Obesità: combatterla con la buccia della mela

Obesità: rimedi

Da sempre la mela è considerato uno dei frutti più salutari, tanto che basterebbe, secondo il proverbio, una mela al giorno per non avere problemi di salute. Di sicuro se ne mangiamo una al giorno non può che farci bene, inoltre, la mela è un frutto molto gustoso che sembra non mancare mai sulle tavole degli italiani. Ma i benefici della mela sembrerebbero ancora tutti da scoprire, da uno studio infatti si è scoperto che la buccia della mela sia in grado di bruciare le calorie in eccesso e, quindi, ridurre l’obesità e rafforzare il tono muscolare. Sarebbe l’acido ursolico, contenuto naturalmente nella buccia della mela, a proteggere dall’obesità grazie all’effetto che ha sul grasso bruno, il grasso benefico che, insieme al tessuto muscolare, è in grado di bruciare le calorie in eccesso, riducendo il rischio di obesità.

Lo studio che ha portato a tali conclusioni è stato condotto dall’Università dell’Iowa (Iowa City, Usa), e successivamente pubblicato sulla rivista Plos One. Tale ricerca si basa sul fatto che nella buccia della mela sia presente l’acido ursolico, questo è una molecola presente nella buccia della mela che sarebbe in grado di aumentare l’accumulo del cosiddetto grasso bruno, il grasso che serve al nostro organismo. Questo grasso bruno insieme al tessuto muscolare è in grado di ridurre le calorie in eccesso, favorendo quindi la perdita naturale di peso e il rafforzamento del tono muscolare.

OBESITÀ: I BENEFICI DELL’ACIDO URSOLICO

Obesità: la mela contro i grassi

Studi passati hanno già dimostrato i benefici dell’acido ursolico, che ha un’azione benefica anche per quanto riguarda la massa muscolare, contribuisce, infatti, a rafforzare i muscoli riducendo il senso di stanchezza ed aumentando la resistenza. Gli studi sono stati condotti sui topi da laboratorio ed hanno evidenziato i benefici dell’acido ursolico, benefici che, se riscontrati anche negli esseri umani potrebbero portare innanzitutto alla cura e alla prevenzione dell’obesità e, in secondo luogo, potremmo ottenere buoni risultati anche per quanto riguarda la cura delle malattie muscolari. I ricercatori affermano: ” In questa ricerca abbiamo testato l’acido ursolico in topi alimentati con una dieta ricca di grassi, un modello murino di obesità e di sindrome metabolica. Ancora una volta, l’acido ursolico ha aumentato il muscolo scheletrico. Inoltre ha anche ridotto l’obesità, il pre-diabete e la steatosi epatica “.

L’acido ursolico ha molteplici proprietà, riesce sia ad aumentare il muscolo scheletrico sia il grasso bruno, questo contribuisce all’aumento del consumo di calorie in eccesso riducendo, quindi, il rischio di obesità legato all’alimentazione. In tempi passati si pensava che il cosiddetto grasso bruno fosse presente esclusivamente nei bambini, ma recenti studi hanno dimostrato che questo è naturalmente presente anche negli adulti ed ha importanti funzioni benefiche. Ora il prossimo passo sarà quello di stabilire i. Che modo l’acido ursolico. Intervenga nella produzione di grasso bruno e, inoltre, appurare che questo processo non avvenga solo sui topi da laboratorio.

Leggi anche:

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]