Home Alimentazione Nocciole: opinioni, proprietà e benefici

Nocciole: opinioni, proprietà e benefici

La nocciola è una delle varietà di frutta secca più apprezzata non solo per il sapore dolce e goloso, ma soprattutto per le sue proprietà nutrizionali. Ma sappiamo davvero tutto sulle nocciole?

Noccioline- foto pixabay.com

La pianta delle nocciole (Corylus avellana) è originaria dell’Asia minore e appartiene alla famiglia delle Betalaceae.

In Italia le coltivazioni delle nocciole sono localizzate in particolare in Piemonte, Sicilia, Campania e Lazio. Le più pregiate sono la nocella rossa, la nocella bianca e la gentile trilobata delle Langhe (la varietà che ha conquistato il marchio I.G.P. e figura tra ingredienti base della Nutella).

Composizione chimica

Le nocciole si presentano come un’ottima fonte di fibre alimentari, acidi grassi “buoni” (monoinsaturi e polinsaturi), vitamine (vitamina E e vitamine del gruppo B) e sali minerali (ferro, rame, calcio e manganese).

La resa calorica di 100 grammi è pari a 628 calorie, un apporto calorico che costringe a consumarle con moderazione (10-20 grammi) possibilmente lontano dai pasti principali.

Nocciole: proprietà

Gravidanza- foto pixabay.com

Le nocciole sono semi oleosi facilmente digeribili e si distinguono per l’influenza positiva che persuade l’equilibrio generale:

  • Antiossidante – Il contenuto di vitamina E e proantocianidine agisce come antiossidante naturale capace di contrastare l’azione dei radicali liberi e rallentare l’invecchiamento cellulare.
  • Antitumorale – L’alfa-tocoferolo della vitamina E potrebbe ridurre sensibilmente il rischio di incidenza di cancro a vescica, prostata, polmoni, seno e colon.
  • Energetico – La nocciola nasconde un apporto energetico a effetto rimineralizzante, l’ideale per i periodi di convalescenza, attività fisica intensa e senso di spossatezza.
  • Anticolesterolo – La frutta secca come le noccioline rappresenta una fonte di acidi grassi che influisce positivamente nei confronti del colesterolo e riduce la percentuale di colesterolo “cattivo”.
  • Attività cardiaca – Le fibre e gli acidi grassi presenti abbassano il colesterolo, riducono l’infiammazione e promuovono l’attività del cuore.
  • Sistema nervoso – Le vitamine del gruppo B apportano benefici al sistema nervoso e combattono stress, ansia e depressione.
  • Peso corporeo – La nocciola favorisce la trasformazione dei carboidrati in glucosio, migliora l’attività degli enzimi digestivi, promuove il senso di sazietà e stimola il metabolismo.
  • Diabete – I grassi monoinsaturi consentono di ridurre la percentuale di grassi nel sangue e tenere sotto controllo il peso, fattori importantissimi in caso di diabete.
  • Lassativo – Il contenuto di fibra consente di sviluppare una leggera proprietà lassativa.
  • Depurativo – Le foglie di nocciolo vengono sfruttate in fitoterapia per le capacità depurative, antinfiammatorie e cicatrizzanti.
  • Gravidanza – I frutti del nocciolo presentano un’elevata percentuale di folati che proteggono il feto dai difetti del tubo neurale.

Olio di nocciole

Raccolta noccioline- foto pixabay.com

La spremitura dei semi dà vita all’olio di nocciole, un particolare olio destinato all’industria cosmetica, alla preparazione dei colori e ai massaggi per la cura del corpo e del viso.

L’olio di nocciola contiene acidi grassi insaturi e vitamina E, un mix emolliente, tonificante e nutriente che viene utilizzato per prevenire la disidratazione della pelle e proteggere cuoio capelluto e capelli.

Nocciole in cucina

Torta alle nocciole- foto vasavasakitchen.com

Le noccioline possono essere consumate come snack (nocciole tostate) o ingrediente per la preparazione di salse, dolci e crema di nocciole.

L’abbinamento nocciola-cacao rappresenta la chiave del successo di molti dolci con nocciole , creme spalmabili, tavolette di cioccolata e torroni natalizi.

È sufficiente tritare una manciata di frutti di nocciolo per ottenere una granella golosa e versatile per decorare dolci, torte e gelati e preparare ricette salate.

La pellicina che avvolge i frutti più freschi può essere eliminata semplicemente mettendo i semi oleosi in forno per asciugarle, avvolgerle in un panno e strofinarle delicatamente.

Controindicazioni

Nocciola- foto pixabay.com

La nocciola nasconde effetti collaterali o controindicazioni legate al consumo in dosi eccessive. È possibile, però, che si possano verificare casi di allergia ai componenti o al polline degli alberi di nocciolo.

I sintomi dell’allergia a questi semi oleosi possono includere prurito a livello del contorno labbra, lingua e cola, rigonfiamento delle labbra e difficoltà respiratorie.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 3 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui