evitare la che l’azione di detossicazione possa aumentare il metabolismo e modificare le concertazioni del farmaco nel sangue.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato