Miglior termoventilatore: ceramico, portatile, da parete o da bagno? Opinioni e consigli per sceglierlo

Non soffrire il freddo in casa è importante per non abbassare il comfort degli ambienti domestici e non ammalarsi. Per questo dovremmo acquistare il miglior termoventilatore!

L’abbassamento delle temperature esterne può compromettere il comfort abitativo degli spazi domestici, specialmente quando non c’è il bisogno effettivo di accendere il riscaldamento.

Alzarsi alle prime ore del mattino o farsi una doccia veloce prima di uscire sembrano azioni semplici e banali, ma potrebbero mettere nella condizione di prendere freddo e stare male durante la giornata.

Fortunatamente è possibile riscaldare gli ambienti di piccoli dimensioni velocemente semplicemente acquistando un termoventilatore.

Cos’è un termoventilatore e a cosa serve? Si tratta di un piccolo elettrodomestico che si comporta come una stufa elettrica in grado di riscaldare velocemente una stanza piccola.

In pratica la resistenza interna riscalda l’aria mentre il sistema di ventilazione diffonde l’aria calda nell’ambiente circostante.

Il problema è che non tutti i termoventilatori sono uguali e l’elettrodomestico di per sé potrebbe consumare più energia elettrica rispetto ad altri elettrodomestici.

In questo senso è fondamentale saper scegliere il miglior termoventilatore in base alle caratteristiche fisiche e tecniche del modello e alle esigenze personali.

Come scegliere il miglior termoventilatore

L’accensione del termoventilatore permette di riscaldare un ambiente piccolo come una stanza o un bagno in modo veloce, completando e a volte sostituendo l’impianto di riscaldamento.

Il mercato di riferimento offre una vasta gamma di termoventilatori, da quelli basic a bassa potenza a quelli più tecnologici e performanti.

Come scegliere il termoventilatore migliore? È necessario valutare le caratteristiche fisiche e tecniche di ogni modello in base a vari elementi (potenza, consumo energetico, funzioni e così via).

Tipi di termoventilatori

Non tutti i termoventilatori sono uguali e conoscere le principali tipologie dei modelli in commercio può essere utile per orientare la scelta sul prodotto giusto.

  • Termoventilatore ceramico – Il sistema di funzionamento è lo stesso, ma la resistenza è stata realizzata in ceramica in modo da migliorare le prestazioni e diminuire il dispendio energetico.
  • Termoventilatore portatile – Questo tipo di termoventilatore è piccolo, compatto e maneggevole a tal punto da essere trasportato e utilizzato ovunque.
  • Termoventilatore da parete – L’elettrodomestico viene fissato in alto o in basso rispetto alla parete e funziona proprio come un condizionatore o un fan coil.
  • Termoventilatore senza pale – Nati da un’idea Dyson, questi dispositivo utilizzano una turbina nella base che risucchia l’aria della stanza, la riscalda grazie alla resistenza e la rilascia.
  • Termoventilatore da bagno – Lo scaldobagno o scaldino è pensato per riscaldare un ambiente umido perché dotato di una certificazione che ne attesta la protezione dall’acqua.

Efficienza energetica

Il principale “cruccio” quando si parla di termoventilatore è il dispendio energetico, spesso considerato molto superiore rispetto ad altri dispositivi di riscaldamento.

Per capire l’efficienza energetica di un modello è necessario innanzitutto strizzare l’occhio alla resistenza elettrica, preferendo un termoventilatore ceramico (come già accennato).

Un altro elemento da considerare è la potenza massima assorbita dal modello che orientativamente si aggira intorno ai 1000-2500 Watt. Si tratta dell’energia utilizzata dall’elettrodomestico quando è acceso.

Oltre a scegliere un termoventilatore a basso consumo, sarebbe indicato valutare l’elemento “portata”, vale a dire l’area massima che è il termoventilatore è in grado di riscaldare.

Rumorosità

Non è detto che il termoventilatore sia silenzioso. Spesso si sente una specie di ronzio che potrebbe diventare molesto dopo una decina di minuti o se si vuole utilizzare il modello anche di notte.

In questo caso sarebbe meglio strizzare l’occhio ai decibel, valutando che 40 dB è la soglia per poter considerare il termoventilatore silenzioso.

Funzioni

A qualcuno sembrerà strano, ma i termoventilatori presentano funzioni differenti in grado di aiutare a gestire meglio il modello e a trarne il meglio.

  • Velocità – La velocità di ventilazione consente di decidere il flusso di aria calda in relazione alle specifiche esigenze, variando la potenza (quindi il termoventilatore avrà consumi ridotti).
  • Eco – La funzione fa lavorare il termoventilatore con wattaggi alternati (potenza massima e potenza minima) per risparmiare energia senza inficiare sulle prestazioni del modello.
  • Termostato ambiente – È una funzione che permette di impostare un limite di temperatura minimo oltre il quale il modello si accende autonomamente.
  • Timer – Il timer permette di programmare l’accensione e lo spegnimento del termoventilatore in base alle esigenze.
  • Aria fredda – Alcuni termoventilatori più tecnologici possono essere utilizzati anche come mini ventilatori che rinfrescano gli ambienti.

Struttura

I termoventilatori in commercio presentano un’estetica diversa. Certo è possibile trovare ancora modelli bassi, squadrati e pesanti, ma l’offerta sta virando verso prodotti performanti e dal design accattivante.

Si va dal termoventilatore da tavolo piccolo e compatto che si appoggia sui ripiani al termoventilatore a parete destinato ad essere appeso al muro fino al termoventilatore a torre sviluppato in altezza che si mimetizza meglio in un ambiente moderno.

Ogni tipo di prodotto dovrebbe essere stabile quando viene messo in funzione per evitare di scivolare e cadere.

A cambiare è anche il peso, che va da pochi grammi fino a 5 Kg. In questo caso sarebbe meglio optare per modelli leggeri perché facili da trasportare da una stanza all’altra.

Sicurezza

La sicurezza prima di tutto. I termoventilatori dovrebbero presentare sistemi e funzioni in grado di assicurare una certa sicurezza durante utilizzo. D’altronde potrebbe surriscaldarsi e provocare un incendio.

  • Termostato di sicurezza – Il termostato rileva la temperatura massima sufficiente a fondere i materiali e spegne automaticamente il modello finché non torna a temperature normali.
  • IP 21 – Si tratta di una certificazione (International Protection 21) che indica la presenza di una protezione contro l’acqua.
  • Doppio isolamento – Il doppio isolamento esterno isola il termoventilatore e impedisce il contatto con le componenti interne in caso di surriscaldamento o danni.
  • Sistema anti-ribaltamento – Alcuni termoventilatori potrebbero presentare un sistema anti-ribaltamento che spegne il dispositivo non appena cade o si ribalta.

Praticità

Come fare a capire se un termoventilatore sarà comodo da usare? Semplicemente prendendo in considerazione alcuni fattori.

  • Display – Il display piccolo o grande è utile per controllare e impostare il termoventilatore dotato di varie funzioni.
  • Filtro antipolvere – Il filtro antipolvere removibile e lavabile è utile per migliorare la qualità dell’aria che fuoriesce dal termoventilatore.  
  • Orientamento dell’aria – La capacità della struttura di ruotare o inclinarsi appena consente di orientare meglio l’aria calda.
  • Wi-Fi – Il termoventilatore Wi-Fi è un prodotto tecnologico e performante che viene collegato alla rete e viene controllato da remoto tramite un’app.

Materiali

Il fatto che i termoventilatori producano ed emanino calore rende necessaria la valutazione dei materiali di costruzione. È bene scegliere prodotti in plastica o ceramica di qualità.

Prezzo

Il prezzo di un termoventilatore varia a seconda delle caratteristiche fisiche e tecniche del prodotto e della marca (giacché diventa sinonimo di qualità e servizio post-vendita).

In linea di massima si possono trovare termoventilatori economici con poche funzioni da 20-30 euro e termoventilatore più tecnologici e performanti da oltre 100 euro.

Migliori termoventilatori su Amazon

Qual è il termoventilatore migliore? Meglio un termoventilatore De Longhi, un termoventilatore Dyson, un termoventilatore Rowenta, un termoventilatore Imetec o un modello di un’altra marca? La risposta dipende dalle esigenze personali e dal budget a disposizione.

È possibile acquistare il miglior termoventilatore da bagno, il miglior termoventilatore a parete, il miglior termoventilatore ceramico o uno dei migliori termoventilatori portatili sia nei negozi specializzati che online.

A un termoventilatore Euronics o un termoventilatore Unieuro si può preferire l’acquisto online su Amazon in modo da trovare il termoventilatore migliore valutando diversi modelli (anche quelli meno conosciuti) e leggendo le recensioni dei consumatori.

Per aiutarvi a scegliere su Amazon il termoventilatore al miglior prezzo abbiamo selezionato alcuni dei modelli più apprezzati da chi li ha già acquistati.

Rowenta SO6510 Instant Comfort Aqua Termoventilatore Termoconvettore, Potente e Silenzioso, Uso Sicuro in Bagno
  • Uso sicuro in bagno
  • Estremamente silenzioso: appena 45 db(A)
  • Potenza regolabile fino a 2400 W
  • 2 livelli di riscaldamento regolabili
  • Ampia diffusione del calore
Rowenta SO9265F0 Mini Excel Eco Safe Termoventilatore Ceramico, 1000/1800 W, 49 Decibel, plastica, per ambienti di 15-20m², Nero
  • Design compatto che lo rende facile da usare, trasportare e riporre
  • Temperatura regolabile attraverso termostato
  • Doppia protezione contro il surriscaldamento con allarme
  • Modalità silenziosa per un rumore di soli 49 db(A)
  • Ideale per ambienti di 15-20m²
De'Longhi HFS50A20.WH Termoventilatore Vertical Edge, 2000 W, Plastica, Bianco
  • Termoventilatore con 2 potenze: 2000w e 1150w
  • Grazie alla protezione ip21 il termoventilatore è ideale per essere utilizzato in bagno per garantire un alto livello di sicurezza
  • Termostato ambiente, termostato di sicurezza, protezione antigelo
  • Ventilazione estiva e maniglia ergonomica
Offerta
De'Longhi HFS50B20.YE Termoventilatore Vertical Edge, Giallo, 2000 W
  • Termoventilatore con 3 potenze: 2000w, 1150w e 850w
  • Grazie alla protezione ip21 il termoventilatore è ideale per essere utilizzato in bagno per garantire un alto livello di sicurezza
  • Termostato ambiente, termostato di sicurezza, protezione antigelo
  • Ventilazione estiva e maniglia ergonomica
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Myriam Amato

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.
Tutti i post di Myriam Amato