Home Al Femminile Melissa: benefici e controindicazioni

Melissa: benefici e controindicazioni

La melissa è una pianta aromatica dai numerosi benefici. Impiegata sotto forma essiccata è sempre un valido alleato per il corpo umano. Ovviamente fresca è altrettanto. Desiderate assumere un decotto di melissa per combattere alcuni disturbi? Oppure vi basta solamente migliorare il gusto di determinati alimenti con questa pianta? Anche in quest’ultimo caso, vi sono dei lati positivi che vanno a incidere positivamente sulla salute dell’organismo.

La melissa può essere scambiata per la tanto temuta ortica (dato il suo effetto urticante), altra pianta che presenta numerose proprietà benefiche. La melissa cresce senza fatica fino ai 100 centimetri d’altezza e la troviamo comunemente nell’Europa meridionale (e in Asia occidentale). La melissa nel periodo della fioritura (generalmente inizio estate) presenta dei fiori bianchi e dalle sfumature rosa.

Nel nostro paese la si trova senza difficoltà in prossimità delle siepi (nonché in zone ombreggiate). In molti coltivano la melissa nel proprio giardino sapete?

La pianta della melissa rilascia un gradevole aroma che ricorda quello del limone, proprio per questo prende anche il nome di erba limone! La melissa è decisamente un’ottima alleata per la nostra salute e adesso vi diamo alcune informazioni sulla sua componente chimica. La melissa è una pianta da cui possiamo acquisire buone sostanze per la prevenzione di molti disturbi. Gli esperti ci suggeriscono che nelle foglie sono disponibili ottime quantità di flavonoidi e tannini. Oltre a questi possiamo trovare l’eugenolo, l’acido rosmarinico etc. Ma arrivando al nocciolo della questione parliamo di benefici.

Benefici della melissa

L’olio essenziale è impiegato per beneficiare sul sistema nervoso. Contiene delle sostanze utili contro vertigini, nervosismo, stress, depressione etc. Inoltre stimola la memoria e anche questo non è affatto un effetto da poco conto. Insomma un rimedio naturale versatile che si occupa di tenere sotto controllo la nostra salute mentale. La melissa protegge contro l’attacco dei radicali liberi e allo stesso tempo ritarda l’invecchiamento cellulare. Sono alcuni componenti con azione antiossidante a fornire questo.

L’infuso di melissa è impiegato per trarre benefici ad ampio raggio, come alleviare la nausea, flatulenza e vomito. Alcuni lo suggeriscono anche per combattere le palpitazioni. Secondo gli esperti questa pianta è utile per lenire i dolori mestruali. Come se non bastasse è famosa contro l’insonnia e l’asma. Sapevate che la melissa è utilizzata contro la gastrite? Inoltre dato il suo effetto antidolorifico è molto utile in caso di mal di testa e il mal di denti.

Praticamente è una pianta decisamente valida per il nostro corpo, basta pensare che è utile contro le punture di insetto. Come? Semplicemente strofinando le foglie sulla zona interessata. Un prezioso alleato contro i problemi gastrointestinali e i dolori da reumatismi. Le proprietà funghicide della melissa sono ben conosciute ormai e per questo è considerata un valido rimedio naturale in molte situazioni.

Le controindicazioni

L’olio essenziale di melissa può causare prurito e irritazioni, ovviamente non a tutti sia chiaro. Ovviamente prestare attenzione al suo impiego e dosaggio. Inoltre le donne in dolce attesa devono evitare questo genere di prodotto. I soggetti che hanno la pelle sensibile potrebbero avere effetti indesiderati, per questo è suggerito il consulto di uno specialista prima di usare frequentemente l’olio essenziale di melissa.

Curiosità sulla melissa

  • La melissa in cucina può essere una scelta eccellente per il pesce e la carne. Si tratta di un ingrediente utile per incrementare il sapore della pietanza. È apprezzata anche per le insalate comunque. Altri impieghi in cucina: aromatizzare liquori fatti in casa, marmellate, gelati e salse. Inoltre anche in molte minestre è l’ideale un’aggiunta di foglie di melissa.
  • Le industrie della cosmesi utilizzano questa pianta per creare profumi raffinati o creme ottime per il corpo. La melissa è d’aiuto contro le rughe dato che ritarda l’invecchiamento cellulare.
  • Gli antichi Greci la impiegavano a scopi terapeutici. Stiamo parlando di circa 2000 anni fa. Attualmente la melissa gode di un’ottima reputazione per quanto riguarda il suo impiego per la nostra salute.
  • L’olio essenziale di melissa è un prodotto efficacie per la cura del corpo. Per incrementare gli effetti positivi è possibile unirlo all’olio essenziale di lavanda oppure di basilico.
  • L’infuso di melissa necessita di almeno 10 minuti prima di essere filtrato e assunto. Per quanto riguarda i quantitativi di questa pianta, sono sufficienti 10gr (tra foglie e fiori essiccati) in base a 100cl d’acqua.
  • La carne di pollo e dell’agnello si dimostrano più che indicate per essere utilizzate con la melissa. Lo stesso vale per i dolci che sono una categoria alimentare perfetta da impiegare.
  • Per stimolare le difese immunitarie dell’organismo e combattere dunque raffreddore, influenza e non solo… Vi consigliamo la tisana di melissa. Lo stesso vale in caso di mal di pancia, insonnia e stress.

Dato che la melissa possiede proprietà antibatteriche, antiossidanti, sedative, antinfiammatorie, antivirali etc. La si può considerare una pianta benefica da utilizzare ogni tanto. Così per garantirsi ottimi benefici.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui