Home Salute Occhi Stanchi: cause, sintomi e rimedi

Occhi Stanchi: cause, sintomi e rimedi

Accusare gli occhi stanchi è una cosa totalmente normale. Molte persone ne soffrono e la causa di solito è sempre la stessa, l’uso scorretto e prolungato degli organi visivi.

Nell’ambiente scientifico gli occhi stanchi sono conosciuti come astenopia, che significa appunto occhio debole. Di solito questo problema è legato all’uso intenso della vista, per analizzare e fissare oggetti da una distanza ravvicinata.

Questa condizione è molto diffusa, di solito di lieve entità e temporanea. Secondo alcuni studi le persone che ne soffrono maggiormente sono coloro che fanno un uso eccessivo del computer. Circa il 40% delle persone che lavora al PC ne soffre.

Occhi stanchi: quali sono le cause?

Le cause degli occhi stanchi posso essere diverse. Spesso si tratta semplicemente di uno stile di vita inadeguato, altre volte può esserci una condizione patologica che richiede l’intervento medico.

Quando appunto è lo stile di vita ad essere sbagliato, spesso c’è da rivedere un attimo il ritmo sonno-veglia. Troppo spesso lo stravolgiamo, dormendo troppo poco. Anche un’igiene del viso inadeguata può essere la causa, basta pensare alle donne che non si tolgono il trucco prima di andare a dormire.

Il problema degli occhi stanchi è tipico anche delle persone che mangiano male e integrano nella propria alimentazione pochi cibi capaci di idratare (acqua, frutta e verdura). Spesso mangiano molti cibi spazzatura e vanno incontro a carenze delle vitamine.

Comportamenti scorretti sono anche l’assunzione di superalcolici e fumo, quest’ultimo produce sostanze ossidanti che vanno a danneggiare la microcircolazione.

Il ruolo del computer

Computer, smartphone, tablet… sono dispositivi elettronici considerati una delle prime cause dell’affaticamento visivo. Non a caso si parla proprio di “sindrome di visione al computer”. Si manifesta in quelle persone che parlano circa 7-8 ore al giorno al PC. Il display emette una luce blu, la quale danneggia la pigmentazione retinica causando stress ossidativo. Questa sindrome inizia a manifestarsi dopo circa tre anni dell’attività impropria.

Chiaramente ci sono altri fattori che portano alla stanchezza oculare, come la guida su strada per diverse ore al giorno. Le letture prolungate, lo stress, l’inquinamento ambientale, il vento, lavorare in luoghi poco o troppo illuminati.

Cause patologiche

Ci sono poi diverse cause di natura patologica. Diversi i problemi che possono portare al problema degli occhi stanchi, come alcune allergie, ma anche le infezioni oculari o le congiuntiviti. Altre volte il problema è l’indebolimento del sistema immunitario, oppure problemi di ipotiroidismo, sinusite, astigmatismo, strabismo, miopia, glaucoma, emicrania oftalmica, edema papillare.

Sintomi degli occhi stanchi

Quando si sentono gli occhi stanchi, non c’è bisogno di spiegazione. Si percepisce dolore, bruciore, gonfiore e prurito. Gli occhi appaiono rossi, sono pesanti e spesso si può arrivare a due condizioni opposte che sono quelle di secchezza o lacrimazione eccessiva.

Gli occhi stanchi possono essere accompagnati anche da altri sintomi, ma non sono sempre presenti. Basta pensare alla cefalea, il fastidio verso la luce, la visione doppia o sfocata. Può comparire il dolore al collo e la schiena e avvertire un senso di nausea. Alcune persone iniziano a soffrire di vertigini e non riescono più a coordinare bene i movimenti. Soffrono di mancanza di concentrazione.

Anche gli occhi stanchi hanno bisogno di una diagnosi

Spesso per risolvere il problema basta un po’ di riposo e soprattutto, migliorare il proprio stile di vita. Alcune volte però il riposo non è sufficiente e può essere necessaria una diagnosi mesica. Questo soprattutto quando il dolore è davvero pesistente, se la cefalea è frequente o se vi sono modificazioni importanti della vista. Il consulto oculistico in questi casi è molto importante.

Si tratta di una diagnosi rapida. Viene controllata la vista per valutare la presenza di patologie oculari. Viene fatto un questionario sullo stile di vita, così da individuare cause possibili di affaticamento della vista, suggerendo poi degli accorgimenti.

Rimedi e prevenzione degli occhi stanchi

La prima cosa da fare è prevenire il problema e, se già ne soffrite, cercate almeno di evitare che aggravi. Quando dovete leggere a lungo, se dovete fare un lavoro che richiedere una distanza minima dall’oggetto, posizionate una luce diretta all’oggetto. Non dovete mai guardare la TV al buio, perché il contrasto causa un ulteriore affaticamento. Meglio lasciare almeno una luce tenue accesa.

Se passate molto tempo davanti al computer invece, ricordatevi di stare almeno 50 centimetri di distanza. Non devono esservi riflessi sullo schermo e la luce del monitor deve essere regolata in base all’ambiente. Lo schermo deve essere pulito regolarmente, la tastiea deve essere posizionata all’altezza del gomiti, così da evitare posture che danneggiano la vista. Va evitato l’uso superiore a 4-5 ore al giorno, facendo comunque pause ogni trenta minuti, spostandosi dalla posizione almeno una volta ogni ora. In alcuni casi può essere consigliato anche di utilizzare gli occhiali da riposo.

Alcuni rimedi per la stanchezza oculare

  • Curare eventuali patologie. Se non è un problema di abitudini scorrette, curare le patologie oculari è fondamentale. Solo il medico può aiutarvi.
  • Dovete riposare molto, cercando di migliorare quando serve le condizioni di lavoro ed effettuando anche esercizi per rilassare la vita. Il riposo è importante. Ad esempio dovete cercare di dormire otto ore a notte e ogni tanto riposarvi di giorno. Utilizzate cuscini di qualità, mantenete areato l’ambiente del sonno e pulite bene il viso prima di andare a dormire.
  • Cetrioli: i cetrioli sono ricchi di vitamina K e B, di acido tartarico e zolfo. Sono in pratica degli ottimi decongestionanti, vasocostrittori, rinfrescanti e idratanti. Basta applicarli sugli occhi a rondelle.
  • Patate: anche le patate sono un ottimo rimedio. Potete applicarle per 10-15 minuti sugli occhi tre volte alla settimana per ottenere un effetto antinfiammatorio.
  • Acqua fredda: riduce in modo incredibile l’affaticamento visivo. Basta lavare il viso con acqua fredda o applicarla con una benda sugli occhi per 10 minuti.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 3]
ClaudiaL
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui