Home Salute Occlusione intestinale: cause, sintomi, rimedi e trattamenti

Occlusione intestinale: cause, sintomi, rimedi e trattamenti

Una occlusione intestinale o ileo si presenta come un disturbo causato da un contenuto di forma solida, liquida o gassosa che ferma e occlude l’intestino in modo completo e duraturo, generando diversi tipi di problemi.

Blocco intestinale- foto inran.it

Si tratta di una condizione che non bisogna trascurare perché è possibile che si manifesti uno shock settico legato a un’infezione. In questo caso una occlusione intestinale porta alla morte del paziente!

Tipi di occlusione intestinale

Diversi tipi di blocco intestinale- foto salute.doctissimo.it

Il blocco intestinale può manifestarsi con diverse modalità e per questo può essere classificata in due modi differenti.

Occlusione Meccanica

L’ileo è caratterizzato da un ostacolo che coinvolge un singolo tratto dell’intestino e successivamente compromette l’intero organo:

  • intramurale (ostacolo a livello della parete intestinale)
  • intra luminale (ostacolo all’interno del lume intestinale)
  • extra intestinale (ostacolo esterno all’intestino che riduce il lume e non agevola il transito di feci e gas)

Occlusione Dinamica

Questo tipo di occlusione viene definita anche paralitica o funzionale perché causata da un progressivo rallentamento del movimento peristalsi intestinali:

  • intra peritoneale (blocco all’interno del peritoneo)
  • extra peritoneale (occlusione esterno al peritoneo)
  • extra addominale (occlusione esterna dalla cavità addominale)

Cause occlusione meccanica

Polipi intestinali- foto news.psu.edu

A questo punto è facile intuire che, a prescindere dalla zona interessata o dal tipo di blocco, una occlusione intestinale ravvisa cause differenti.

L’ostruzione meccanica è un tipo di occlusione intestinale con cause di origine patologica o non patologica come la presenza di corpi estranei o problemi individuali:

  • Diverticoli – L’estroflessione sacciforme a carico della parete intestinale possono provocare infiammazione e occludere l’intestino.
  • Aderenze intestinali – Gli interventi chirurgici possono provocare aderenze che tendono a unire le anse intestinali o altri organi con una conseguente riduzione del lume o un’inevitabile ostruzione.
  • Ernie – È molto facile che un’ernia riesca a strozzare il segmento intestinale coinvolto e bloccare il transito di feci e gas.
  • Polpi intestinali – La crescita di un polpo intestinale di natura benigna può causare un’occlusione meccanica.
  • Tumore primario – Quando il cancro trova origine nell’intestino può determinare un occlusione di natura maligna.
  • Tumore secondario – Una occlusione intestinale deriva da un tumore quando le metastasi raggiungono l’addome o il peritoneo e causano un’ostruzione che comprime e deforma le anse intestinali.
  • Corpi estranei – Tutti gli oggetti ingeriti non volutamente dai bambini, i bezoari (agglomerati di capelli, cellulosa o boli alimentari), i fecalomi (feci disidratate) o i vermi intestinali (ossiuri) possono essere responsabili di un’occlusione a livello intestinale.
  • Morbo di Chron – La patologia infiammatoria cronica a carico dell’intestino causa il restringimento del lume intestinale e l’ostruzione intestinale.

Cause occlusione dinamica

Colica renale- foto starbene.it

L’ileo paralitico ovvero la riduzione progressiva della motilità dell’intestino può dipendere da diversi fattori di natura patologica o non patologica. Ma questo tipo di occlusione intestinale quali cause presenta?

  • Peritonite – Un’infiammazione o un’infezione del peritoneo causato da batteri o virus può determinare una momentanea occlusione a carico dell’intestino.
  • Rectocolite ulcerosa – Quando l’intestino è coinvolto da questa patologa infiammatoria può manifestare una diminuzione della motilità e l’insorgenza di occlusione.
  • Coliche – Le coliche renali o biliari possono provocare uno stato infiammatorio in sede addominale ed extra addominale e determinare una occlusione intestinale.
  • Interventi chirurgici – È possibile che gli interventi chirurgici provochino dei fenomeni infiammatori responsabili del blocco intestinale.
  • Farmaci – Nel caso in cui i farmaci coinvolgono nervi e muscoli possono interessare l’intestino e provocare un’occlusione momentanea (antidepressivi, anticolinergici e antidiarroici).

Occlusione intestinale: Sintomi

Colica intestinale- foto accentonwellnessnyc.com

Il complesso di sintomi di una occlusione intestinale può variare da individuo a individuo, ma conserva una sintomatologia comune:

  • Dolore addominale – Crampi e spasmi in modo altalenante con attacchi sempre più acuti.
  • ConatoVomito verde (presenza di bile) quando l’occlusione coinvolge il duodeno oppure vomito di aspetto fecaloide quando l’ostruzione insorge nella parte bassa dell’intestino.
  • Addome gonfio – La presenza di gas e liquidi provoca gonfiore a livello dell’addome.
  • Chiusura dell’alvo – Se l’occlusione interessa il primo tratto dell’intestino possono esserci ancora fuoriuscite di feci e gas mentre se l’ostruzione è a carico di colon o retto invece la chiusura sarà immediata e completa.
  • Altri sintomi – Cali di pressione, dolore alla schiena, febbre e tachicardia.

Diagnosi

Come diagnostica una occlusione intestinale- foto sintomiecura.com

La diagnosi tempestiva è il solo modo per impedire complicanze di vario genere anche gravi quali perforazione intestinale o sviluppo di infezioni.

Come si diagnostica una occlusione intestinale?

  • Esame obiettivo – Valutazione generale dello stato del paziente e interpretazione dei sintomi.
  • Radiografia – Può localizzare l’occlusione e manifestare l’eventuale presenza di corpi estranei.
  • Clisma opaco – Viene somministrato un mezzo di contrasto per via rettale per verificare le anse intestinali compromesse.
  • Ecografia – Verifica l’eventuale ispessimento o dilatazione delle anse.
  • Tac – Permette una visualizzazione completa dell’intestino e l’identificazione di corpi estranei.
  • Esame endoscopico – La sonda entra dalla bocca o dal tetto e permette di visualizzare l’interno dell’intestino o il prelievo di campioni di tessuto.

Occlusione intestinale: rimedi e trattamenti

Occlusione intestinale, terapia e rimedi- foto salute.leonardo.it

I sintomi legati a una occlusione intestinale devono allarmare immediatamente il soggetto e lo devono spingere a rivolgersi al prima ospedale utile per il ricovero.

Lo staff medico, dopo aver fatto tutto il necessario per stabilizzare la condizione, procederà con la diagnosi dell’occlusione per capire come intervenire.

Rimedi occlusione dinamica

L’eliminazione della causa scatenante porta a una regressione spontanea del disturbo nell’arco di 2-3 giorni. Come viene gestita l’ostruzione dinamica?

  • Farmaci – Questa occlusione intestinale prevede una terapia farmacologica che aumenta la peristalsi
  • Alimentazione – Deve essere somministrata per via endovenosa e proseguire successivamente con alimenti liquidi o semi-liquidi.
  • Omeopatia – I rimedi omeopatici dietro consulto medico consente di favorire il transito intestinale.

Rimedi occlusione meccanica

Non esiste altro modo di trattare questo tipo di occlusione intestinale se non con un intervento chirurgico e una terapia antibiotica. Come si interviene?

  • Laparoscopia – Questo metodo gestisce il problema attraverso tre fori sull’addome che permettono l’ingresso di strumenti chirurgici.
  • Laparotomia – L’apertura dell’addome del paziente è necessario nel caso in cui la causa risieda all’interno del lume intestinale e non è possibile intervenire in laparoscopia.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 1]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui