Home Al Femminile Gravidanza Nausea e vomito in gravidanza

Nausea e vomito in gravidanza

combattere nausea e vomito in gravidanza

Anche se questa condizione viene spesso chiamata malattia mattutina, la maggior parte delle donne hanno sintomi durante tutto il giorno e solo molto raramente, una donna incinta che presenta questi disturbi manifesta disidratazione e perdita di peso: condizione nota come iperemesi gravidica.

Le cause

L’esatta causa dei sintomi in gravidanza, non è chiara. La maggior parte dei medici concordano nell’attribuirne l’origine ai rapidi cambiamenti dei livelli ormonali. Queste fluttuazioni possono causare cambiamenti nella contrazione muscolare e nei modelli di rilassamento dello stomaco e dell’intestino, portando così a nausea e vomito.

Gli ormoni che sembrano avere più a che fare con tale condizione comprendono l’ormone gonadotropina corionica umana (hCG), gli estrogeni e il progesterone. Dei livelli di ormoni tiroidei anormali sono stati riportati in donne con vomito grave, anche se il rapporto di  causa-effetto rimane poco chiaro.

Alcuni ricercatori hanno scoperto che le donne che hanno assunto la pillola anticoncezionale, o che hanno sofferto di emicranie o cinetosi sono a maggior rischio di nausea e vomito.

Inoltre, se si ha una storia familiare di iperemesi gravidica, si hanno maggiori probabilità di manifestare i sintomi. Quali sono le cause dell’iperemesi gravidica non è ben chiaro, ma le teorie più popolari rientrano in tre aree:

  1. Ormonale: Elevati livelli di gonadotropina corionica umana (hCG) o un componente di questo ormone che può giocare un ruolo attivo nell’indurre al vomito. Anche la tireotossicosi o l’ipertiroidismo sono associati alla condizione. Un altro ormone  coinvolto è la serotonina, un ormone che agisce sia sul sistema nervoso centrale che sul sistema gastrointestinale (GI), da dove si ritiene possa indurre il vomito. Durante la gravidanza, la parte superiore del tratto GI può rallentare e contribuire così ad aumentare il fastidio.
  1. Gastrointestinale: il batterio Helicobacter pylori che vive nel tratto intestinale può causare lo sviluppo della malattia nota come ulcera peptica. Questi batteri si trovano in una percentuale maggiore tra le donne in gravidanza e in percentuale ancora più grande nelle donne con iperemesi gravidica. Gli antibiotici sono usati per trattare tutte queste condizioni.
  1. Psicosociale: Anche se l’idea è controversa, alcuni ricercatori pensano che la condizione può essere la reazione psicologica di una donna contro la gravidanza e potrebbe derivare da un conflitto all’interno della famiglia e del suo ambiente domestico.

La malattia di mattina: Alcune donne presentano nausea e vomito solo la mattina quando sono in gravidanza, altre soffrono tutto l giorno. Altri sintomi associati alla condizione sono:

  • Una donna incinta può anche notare aumento della salivazione, aumento della sensibilità a certi odori, e cambiamenti nel gusto di alcuni alimenti.
  • I sintomi di solito iniziano da quattro a otto settimane dopo l’ultimo periodo mestruale, il picco si ha a circa 11-13 settimane e scompare dalle 14-16 settimane di gravidanza.

Quando rivolgersi al medico

Occorre chiamare un medico se i sintomi persistono  o se non si è siete in grado di prendere (e trattenere)  i liquidi per più di 24 ore o se il vomito è associato a questi sintomi, che possono derivare da altre cause:

Occorre recarsi al pronto soccorso di un ospedale quando si vomita continuamente e si manifestano sintomi di disidratazione:

  • Vertigini
  • Svenimenti
  • Debolezza
  • Fatica
  • Febbre
  • Diarrea
  • Dolore addominale
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui