Collegati con noi

Meteoropatia: cause, sintomi e trattamenti

Meteoropatia: cause, sintomi e trattamenti

La meteoropatia non è una vera patologia ma può essere definita come un malessere di stagione che si accompagna a una serie di sintomi e disturbi di natura fisica e psichica, un quadro sintomatologico che purtroppo in più del 5% dei casi si trasforma in una condizione invalidante.

Meteoropatia- foto attacchidipanico-ansia-agorafobia.blogspot.it

Le persone più propense a risentire degli effetti climatici sono quelle sottoposte a elementi negativi quali stress, competitività a livello professionale, inquinamento e traffico ovvero tutti quei fattori che alterano il metabolismo e la capacità di adattamento del corpo.

Lo scombussolamento determinato da cambi bruschi da caldo a freddo, temporali improvvisi o raffiche di vento improvvise può essere suddiviso in tre categorie:

  • Primaria – La condizione dipende esclusivamente dai cambiamenti meteorologici e può colpire chiunque e non è associata a malattia preesistenti.
  • Secondaria – I disturbi interessano soggetti a rischio come anziani, persone che hanno subito traumi muscolo-scheletrici e individui con problemi cardiaci o malattie cronico-degenerative.
  • Terziaria – Questa condizione si presenta come una vera e propria malattia caratterizzata da sintomi psichici di tipo depressivo.

Meteoropatia: Cause

Quando cambia il tempo- foto berlinitalypost.com

Ancor oggi non sono ancora state stabilite con certezza le cause che scatenano una tale sensibilità ai cambiamenti atmosferici.

Esiste però la possibilità di associare l’essere meteoropatico e il suo significato alla produzione errata di ormoni da parte di ipotalamo (serotonina ossia il mediatore chimico dello stress), ipofisi, tiroide (tiroxina) e surrene (catecolamine ovvero mediatore chimico che viene prodotto in concomitanza di periodi stressanti).

I fattori che possono contribuire alla scorretta produzione ormonale sono:

  • Elettricità – Un cambiamento climatico determina un accumulo di carica negativa che potrebbe influenzare l’equilibrio chimico del corpo umano.
  • Luce – La diminuzione della luce sfasa i ritmi circadiani e condizionano la produzione di sostanze come serotonina e melatonina, generando cambiamenti di umore e picchi depressivi.

Meteoropatia: Sintomi

Meteoropatia: Sintomi- foto starbene.it

Normalmente il corpo decodifica i segnali ricevuti dalle zone periferiche e impone alle ghiandole neuroendocrine e al sistema nervoso centrale di ridurre al minimo i disagi provocati dalle condizioni atmosferiche.

In caso di meteoropatia, invece, l’ipotalamo impartisce degli ordini sbagliati alle ghiandole neuroendocrine, provocando una reazione esagerata del sistema nervoso centrale.

I sintomi di natura fisica e psichica si manifestano qualche giorno prima del momento del cambiamento climatico, possono presentarsi in maniera più o meno acuta e scemano man mano che l’evento si allontana.

Meteoropatia: Sintomi fisici

Insonnia- foto ok-salute.it

  • Dolori articolari – Tutti i problemi preesistenti si acutizzano e colpiscono in particolare il tratto cervicale, la zona lombare della colonna vertebrale e le articolazioni.
  • Insonnia – Viene riscontrata una certa difficoltà ad addormentarsi durante i giorni che precedono l’evento.
  • Cefalee – Il mal di testa persistente e acuto può comparire qualche giorno prima del cambiamento atmosferico.
  • Asma – In particolare i soggetti allergici possono ravvisare sintomi di natura allergico-asmatica.

Meteoropatia: Sintomi psichici

Ansia- foto consultorioantera.it

  • Sbalzi di umore – I soggetti sensibili e particolarmente stressati manifestano un cambio repentino dell’umore.
  • Ansia – Gli attacchi d’ansia si accompagnano a gastrite, mal di stomaco, pressione alta e tachicardia.
  • Stati depressivi – La sindrome depressiva dovrebbe risolversi con il passaggio del cambiamento climatico.

Diagnosi

Essere meteoropatico- foto tantasalute.it

Generalmente la meteoropatia ammette un’autodiagnosi basata su osservazione della comparsa dei sintomi, durata e scomparsa.

Resta possibile rivolgersi al medico curante e sottoporsi a valutazione obiettiva ed esame anamnestico oppure al test chiamato Gualtierotti-Tromp per avere la certezza di soffrire di meteoropatia.

Il test Gualtierotti-Tromp non è altro che un esame fondato sulla termoregolazione ossia la capacità dell’organismo di saper regolare la temperatura corporea. Più in particolare prevede diverse fasi:

  • Soggetto che sosta in un ambiente a una temperatura costante di 22° C
  • Misurazione temperatura della mano sinistra (valori standard 32-34 ° C)
  • Applicazione di un gel refrigerante sulla mano per abbassare la temperatura di 10° C
  • Misurazione a intervalli regolari per calcolare il tempo impiegato della mano per ritornare alla temperatura fisiologica

Se la mano impiega tra i 6 e i 10 minuti per tornare alla temperatura fisiologica allora vi è una sensibilità ai cambiamenti climatici, se la mano impiega più di 10 minuti per recuperare allora il soggetto è sicuramente  meteoropatico mentre se il tempo di recupero della mano si aggira intorno ai sei minuti non si può parlare di meteoropatia.

Meteoropatia: Cure e rimedi

Come curare la depressione stagionale- foto meteoweb.eu

Come risolvere la condizione di meteoropatia? Cosa fare? Purtroppo non esistono rimedi farmacologici specifici per risolvere il problema alla radice, ma resta possibile gestire i sintomi con diversi trattamenti e rimedi naturali.

Meteoropatia: Terapia farmacologica

Antidolorifici da banco- foto activebeat.co

Il trattamento a base di farmaci viene prescritto nei casi in cui i sintomi alterano sensibilmente la qualità di vita del soggetto.

Come curare la depressione da cambiamenti climatici? Il medico può decidere di prescrivere farmaci che vengono usati per gestire i disturbi articolati come gli antidolorifici da banco o per trattare la depressione come gli inibitori delle monoamminossidasi o gli inibitori della ricaptazione della serotonina.

Le forme caratterizzate da astenia e spossatezza, invece, possono essere trattate con preparazioni vitaminiche associate al magnesio, in particolar modo nel sesso femminile.

Meteoropatia: Rimedi omeopatici

Fiori di Bach- foto cultura.biografieonline.it

L’omeopatia accorre in aiuto di tutte le persone che soffrono di meteoropatia con diversi preparati:

  • Fiori di Bach – La vasta gamma di rimedi può aiutare a gestire nervosismo e irritabilità (Impatients), sbalzi di umore (Sclerantus), ansia e depressione (White Chestnut), stati di angoscia (Mustard), principi di depressione e apatia (Wild rose).
  • Antimonium crudum 9 CH – Il rimedio naturale è indicato per i soggetti che manifestano insonnia e sbalzi di umore in prossimità di variazioni di temperatura.
  • Rhus toxicodendron 9 CH – L’edera velenosa sembra perfetta per gestire i dolori articolari in concomitanza con cambiamenti climatici.
  • Aconitum napellus 9 CH – È il rimedio ideale per tutti i soggetti meteoropatici che soffrono di problemi intestinali o attacchi di ansia.

Meteoropatia: Rimedi naturali

Ginseng- foto blog.lifeextension.com

I rimedi fitoterapici sfruttano le proprietà delle erbe e delle piante officinali per gestire l’articolato complesso di sintomi legati alla meteoropatia:

  • Eleuterococco – I principi attivi quali oleanoglicosidi ed eleuterosidi e i composti fenolici sviluppano un’azione immunostimolante e adattogena che favorisce la capacità di adattamento.
  • Ribes nero – L’acido citrico, gli antociani e l’acido malico agiscono contro il processo di riacutizzazione di reumatismi, stati infiammatori e forme allergiche.
  • Biancospino – I principi attivi come flavoglicosidi, bioflavonoidi, iperoside, rutina quercitina e flavonoidi aiutano a gestire gli sbalzi di umore e gli stati ansiosi.
  • Ginseng – I saponosidi triterpenici e il panaxiatrolo conservano un’azione adattogena che migliora la capacità di adattamento del corpo.

Terapie Alternative

Agopuntura- foto scuolatao.com

Esistono altri trattamenti che non rientrano nell’ambito delle cure farmacologiche oppure dei rimedi fitoterapici e omeopatici:

  • Agopuntura – Il campo della medicina cinese sfrutta l’inserimento di piccoli aghi in determinate parti del corpo per attenuare i disturbi.
  • Idroterapia – L’immersione in acqua calda e acqua fredda o il getto di acqua calda e acqua fredda nella doccia può essere utile per stimolare la capacità termoregolatrice del corpo.
  • Lumino-terapia – La “light therapy” o terapia della luce sottopone il soggetto a fasci di luce molto simile a quella solare per curare gli sbalzi d’umore determinati dall’alterazione dei ritmi circadiani.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, amante della cultura orientale e appassionata di benessere, salute e fitness.

Lascia un comento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non perderti questi consigli